Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Pesca. Misure comunitarie penalizzanti
Le misure europee a tutela del tonno rosso hanno sortito effetti distruttivi


di Redazione

Bari, 28 giugno 2016.

“Le misure europee a tutela del tonno rosso, specie a rischio di estinzione, hanno sortito due fondamentali effetti distruttivi: la scomparsa del tonno di buona qualità dal mercato italiano e penalizzazioni insopportabili a carico della piccola pesca.” lo dichiara il consigliere regionale M5S, Cristian Casili vicepresidente della Commissione Ambiente.
“Il sistema va riformato - prosegue - ed è fondamentale che i rappresentanti regionali facciano sentire la loro voce in tutte le sedi opportune, per far sì che le quote tonno vengano principalmente spartite fra i piccoli pescatori, includendo di diritto i pescatori con sistemi di pesca che comportano la pesca accidentale di tonno rosso. Questi pescatori, e solo loro, possono garantire una pesca selettiva sostenibile e la qualità dei prodotti ittici, a beneficio dei consumatori e dell'offerta turistica locale”.
Il sistema delle quote, spiega il consigliere pentastellato, vede infatti aggiudicare quasi l’80% della quota assegnata all'Italia ad un numero limitato di grossi armatori che praticano un sistema di pesca industriale e distruttiva, la pesca a circuizione, che mal si concilia con le dinamiche del mercato del pesce fresco. Le grandi quantità di tonno catturate in pochi giorni non potrebbero essere piazzate direttamente sul mercato del consumo, se non con un abbassamento dei prezzi eccessivamente penalizzante.
“Ed infatti questo sistema di cattura - prosegue Casili - si inserisce in una filiera di allevamento che porta il tonno all’ingrasso lontano dal mercato locale per vederlo cedere a grossi acquirenti giapponesi, con la conseguenza che sul mercato del consumo nazionale perdiamo il pregiato tonno rosso per finire ad importare tonno di bassa qualità. Oltre al danno la beffa, se si pensa che il valore aggiunto di questa filiera è incassato per lo più da operatori che non sono italiani, in quanto questi ultimi si occupano della sola cattura e della vendita del tonno ad allevamenti esteri”.
Sul fronte della piccola pesca, quella che potrebbe alimentare un sano mercato del tonno fresco durante l'intero anno, garantendo al tempo stesso sistemi di pesca selettivi sostenibili per l'ecosistema marino, il meccanismo delle quote ha costretto i pescatori non assegnatari di quote in una situazione tanto drammatica quanto assurda. “Questi pescatori - continua il consigliere pentastellato - utilizzando (legittimamente) sistemi di pesca che comportano sistematiche catture accidentali di tonni rossi, come il palangaro usato per il pesce spada, si trovano costretti, per non subire salate multe, a rigettare in mare sistematicamente tonni ormai morti. In un colpo solo si beffano i consumatori, l'ecosistema marino, i pescatori, che grazie a quei tonni potrebbero invece portare a casa un giusto guadagno, e infine lo Stato stesso, che dalla vendita di quei tonni ricaverebbe gettito fiscale. E come è facile capire, le assurde conseguenze di una norma portano a silenziose violazioni, con buona pace della dignità dei pescatori e della sicurezza alimentare. Ci chiediamo - conclude Casili - come possa una Nazione e, a maggior ragione, una Regione come la Puglia tra le più peninsulari con oltre 800 km di costa, completamente circondata dal mare, che si è sempre contraddistinta per le abitudini alimentari più salutari e con un settore turistico in espansione e già fondamentale per l'economia nazionale e regionale, restare inerme e subire le assurde politiche comunitarie descritte”.
 


 
13/12/2022 - “PSICOLOGIA SCOLASTICA E DEL BENESSERE” - BANDO DI AMMISSIONE AL...
06/12/2022 - MERIDIONALI PER REINTRODURRE IL CREDITO D’IMPOSTA - Introdotto con...
23/11/2022 - “Taglio RDC, conseguenze pesanti per San Severo - Il Sindacato...
23/11/2022 - Donne. Occupate di meno e meno pagate - per l'eliminazione della...
19/11/2022 - Mettiamo la famiglia e i bambini al centro - Le associazioni inviano...
11/11/2022 - MOSTRA “PIER PAOLO PASOLINI 1922-2022” - Si è tenuta nella Sala della...
08/11/2022 - RAFFORZAMENTO DELLE ATTIVITA’ DI PREVENZIONE - AI FINI...
29/10/2022 - La mancata destagionalizzazione e i rincari - I beni energetici...
26/10/2022 - Manfredonia, Congresso Spi - Assemblea congressuale del Sindacato...
05/10/2022 - Crisi comparto vitivinicolo - ): “Subito aiuti regionali agli...
23/09/2022 - QUALITA’ ED EFFICIENZA IN PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - PARTITE LE...
29/08/2022 - Siccità, irrigazioni di soccorso - aumenti dell’energia elettrica: il...
29/08/2022 - Trullo 227_Emergenze_arte - Opening 3 | 4 Settembre 2022 dalle ore...
26/08/2022 - L’estate ‘zero’ del Gargano:movida senza incidenti - Divertimento ma...
26/08/2022 - Nuovi libri, finanziata la Biblioteca di Carlantin - Ministero della...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by