Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Regionalismo differenziato
Dalla Puglia parta una mobilitazione civile contro un accordo che rischia di compromettere i diritti


di Redazione

Bari, 19 marzo 2019.

Nota del gruppo consiliare LeU/I Progressisti alla Regione Puglia.
"LeU/I Progressisti nutre forti preoccupazioni e dubbi sulle conseguenze che il regionalismo differenziato potrebbe avere sul Paese e sul Mezzogiorno.
È sbagliato cercare di derubricare a una questione di mero carattere amministrativo sul funzionamento dei governi del territorio questa che è, invece, una grande questione politica nazionale.
Occorre parlare chiaro: quella che oggi, sotto nobili parole, viene chiamata “autonomia differenziata” o “regionalismo differenziato” altro non è che la continuazione di quella che sin dagli anni ’90 è una battaglia storica della Lega Nord contro il Mezzogiorno . La si è chiamata prima “secessione”, poi “devolution”. La sostanza però non cambia: quello che si cerca di fare è separare le Regioni ricche, quelle che hanno più soldi, dal fardello pesante del Mezzogiorno e della parte più povera del Paese.
Verso tutto questo noi dobbiamo avere la forza di dire “no” perché in gioco c’è l’unità nazionale e sostanziale di questo Paese e con essa le ragioni fondanti dell’Italia: la solidarietà e la sussidiarietà . Ed è su questo argomento, portato avanti da poche persone, all’insaputa dei cittadini, che si gioca il destino del nostro Paese, che si fa o si disfa l’Italia.
Chiediamo pertanto ai Consiglieri regionali di ostacolare questo progetto e di mettere in atto, a partire da oggi e a partire dalla Puglia, una grande rivolta politica e morale che coinvolga il mondo della scuola così come quello della sanità, dei sindacati, il mondo cattolico e quello della società civile.
Al Presidente Emiliano, invece, chiediamo di mettersi alla testa di un fronte largo che non guardi soltanto al Mezzogiorno e alle Regioni del sud Italia, ma a gran parte del nostro Paese, per evitare che si vada fino in fondo in questo disegno sciagurato portato avanti dalla Lega di Salvini con il tacito accordo di tanti furbi. È da qui, dalla Puglia, che deve partire un allarme a tutto il Paese affinché si blocchi un accordo scellerato che va non soltanto contro gli interessi del Mezzogiorno, ma contro gli interessi del Paese e della sua unità."



 
07/02/2023 - MUSICA FELIX RICORDA MOLIÈRE - A 400 ANNI DALLA SUA NASCITA con...
24/01/2023 - A Massafra nasce il “Giardino dei Giusti” - Il 27 gennaio, nella...
28/11/2022 - “La poetessa dei navigli”: - l’attrice pugliese Sofia D’Elia è la...
26/10/2022 - Arpa Puglia e Arpa Calabria - raggiunti gli obiettivi della...
12/10/2022 - Giornata Nazionale delle Famiglie al MAT -
23/09/2022 - Docenti abilitati all’estero esclusi le supplenze -
08/09/2022 - “Equa ripartizione del Pnrr” - Il SUD sfida il Governo affinché il...
07/09/2022 - MANGIARE E CAMMINARE SUL SENTIERO ITALIA CAI -
05/09/2022 - Oggi attivo sportello unico digitale ZES Adriatica -
29/08/2022 - Energia: Italia Olivicola -
23/06/2022 - 248° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA GdF - Nella sala della...
20/06/2022 - Cuofini&Maccaturi 2022 -
06/06/2022 - Giornata Mondiale degli Oceani -
06/06/2022 - Il rock dei Red Room suona sull’asse Bari - Foggia -
18/05/2022 - ‘Buongiorno Ceramica 2022’ -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by