Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Allarme lupi sulla Murgia
Intervenire al più presto per salvaguardare la fauna selvatica protetta


di Redazione

Bari, 9 novembre 2017.

“Tutelare la fauna selvatica protetta, ma al contempo salvaguardare le attività economiche che possono subire danni anche ingenti”, è quanto chiede il consigliere regionale Gianni Stea in merito alle denunce di alcuni allevatori dell’Alta Murgia barese (ma situazioni simili si registrano anche nel Salento e sul Gargano) sui danni subiti dopo gli attacchi di branchi di lupi al bestiame.
“In particolare tali episodi sono avvenuti nel Sud-est barese, con casi e avvistamenti anche nei pressi del centro abitato di Noci e diverse aggressioni agli allevamenti ovini e caprini da parte dei lupi. L'ultimo episodio, nell'agro di Putignano, ha causato danni ingenti, perché anche alcune pecore gravide sono state sbranate. Da qui l’appello affinché la Regione intervenga prima che si crei una frattura insanabile tra questi animali protetti e la popolazione. Nei prossimi giorni un apposito disegno di legge verrà esaminato dalla quarta commissione consiliare. A mio parere, anche sull’esempio che in altre Regioni d’Italia ha portato ad una quasi tranquilla convivenza tra lupi e allevatori, occorre agire al più presto con una mappatura dei lupi per verificare che non ci siano branchi di cani rinselvatichiti, prevedendo quindi un risarcimento per ogni capo di bestiame ucciso. Ma si potrebbe anche agevolare l’acquisto di cani da pastore, che spesso sono l’arma migliore per tenere lontano i lupi e, nel caso di alcune aree ad alta densità di popolazione, si potrebbe, in accordo con le istituzione preposte, intervenire con la cattura degli animali selvatici che poi sarebbero rimessi in libertà in zone più adatte e sicure”.
Stea conclude augurandosi – e assicurando il proprio impegno – affinché si provveda in tempi brevissimi perché “il rischio reale è che gli allevatori, per tutelare la propria attività, siano costretti da soli a risolvere la questione. Ricordo che quella dell’allevamento del bestiame, in molti territori dell’Alta Murgia rappresenta una delle ultime attività tradizionali e che quindi va tutelata e incentivata tanto quanto la sopravvivenza della fauna selvatica”.


 
24/01/2023 - A Massafra nasce il “Giardino dei Giusti” - Il 27 gennaio, nella...
28/11/2022 - “La poetessa dei navigli”: - l’attrice pugliese Sofia D’Elia è la...
26/10/2022 - Arpa Puglia e Arpa Calabria - raggiunti gli obiettivi della...
12/10/2022 - Giornata Nazionale delle Famiglie al MAT -
23/09/2022 - Docenti abilitati all’estero esclusi le supplenze -
08/09/2022 - “Equa ripartizione del Pnrr” - Il SUD sfida il Governo affinché il...
07/09/2022 - MANGIARE E CAMMINARE SUL SENTIERO ITALIA CAI -
05/09/2022 - Oggi attivo sportello unico digitale ZES Adriatica -
29/08/2022 - Energia: Italia Olivicola -
23/06/2022 - 248° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA GdF - Nella sala della...
20/06/2022 - Cuofini&Maccaturi 2022 -
06/06/2022 - Giornata Mondiale degli Oceani -
06/06/2022 - Il rock dei Red Room suona sull’asse Bari - Foggia -
18/05/2022 - ‘Buongiorno Ceramica 2022’ -
04/05/2022 - FONDO INVESTIMENTI INNOVATIVI PER PICCOLE IMPRESE - 4 maggio –...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by