Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Quella luce del Presepe


di Rina Di Giorgio Cavaliere

Di sicuro forze sociali come la secolarizzazione, il consumismo capitalista e l’individualismo hanno un notevole impatto nel modellare la religiosità e la spiritualità delle generazioni. Un richiamo merita il libro di AA. VV. “La pedagogia cristiana nel Novecento tra critica e progetto” (La Scuola, Brescia, 2000), nel quale i pedagogisti di ispirazione cristiana ripercorrono il cammino dell’educazione cristiana nell’arco di tutto il Novecento. La pedagogia cristiana ha elaborato soluzioni originali e innovative; dall’idealismo di Giovanni Gentile, il cui pensiero è stato definito da Eugenio Garin “di un pedagogismo assoluto”, al naturalismo di John Dewey, che su modello americano si è presto diffuso nell’Europa del secondo dopoguerra.

Secondo recenti indagini di mercato pubblicate sul Journal of Marketing Theori and Practive, il Natale è ancora un’esperienza sociale legata alla religione dell’io proposto dal consumismo, tant’è che i distributori, le piattaforme di e-commerce e i motori di ricerca, pur consapevoli della pandemia in corso, propongono soluzioni immediate ed economicamente accessibili a tutti. E’ evidenziato anche il notevole livello di ansia che colpisce i consumatori alle prese con lo shopping natalizio. Quali significati emergono da questi studi sul piano umano e cristiano? Innanzitutto che siamo lontani dal Natale cattolico, illuminato dalla sola luce del Presepe: le espressioni di tenerezza umana nelle statuine dai tratti esteticamente attraenti e dolci della Madonna e del Bambino, quelle maestose dei Magi e la tranquilla compostezza di San Giuseppe.

L’evangelista Luca immerge l’evento in un’atmosfera povera e modesta, tratteggiando in modo autentico il tema centrale teologico dell’Incarnazione, vero cuore spirituale del Natale cristiano. Fin dal primo istante dell’Incarnazione, infatti, si realizza la vocazione sacerdotale di Gesù, il quale, entrando nel mondo, fa la sua offerta sacerdotale per la salvezza dell’umanità (cfr. Eb. 10, 5ss). L’originalità del Cristianesimo nei riguardi di tutte le altre religioni sta nel fatto che l’Incarnazione di Dio in Gesù Cristo, come risposta al senso religioso dell’uomo, è un avvenimento della storia umana. L’evangelista Matteo, appunto, nella cornice sfavillante di prodigi e nell’astro che splende nel cielo, emblema messianico attorno al quale si sono moltiplicate nella storia diverse ipotesi astronomiche, intuisce il segno di una rivelazione cosmica, aperta a tutta l’umanità.

Pure questo Natale 2021 ha la sua cometa; si chiama Leonard ed è la più luminosa dell’anno. La scoperta, pubblicata sulla rivista Science, è stata resa possibile grazie al telescopio spaziale Tess (Transting Exoplanet Survey Satellite) della Nasa. I dati sono stati analizzati dal gruppo internazionale che ha a capo Kristine W. F. Lam e Szila’rd Csizmadia dell’Istituto di ricerche planetarie dell’Agenzia spaziale tedesca. La complessità del mondo attuale tende a disorientarci; di fronte allo straordinario messaggio di pace e di amore del Santo Natale, siamo impreparati. A mano a mano che le responsabilità personali e collettive crescono, ci accorgiamo di fare sempre più fatica a mettere in pratica l’impegno evangelico: il Presepe ha ancora molto da insegnarci.

 


 
01/07/2022 - Viaggiatori o turisti? -
03/06/2022 - Uno skyline dell’agire comunicativo -
04/05/2022 - Emozioni in gioco -
11/04/2022 - I GIORNI SANTI -
28/03/2022 - Contemporaneità, alcune considerazioni -
27/02/2022 - Parole e fatti nell’universo femminile -
04/02/2022 - Sulla felicità del pianeta -
09/01/2022 - Scheda di un bene ambientale -
18/12/2021 - Quella luce del Presepe -
23/11/2021 - Una scuola per tutti -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by