Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

10 FEBBRAIO RICORDO DELLE FOIBE


di Gerardo Leone

Foggia, 10 febbraio 2021.

Per comprendere a fondo il fenomeno del massacro delle foibe bisogna andarne a ricercare le radici in quella secolare contesa tra popolazione italiana e popolazione slava per il possesso dei territori di Nord-Est, quelli dell’Adriatico orientale. È una disputa che vide il suo inizio con la fine della Prima Guerra mondiale, quando il confine tra Italia e Jugoslavia venne delineato dalla cosiddetta “linea Wilson”: gli slavi videro sottrarsi una cospicua fetta dell’Istria dagli italiani e circa 500mila slavi si ritrovarono a vivere in territorio straniero, sotto il dominio di un popolo a tratti oppressore. Non è difficile quindi immaginare il malcontento che le popolazioni slave iniziarono a covare, ma ciò in cui questo si trasformò è storia di brutalità che non si può comprendere, né giustificare.
Una prima ondata di violenza esplose già durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale, nel momento in cui, l’8 settembre 1943 l’Italia firmò l’armistizio con gli anglo-americani e i tedeschi assunsero il controllo del nord della penisola instituendo un governo fantoccio guidato da Mussolini. Fu a partire da quel momento che, in Istria e in Dalmazia, i partigiani jugoslavi iniziarono a rivendicare il possesso di quei territori, torturando e gettando nelle foibe gli italiani fascisti – e non solo. Con la fine della Seconda Guerra mondiale, gli attacchi si fecero via via sempre più violenti ed intensi: nella primavera del 1945, l’esercito jugoslavo guidato da Tito marciò verso i territori giuliani; l’intervento venne accolto con euforia dal popolo italiano che vide negli slavi, alla stregua di americani ed inglesi, dei liberatori.


 
01/03/2021 - I 60 anni delle Frecce Tricolore - Era il Primo Marzo del 1961 veniva...
26/02/2021 - CasaSollievo Centro per malattie non diagnosticate - Grazie a questo...
25/02/2021 - LA SCUOLA APERTA IN PRESENZA, DOBBIAMO VACCINARLA - “Se noi riusciamo...
24/02/2021 - Qualità dell’ambiente e il benessere dei cittadini - AQO. Le...
23/02/2021 - LA RADIOTERAPIA DEL MIULLI migliori del Mondo - Maggiore precisione e...
22/02/2021 - Microbiota intestinale per la diasgnosi del COVID - Casa Sollievo...
19/02/2021 - Vaccino ai lavoratori a contato con il pubblico - È quanto chiede...
18/02/2021 - 130MILA PRENOTAZIONI PER I VACCINI ANTICOVID - PUGLIA. Le...
17/02/2021 - LA PUGLIA È LA PRIMA REGIONE SENZA DIGITALE - Concluso il piano di...
16/02/2021 - Nucleo Valutazione e Verifica degli Investimenti - organo...
15/02/2021 - CHIUSURA DEI SALDI POSTICIPATA - La Giunta regionale, su proposta...
12/02/2021 - IL PRESIDENTE DRAGHI E I SUOI MINISTRI - Il Capo del Governo scioglie...
10/02/2021 - 10 FEBBRAIO RICORDO DELLE FOIBE -
09/02/2021 - Situazione scuole in Puglia - Forum delle Associazioni familiari di...
08/02/2021 - 'Tutti insieme per l'Ematologia' a Foggia. - Per modificare...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by