Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

CLASSIFICAGIORNATE - RISULTATI

 

Il Foggia vince allo Zaccheria: 4-1 alla Lupa C.R.
Soffrono i rossoneri che in dieci uomini superano i laziali. Terna arbitrale molto discutibile


di Lino Mongiello

Foggia, 28 febbraio 2016.

Il Foggia torna a sorridere allo Zaccheria dopo il filotto di quattro pareggi consecutivi superando il Lupa Castelli Romani (4-1). Ma, contro l’ultima della classe gli uomini di De Zerbi hanno dovuto faticare più del previsto per avere la meglio. Anche perché dopo aver sbloccato il risultato in apertura di gara, non hanno chiuso subito i conti e, nel finale di tempo, hanno subito il pareggio su calcio di rigore e l’espulsione di Narciso. Comunque, nonostante tutto e l’ennesimo arbitraggio a dir poco scandaloso, il Foggia ha conquistato i tre punti  che l’avvicinano sensibilmente alle due battistrada, Benevento e Lecce.  Peccato per l’espulsione di Narciso e per l’ammonizione di Vacca che non saranno presenti nel delicato derby con l’Andria. Il Foggia dicevamo, oltre ai quattro pareggi interni, torna allo Zaccheria dopo le due sconfitte consecutive tra campionato e Coppa che hanno minato la serenità in seno al gruppo rossonero, cui ha fatto seguito la contestazione della tifoseria. Il pareggio del Benevento nell’anticipo ha per fortuna riacceso le speranze di poter riaprire qualsiasi argomento in chiave promozione diretta. De Zerbi ha quasi l’intera rosa a disposizione ed opta per il solito 4-3-3. Difesa confermata grazie al rientro di Di Chiara che ha scontato la squalifica. A centrocampo Vacca si sistema davanti alla difesa con Agnelli e Gerbo a supporto. In attacco il tridente è composto da Iemmello, Sarno e Arcidiacono. La sfida con l’ultima della classe non è da sottovalutare. La squadra ospite non ha niente da perdere e si presenta allo Zaccheria per cercare di dar fastidio alla più blasonata avversaria. E per farlo non rinuncia a qualsiasi mezzo lecito e non. Infatti, sin dalle prime battute, la compagine laziale la mette sul  gioco duro. E diventa difficile assistere ad una bella gara. Per fortuna il Foggia riesce subito a sbloccare il risultato. Con un eurogol, scaturito da un gran tiro dal limite dell’area di Angelo (6’) che va a spegnersi all’incrocio dei pali. Il Foggia insiste e Sarno (16’) calcia dal vertice dell’area destro. Sulla traiettoria interviene Iemmello ma il portiere ospite, d’istinto si rifugia in calcio d’angolo. Il Foggia domina nel possesso palla e, sia pure senza schiacciare gli avversari, realizza un paio di gol (11’ e 32’) annullati a Iemmello per offside. Sul secondo ci sono molti dubbi. Il Foggia continua a “giochicchiare” senza cercare l’affondo buono, E, come spesso capita nel calcio, accade l’imprevedibile. Gurma (41’) s’invola sulla destra, commette un netto fallo su Loiacono, non rilevato. Così si presenta davanti a Narciso che lo stende per evitare il gol. Per il Sig. Capone è calcio di rigore ed espulsione dell’uno rossonero. Dal dischetto Morbidelli (43’) supera il neo entrato Micale. Nonostante i 4’ di extra time, non succede più nulla. Tranne i fischi di disapprovazione nei confronti del direttore di gara al rientro negli spogliatoi. Al ritorno in campo si attende la reazione del Foggia che, in inferiorità numerica dovrà provare a riportarsi in vantaggio. Aquaro (4’) su un tiro innocuo di Agnelli per poco non infila nella propria rete con un clamoroso autogol. De Zerbi inserisce Chiricò (10’) al posto di Vacca e il Foggia acquista almeno maggior incisività. Sulla corsia di sinistra l’esterno rossonero è quasi imprendibile ma i suoi cross non sono sfruttati a dovere. Agnelli (14’) ha la palla buona ma la butta tra le braccia di Gobbo Secco. E proprio Chiricò (15’) s’inventa il gol del sorpasso entrando di potenza in area e, dopo aver scambiato con Iemmello, scaraventa in rete. Il Foggia stavolta non commette l’errore di rilassarsi e continua a forzare i tempi. Angelo (22’), da posizione impossibile, s’inventa il secondo gol personale. Un vero capolavoro balistico. Da applausi a scena aperta. Infatti il gol del 3-1 è salutato con un’ovazione dai 7.000 dello Zaccheria. Nel frattempo Gurma (32’) dal rilancio del portiere si presenta in area ma spedisce fuori dallo specchio della porta difesa da Micale. Imitato da Prutsch (33’). Poi Iemmello (37’) potrebbe arrotondare il punteggio ma il portiere ospite sventa il pericolo. L’ultimo sussulto del Foggia è ancora di Angelo (46’) che si presenta davanti al portiere ospite e viene atterrato. Anche stavolta è calcio di rigore e il secondo “giallo” per Gobbo Secco vale l’espulsione. Il pubblico invoca Angelo per la battuta ma sul dischetto ci va Sarno. La Lupa Roma ha esaurito i cambi e tocca a Di Bella cercare di evitare la trasformazione del penalty. Sarno (48’) trasforma il calcio di rigore di una partita che poteva essere molto tranquilla ma ravvivata da una terna arbitrale molto discutibile e non all’altezza della situazione.

FOGGIA - LUPA CASTELLI ROMANI 4 – 1

Marcatori: 6’ p.t. Angelo, 43’ Morbidelli (rig.), 15’ s.t. Chiricò, 22’ Angelo, 48’ Sarno (rig.).

Foggia: Narciso 6, Angelo 9, Di Chiara 7, Agnelli 6, Loiacono 6, Gigliotti 6, Arcidiacono 6 (42’ p.t. Micale 6), Vacca 6 (10’ s.t. Chiricò 7), Iemmello 6 (40’ s.t. Lanzaro s.v.), Sarno 6, Gerbo 6. A disp.:  Agostinone, Coletti, Quinto, Lodesani, Floriano, Riverola,  Lauriola, De Gennaro. All.: De Zerbi 6.5.

Lupa Castelli Romani: Gobbo Secco 6, Di Bella 5.5, Carta 6, Aquaro 5.5, Prutsch 5.5 (40’  s.t. Rossetti s.v.), Anderson 6, Ricamato 6, Maiorano 6, Gurma 6.5, Scicchitano 5.5 (29’ s.t. Kosovan 5), Morbidelli 6 (25’ s.t. Roberti 5.5). A disp.: Tassi, Falasca, Proietti, Sporkslede. All. Palazzi 6.

Arbitro: Andrea Capone di Palermo 4.
1°Ass.:   Luca Bianchini di Cesena 4.
2°Ass.:   Giuseppe Mansi di Nocera Inferiore 4.

Note: cielo nuvoloso. Terreno in ottime condizioni. Spettatori 8.000 circa. Ammoniti: Gerbo, Vacca (F), Di Bella, Gobbo Secco, Carta (LCR). Espulso Narciso  41’ p.t. per fallo da ultimo uomo e Gobbo Secco 46’ s.t. per fallo da ultimo uomo. Angoli: 11  – 1  per il Foggia. Recuperi: 4’ e  4’.

Nella foto il gol di Chiricò del 3-1

 

 




 
11/09/2021 - Brutto ko del Foggia ad opera della Turris (0-2) - Passo indietro...
10/09/2021 - In Foggia - Turris non ci sarà Ferrante - Problema muscolare per...
08/09/2021 - Petermann: Possiamo far ancora meglio ... - Che emozione poter...
05/09/2021 - E' tornata Zemanlandia: 4-1 al Potenza - Intensa, convincente e...
04/09/2021 - Zeman, sul momento rossonero e l'arrivo di Kragl - Analisi del...
02/09/2021 - Michele Rocca: siamo a buon punto - Nonostante i tanti nuovi arrivi e...
31/08/2021 - Last minute: Di Grazia è rossonero - L'esterno catanese va a...
31/08/2021 - Curcio, prolungamento del contratto di un anno - La società e il...
28/08/2021 - Foggia, esordio così così - I rossoneri, poco incisivi, non riescono...
27/08/2021 - Mr Zeman ... in attesa del Monterosi - Il tecnico boemo fa il punto...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by