Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

La Terra dei due Soli


di Emy Dell'Aquila

                La terra e i due Soli

Cari amici,

riprendiamo il nostro viaggio nei mille misteri che  circondano il pianeta terra. Sapete che nei prossimi mesi potrebbe verificarsi ciò che per tutta la comunità scientifica è già una certezza? Betelgeuse, che è la seconda stella più luminosa della costellazione di Orione, perderà costantemente di massa fino a trasformarsi in una supernova, un evento a dir poco eccezionale nella storia dell'umanità e al tempo stesso altamente spettacolare. Betelgeuse comparirà dalla Terra come un secondo sole, e invaderà il nostro pianeta con una spaventosa  tempesta di neutrini (si prevede senza alcuna conseguenza).Il nuovo sole splenderà in cielo per almeno due settimane rimanendo visibile sia di giorno, sia di notte. Attualmente Betelgeuse è una supergigante rossa, ovvero una stella in una fase già piuttosto avanzata della sua evoluzione, e vanta una luminosità ben 135mila volte superiore a quella del nostro Sole e una massa pari a 20 volte quella della nostra stella. Successivamente la stella potrebbe anche trasformarsi in un buco nero, ma al momento non esistono previsioni attendibili su questa eventualità. Ebbene cari amici, se dovesse verificarsi questo evento potremmo dare credito alla profezia Hopi, che annunciava l'avvento della nuova era in maniera decisamente verosimile : «Quando il Purificatore arriverà lo vedremo prima come una piccola Stella Rossa che verrà molto vicina e siederà nei nostri cieli a guardarci. Ci osserverà per vedere come abbiamo ricordato gli insegnamenti sacri. Questo Purificatore ci mostrerà molti segni miracolosi nei nostri cieli. In questo modo sapremo che il Creatore non è un sogno. Anche coloro che non sentono il loro collegamento con lo Spirito potranno vedere il volto del creatore nel cielo. Le cose invisibili si faranno sentire molto forte». Beh, vorrà dire che guarderemo con più attenzione il cielo. Una cosa è certa amici, il sole sta mutando. I laboratori di tutto il mondo certificano che qualcosa di potenzialmente dannoso sta accadendo nelle profondità del nucleo del sole: Particelle mai viste prima, con una forza misteriosa, vengono sparate fuori colpendo la terra. Questo flusso di particelle sta modificando il tasso di decadimento della radioattività, prima considerato una costante ma sul quale adesso si verifica una variabilità preoccupante. Qualcosa che viene emesso dal sole sta interagendo con la materia in modi strani e sconosciuti ed ha la sorprendente potenzialità di cambiare enormemente la natura della Terra stessa. Quel che esattamente sta innervosendo gli scienziati è il fatto che il tasso naturale di decadimento radioattivo delle particelle atomiche è stato sempre prevedibile. I valori non sono mai  cambiati o almeno non lo hanno mai fatto in passato. Data una certa evidenza sul fatto che il decadimento radioattivo può essere significativamente influenzato da un effetto solare sconosciuto, la più parte della scienza è sottosopra. Si continueranno a vagliare nei prossimi mesi tutte le ipotesi di questo cambiamento, con la speranza che il problema possa rientrare con lo stabilizzarsi dei parametri di decadimento. In tutto questo dire, cari amici una cosa è certa, la crosta terrestre si sta spezzando e se andrà avanti così la geologia della terra cambierà. Questo straordinario allarme è stato lanciato dall'insigne sismologo Gheorghe Marmureanu, che ha studiato la serie di terremoti rilevati nell'arcipelago Indonesiano. Quella parte del globo avrebbe dovuto essere interessata da forti terremoti ogni 500 anni e invece abbiamo avuto un terremoto dopo l'altro tutti superiori all'8 grado di magnitudo. Inoltre l'ultimo terremoto in Indonesia avrebbe dovuto provocare un'altra piccola scossa in ASIA, ma questa scossa di grado inferiore si è avuta in Messico. La terra è stata scossa da ben 39 terremoti apparsi in tutto il globo. "Tutto questo", conclude il sismologo, "non è assolutamente normale, ci sono terremoti troppo forti con corrispondenze sconosciute tra di essi!". La serie di terremoti rilevati negli ultimi anni non hanno precedenti nella geologia terrestre così come la conosciamo. Il terremoto indonesiano ci fa capire che la crosta terrestre sta subendo nuove gravi fratture. E' possibile la creazione di una nuova mappa della geologia terrestre che porta a scenari impossibili da prevedere. Si pensi agli ultimi rilevamenti  8.6 e 8.2 sulla scala Richter, che hanno scosso l’Indonesia mesi fa, uniti e fortissimi a distanza di poche ore nel Messico (7, 6.9 e 6.2 sulla scala Richter). Poi altri due terremoti minori si sono verificati in Romania, magnitudo 3.5 sotto il ripiano del Mar Nero. Il Dott. Marmureanu ritiene che l'aggravarsi di questa situazione può portare ad una ramificazione degli eventi sismici, tale da poter far collassare l'assetto geologico terrestre anche in poche ore. Tutto questo può anche non verificarsi, ( basta pensare alla profezia dei Maya), ma certe cose è meglio saperle, se non altro come cultura. Alla prossima.

Emy Dell’aquila

 




non ci sono commenti


 
22/06/2022 - Vedere nel futuro -
28/05/2022 - VIAGGIARE NEL TEMPO -
26/04/2022 - Viaggi impossibili -
28/03/2022 - La telepatia è difficile da controllare -
02/03/2022 - Gerard Croiset Sensitivo -
08/02/2022 - Nssuno possiede la facoltà PK -
09/01/2022 - Percezioni extrasensoriale, ), PK e SP -
17/12/2021 - viaggio nella rabdomanzia -
07/11/2021 - Rosemary Brown, di Londra -
22/10/2021 - Scrittura automatica -
23/09/2021 - MEDIUM FISICI E MENTALI -
01/09/2021 - I POTERI MEDIATICI -
01/08/2021 - Viaggio nella magia…le streghe -
27/06/2021 - Il segreto degli alchimisti -
30/05/2021 - IL VOODOO! -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by