Stampa la Notizia

   

Un Nobile pari a Potenza: 1-1
Il Foggia acciuffa il pari nella ripresa e nel finale due prodezze del portiere evitano la sconfitta

 

Potenza, 18 settembre 2022. 

Un Foggia dai due volti deve accontentarsi di un pari (1-1) ma, alla fine, chi dovrebbe recriminare maggiormente è il Potenza. Non solo per quanto fatto durante l’intero arco della gara ma anche per il numero di occasioni da rete a disposizione. I. Foggia deve ringraziare Nobile due ottimi interventi salva risultato entrambi al minuto 39 della ripresa. Il portiere rossonero ha prima evitato un gol praticamente fatto sul colpo di testa dell’ex Girasole. Poi ha neutralizzato, di piede, il penalty battuto da Belloni, evitando così un’altra sconfitta. In ogni caso, contro un Potenza non irresistibile, è stata perduta un’ulteriore possibilità di inanellare punti in classifica. La vetta è già lontana e all’orizzonte incombono gare sulla carta molto più impegnative. A cominciare dalla prossima, allo Zaccheria col Pescara. In queste condizioni non è facile fare previsioni su come andrà a finire. Bisogna sperare in un cambio di passo non solo dal punto di vista atletico ma anche tattico. Altrimenti sarà davvero dura. Boscaglia, nel suo 4-3-3 conferma la difesa e ne cambia uno a centrocampo (Chierico per Di Noia)  e l’intero reparto avanzato: (Nicolao, Ogunseye e Schenetti per Peralta, D’Ursi e Vuthaj). Il Foggia, dopo la vittoria sul Francavilla vorrebbe proseguire con un risultato positivo ma l’avvio di gara col Potenza si fa subito in salita. E’ l’ex Di Grazia il protagonista nell’azione del vantaggio dei padroni di casa. La sua fuga sulla sinistra è conclusa col preciso cross per Caturano (5’) ottimo nell’anticipare Di Pasquale e spingere così la palla in rete. Sotto di un gol la compagine ospite prova a portarsi nella metà campo avversa ma senza incidere. La manovra è lenta ed elaborata oltreché improduttiva ed inefficace. Al Potenza sta bene lasciare in mano l’iniziativa al confusionario Foggia e provare a colpire in contropiede.  In quest’ottica i due centrali rossoneri, in giornata poco positiva ci mettono del loro per concedere due occasioni a Del Sole il quale (22’) ruba palla a Di Pasquale e dopo aver percorso trenta metri in velocità, non riesce a sorprendere Nobile. L’attaccante del Potenza ci riprova poco più tardi (26’) grazie al gentile omaggio di Malomo ma anche stavolta la mira è imprecisa. Il Foggia non riesce a creare il minimo pericolo anche perché i reparti sono piuttosto scollati e diventa alquanto improbabile creare situazioni di pericolo. Nel finale di tempo Costa crossa sul secondo palo e Frigerio (43’) ci prova di prima intenzione ma la sfera attraversa l’area senza il tocco decisivo di un rossonero lì in agguato. Un minuto più tardi Leo, appostato al limite dell’area, ha la possibilità di battere a rete ma svirgola la palla e sfuma l’azione. Dopo 1’ di recupero si rientra negli spogliatoi con l’ennesima delusione di 45’ anonimi e con la consapevolezza di aver fatto poco o niente rispetto alle ambizioni di una squadra che intenderebbe puntare alle parti alte della classifica. Nella ripresa Boscaglia inserisce D’Ursi e Peralta al posto di Chierico e Nicolao, optando per il ritorno al 4-2-3-1. I cambi danno la svolta alla gara del Foggia. La maggior velocità d’azione e l’estro di D’Ursi e Peralta creano almeno qualche fastidio alla difesa rossoblu. Proprio D’Ursi (2’) si fa largo in area e costringe Gasparini a rifugiarsi in angolo. Poi al 5’ calcia alto da buona posizione. Il Potenza si fa vivo in avanti e potrebbe raddoppiare grazie alla sfortunata deviazione di Frigerio (10’) che nel tentativo di anticipo su Caturano rischia l’autorete. Per fortuna Nobile si salva, d’istinto. Intanto il Foggia spinge e Schenetti (15’) approfitta di un rimpallo favorevole per trafiggere Gasparini. L’1-1 fa salire il morale dei rossoneri che ora  credono nel sorpasso anche se devono rinunciare ad Odjer per infortunio. Ancora Schenetti (23’ e 24’), più vivo nelle azioni,  impegna seriamente Gasparini con due conclusioni dal limite dell’area. E’ ancora decisivo l’intervento del portiere di casa sul velenoso tiro di Costa (33’) a togliere la sfera dall’incrocio dei pali. Negli ultimi 10’ minuti la gara s’infiamma e le emozioni di susseguono. Prima Vuthaj (36’) sigla il gol del sorpasso ma è in posizione irregolare di offside. Dall’altra parte del campo Girasole (37’) di testa costringe Nobile ad una strepitosa parata. Sul prosieguo dell’azione Malomo tocca la sfera con un braccio e per il Sig. Pascarella ci sono gli estremi per assegnare la massima punizione. Alla battuta ci va Belloni (40’) e ancora Nobile, di piede respinge e Costa evita l’intervento risolutivo di Schimmenti. Finisce 1-1 con tanta sofferenza.

POTENZA-FOGGIA 1-1

POTENZA (4-3-3): Gasparini 7; Rillo 6, Matino 6, Girasole 6, Gyamfi 6; Steffé 6.5 (26’ st Laaribi 6), Talia 6.5, Del Pinto 6.5 (41’ st Legittimo sv); Del Sole 6.5 (26’ st Schimmenti 6), Caturano 6.5 (26’ st Belloni 5.5), Di Grazia 7 (34’ st  Volpe sv). In panchina: Alastra, Celesia, Emmausso, Sandri, Armini, Riccardi, Polito, Logoluso, Verrengia. Allenatore: De Giorgio (al posto dello squalificato Siviglia) 6.

FOGGIA (4-2-3-1): Nobile 7; Leo 5.5, Malomo 5, Di Pasquale 5, Costa 6.5; Chierico 5.5 (1’ st D’Ursi 6), Odjer 6.5 (16’ st Di Noia 6), Frigerio 6.5; Nicolao 5.5 (1’ st Peralta 6), Ogunseye 5.5 (28’ st Vuthaj 6), Schenetti 6.5. In panchina: Dalmasso, Garattoni, Papazov, Rotoli, Sciacca, Peschetola, Iacoponi, Tonin. All.: Boscaglia 6.

ARBITRO: Pascarella di Nocera Inferiore 6.

RETI: 5’ pt  Caturano, 15’ st Schenetti. 

NOTE: serata gradevole. Spettatori 3.358  (di cui almeno 700 ospiti). Ammoniti: Caturano, Ogunseye, Rillo, Malomo, Gasparini, Girasole. Angoli: 8-4 per il Foggia. Belloni al 39’ st ha fallito un calcio di rigore, Recupero: 1’, 3’.

Nella foto il gol di Schenetti

di Lino Mongiello

 

 

Il primo quotidiano di informazione on line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812