Stampa la Notizia

   

Tornano le Uova di Pasqua dell’AIL
tornano a colorare di speranza i sogni dei pazienti ematologici

 

Foggia, 30 marzo 2022.

  Nelle giornate dell'1, 2 e 3 Aprile le Uova di Pasqua dell’AIL tornano a colorare di speranza i sogni dei pazienti ematologici e quest'anno saranno ancora più riconoscibili, grazie ad un nuovo incarto, che racchiude l'impegno di sempre: donare un futuro ai sogni dei pazienti. Scegliendo di sostenerci con una donazione minima di 12 euro, potrai supportare la ricerca scientifica e l’assistenza ai malati e alle loro famiglie in tutta Italia.
Ogni anno 33 mila persone ricevono una diagnosi di tumore del sangue e anche il 2022 non è diverso, perché le leucemie i linfomi e il mieloma non vanno in lockdown.
"Grazie al sostegno e alla vicinanza dei nostri volontari e sostenitori della provincia di Foggia siamo riusciti a raggiungere molti traguardi e a dare delle risposte concrete ai pazienti ematologici bisognosi di attenzioni e interventi personalizzati. Il 2022 è iniziato con l'attivazione del servizio di Counselling dedicato ai bisogni "emotivi" di malati oncoematologici e caregivers. La nostra sede nelle scorse settimane è stata convertita in punto di raccolta di farmaci e beni di prima necessità da destinare alla popolazione ucraina e abbiamo sostenuto, con una erogazione di 10.000 euro il Progetto Nazionale 'Ail Emergenza Ucraina' per consentire ai pazienti ematologici ucraini, adulti e bambini, rimasti in patria di proseguire i trattamenti chemioterapici e le terapie mediche. Inoltre abbiamo attivato anche per i pazienti oncoematologici ucraini, giunti in Italia e in cura presso l'Ospedale di Casa Sollievo della Soffrenza, il Servizio di Pernottamento gratuito presso strutture convenzionate.
Ma sono ancora tante le sfide che ci attendono. Il percorso di Umanizzazione delle Cure richiede una maggiore centralità del paziente: i pazienti e le famiglie vogliono sentirsi parte attiva all'interno del processo di cura e Ail Foggia non può sottrarsi alle richieste di aiuto nella gestione delle problematiche quotidiane che giungono da malati e caregivers. Non bisogna mai dimenticare che il paziente è il primo interlocutore della malattia"- dichiara il Dr.Celestino Ferrandina Presidente di AilFoggia ed Ematologo.

di Gerardo Leone

 

 

Il primo quotidiano di informazione on line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812