Stampa la Notizia

   

Fondi Ue, puntare su diversificazione
I comuni della provincia ionica in formazione con Europe Direct Taranto

 

Foggia, 29 novembre 2021.

«Diversificazione dell’economia e riqualificazione dei lavoratori». Sono i due punti chiave sui quali dovranno basarsi i progetti che l’Italia presenterà alla Commissione Europea per accedere ai fondi previsti dal Just Transition Fund, il nuovo fondo europeo che lo Stato italiano ha deciso di destinare esclusivamente ai territori di Taranto e del Sulcis. È stata Eleonora Fiorello, Programme Assistant della DG REGIO alla Commissione Europea, a spiegare ai sindaci e ai dirigenti comunali riuniti nell’evento organizzato a Taranto da EUROPE DIRECT: «Per l’Italia – ha spiegato Fiorello - è previsto un finanziamento di circa 1 miliardo di euro che saranno investiti tra i territori di Taranto e Sulcis. Il regolamento del Just Transition Fund prevede un elenco di azioni che possono essere finanziate ovviamente seguendo l’obiettivo specifico della transizione ecologica e digitale e si concentra principalmente su diversificazione economica dei territori e riqualificazione dei lavoratori». La giornata di formazione, intitolata «Programmazione europea 2021 –
2027 e PNRR: le opportunità per gli enti locali», mirava a chiarire quali opportunità l'Europa ha messo in campo in questo contesto storico per lo sviluppo socio-economico dei territori grazie alle risorse previste dall’Unione Europea
fino al 2027. «Al momento – ha aggiunto Fiorello - siamo nella fase in cui, chiusi i lavori della consulenza per enti nazionali e locali, si dovrà redigere e presentare il programma nazionale e i piani per i due territori: ci aspettiamo di
vedere, un percorso di transizione chiaro che abbia impatto effetti locali e quali azioni si intendono intraprendere per mitigare la transizione. Taranto è stato identificato per la presenza dell’acciaieria e altre realtà industriali:
probabilmente in questo momento il fatto che le autorità italiane siano ancora in fase di elaborazione di questi documenti tecnici da inviare alla commissione è legato della definizione di una nuova strategia economico produttiva
dell’acciaieria che è in corso di definizione».
«Europe Direct Taranto – ha commentato Annachiara Stefanucci, responsabile del Centro – vuole fornire supporto agli enti locali: informazione, formazione, ma vogliamo anche dialogare coi territori per essere collegamento con la
Commissione Europea. Con questa prima giornata abbiamo lanciato Eu Academy, un ciclo di sessioni formative che proseguiranno nel 2022. Vogliamo informare tutta la cittadinanza sulle opportunità offerte dall'UE ed è per questo che
cercheremo di creare nei territori dei piccoli sportelli e organizzeremo futuri incontri per attività di progettazione e coprogettazione».
Adelaide Mozzi, Consigliera per la governance economica della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, ha voluto sottolineare la complementarietà delle risorse previste dal NextGeneration Eu e il quadro finanziario pluriennale ricorda il ruolo fondamentale degli enti locali come protagonisti assoluti dell’attuazione di progetti e interventi sui territori».
All’evento hanno partecipato anche Silvio Busico, direttore generale di Programma Sviluppo, il parlamentare PD Ubaldo Pagano che ha ribadito la necessità di assumere professionisti nelle pubbliche amministrazioni in grado di
«spendere i soldi di questo nuovo piano Marshall e di affrontare la progettazione esecutiva», e all’assessore regionale allo Sviluppo Economico Alessandro Delli Noci che ha evidenziato l’importanza di cogliere l'opportunità di
finanziamento del Pnrr, senza mettere da parte la politica di coesione e gli altri fondi europei che sono comunque somme importanti che possono fare la differenza per i territori: «la collaborazione fra pubblico e privato – ha detto Delli Noci – è la sfida da vincere».
La chiusura dei lavori è stata affidata ad Antonio Decaro, presidente dell’Associazione nazionale dei comuni italiani che ha rilanciato le necessità impellenti degli enti per affrontare questa grande occasione: «Per attuare il Pnrr – ha detto Decaro – servono semplificazioni: le amministrazioni comunali devono poter assumere personale e il Governo nei prossimi giorni deve fornire delle risposte. È un'occasione unica per fare dell'Italia un Paese migliore e più giusto di
quello precedente alla pandemia».

di Francesco Casula

 

 

Il primo quotidiano di informazione on line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812