Stampa la Notizia

   

La pianta di Afrodite

 

                                  La pianta di Afrodite

 

Cari amici e amiche,

secondo la mitologia greca, Minta, la bella figlia di Cocito, il fiume infernale, alimentato continuamente dalle lacrime dei dannati, viene amata da Ades (Plutone per i Romani) suscitando la gelosia di Persefone (Proserpina per i Latini). La ninfa per volere di Persefone è trasformata nella pianta dal profumo coinvolgente e dal colore bianco e rosa. La menta, specie quella raccolta durante il Solstizio estivo, si racconta che venisse utilizzata i tutti i filtri d’amore. Nel Basso Impero cresceva rigogliosa ai piedi della statua di Afrodite ed Eros nei giardini delle ville romane. Un tempo, si credeva che chi si bagnava gli occhi con l’acqua dei corsi presso i quali cresceva la menta potesse vedere l’amato/a anche se era lontano.

Che dire. Provare non costa nulla.

 

Emy Dell’Aquila

di Giusy Carbonaro

 

 

Il primo quotidiano di informazione on line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812