Stampa la Notizia

   

Urla e gemiti dentro i pozzi di Grattarolo

 

Cari amici e amiche,

più che un castello quello di Gattarolo, luogo sito sulla strada tra Cremona e Parma, è una fortificazione cinquecentesca poi divenuta convento francescano. All’interno, due pozzi profondi in fondo ai quali si trovano lame appuntite da far presupporre che originariamente si trattasse di sistemi per far sparire i nemici in modo atroce. La leggenda narra di fanciulle immolate dopo giochi erotici nel castello dai signorotti di turno, nonché di sfide macabre con persone destinate poi a sparire in orrendi trabocchetti. Da qui la testimonianza di un soldato austriaco che all’epoca dichiarò di aver udito di notte urla e gemiti provenire dal fondo dei pozzi. Da brividi, vero?

 

Buone feste

 

Emy Dell’Aquila

di Emy Dell'Aquila

 

 

Il primo quotidiano di informazione on line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812