Stampa la Notizia

   

MANFREDONIA-TARANTO-2-2
ottimo Manfredonia pareggia con il più quotato Taranto, con tanto di rammarico

 

Manfredonia, 3 dicembre 2017.

Un bellissimo Manfredonia sfodera una signora prestazione conquistando un pari contro il più quotato Taranto. I sipontini hanno dovuto rimontare due volte gli ospiti e possono recriminare per non aver sfruttato in pieno il loro momento migliore a inizio ripresa, oltre che per un gol annullato ingiustamente.
Il Manfredonia arrivava al difficile match al termine di una settimana molto movimentata: da una parte la decisione del giudice sportivo che ha inflitto lo 0-3 a tavolino nella famosa querelle Gravina, dall’altra la movimentazione all’interno della rosa, con le numerose partenze compensate, al momento, dagli importantissimi arrivi di La Porta e Romito. E soprattutto La Porta risulterà decisivo, sia per il gioco che per il risultato.
Pronti via e il Manfredonia subisce un vero e proprio colpo di maglia: un innocuo lancio in profondità degli ospiti trova i difensori di casa lenti ma soprattutto un’uscita errata del giovane portiere Grasso che, anziché spazzare lateralmente, calcia addosso ad Aleksic che con un po’ di fortuna ammortizza il pallone e calcia a porta ormai vuota per il fulmineo vantaggio ospite.
Il Manfredonia ha il merito di non crollare. Se nel primo tempo sono ancora gli ospiti a creare pericoli, in particolare Corso al 21’ che si fa respingere una conclusione ravvicinata da Grasso, nella ripresa sono i padroni di casa a fare la voce grossa.
Ed è proprio La Porta, lanciato subito titolare da Baratto, a prendere in mano l’attacco sipontino. Al 5’ della ripresa l’attaccante sfiora il pari con un tiro in precario equilibrio, dopo un acrobatico stop, respinto dal portiere ospite Pellegrino.
Lo stesso La Porta firma il primo pari, al 6’, su calcio di rigore, spiazzando Pellegrino.
E’ il momento migliore del Manfredonia, che trova il meritatissimo pari. Le cose si mettono anche meglio all’8’, con la stupida espulsione per comportamento violento di Palumbo che lascia il Taranto in 10.
Il Manfredonia è padrone del campo, e sfiora il vantaggio in due occasioni con Amendola e La Forgia. Ma il Dio del calcio è crudele e al 17’, alla prima sortita offensiva della ripresa, il Taranto si conquista un calcio di punizione da posizione defilata che Crucitti trasforma in oro nonostante la deviazione di Grasso.
Baratto getta Romito nella mischia. Al 20’ grandi proteste per un gol annullato ingiustamente al Manfredonia per un fuorigioco inesistente.
La Porta ci prova al 26’ ma la sua conclusione al volo è debole. Il Manfredonia non ci sta a subire una sconfitta immeritata e ci prova in tutti i modi. E i suoi sforzi vengono premiati al 46’ con un preciso colpo di testa di De Giosa su cross di Rinaldi che fa esplodere il Miramare.
In classifica il Manfredonia aggancia il Molfetta al terzultimo posto, ma il calendario è tremendo perché prevede la difficile trasferta sulla lanciatissima Cavese che ha appena agguantato il primo posto in classifica.

MANFREDONIA – TARANTO – 2 – 2

RETI¬: 2’pt Aleksic (T); 7’st La Porta rig. (M); 17’st Crucitti (T); 46’st De Giosa (M).

MANFREDONIA (4-3-3): Grasso; Vatiero (37’st Genchi), Russo, De Giosa, Esposito (28’st Rinaldi); Joof, Martino (39’st Granatiero), Poziello (18’st Romito); Amendola (28’st Quitadamo), La Porta, La Forgia. (Simone, Mazzei, Stoppiello, Ese). Allenatore: Baratto.

TARANTO (4-3-1-2): Pellegrino; Bilotta, Rosania, D’Aiello, Li Gotti; Corso, Galdean, Palumbo; Crucitti; Pera (39’st Favetta), Aleksic (11’st Ancora). (Spataro, Milizia, Giannotta, Lorefice, Miale, Boccadamo, Capua). Allenatore: Cazzarò.

ARBITRO: Tremolada di Monza (Belsanti di Bari – Pintaudi di Pesaro).

NOTE: Ammoniti: Esposito, De Giosa, La Forgia e Granatiero (M); Pellegrino e Corso (T). Espulso Palumbo (T) all’8’st per comportamento violento. Angoli: 5-1. Recuperi: 0’pt;4’st.


di Salvatore Melcarne

 

 

Il primo quotidiano di informazione on line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812