Stampa la Notizia

   

3-1 alla Cremonese e Super Coppa alla ... portata
Succede tutto nella ripresa. Al vantaggio di Brighenti risponde bomber Mazzeo: tripletta

 

Foggia, 20 maggio 2017.

Missione compiuta. In rimonta il Foggia supera la Cremonese (3-1) allo Zaccheria e “vede” la Super Coppa di Lega Prò. Sabato prossimo nella città della Laguna i satanelli  avranno a disposizione due risultati su tre per portare a casa il trofeo di regina della categoria. Eppure le cose s’erano messe male per la compagine di Mister Stroppa. Poco propositiva nella prima frazione anche perché il centrocampo dei lombardi si faceva preferire per quantità e qualità. Il Foggia ha dato l’impressione di essere già con la testa alle vacanze dopo la meritata promozione e il tourbillon di festeggiamenti che dura da quasi un mese. Giustificazione a parte, il piccolo trotto visto nella prima parte di gara, dove le due squadre si sono praticamente annullate. Poche le azioni da gioco degne di nota e  l’unica vera palla gol l’ha divorata Mazzeo (31’) quando non è riuscito a sfruttare uno dei pochi palloni giocati in modo preciso da capitan Agnelli. E’ stato l’unico errore del bomber nei 90’ e passa giocati. Il torpore dei primi 45’  s’è trasformato in un crescendo trionfale per i rossoneri, nella ripresa. In particolare dopo lo svantaggio subìto ad opera di Brighenti (4’) abile nel ribattere in rete dopo la prima respinta di Guarna. Da quel momento in poi il Foggia è salito di tono, mostrando rabbia agonistica e voglia di vincere. E’ stato bomber Mazzeo a ribaltare la situazione con la tripletta personale che ha steso la combattiva Cremonese, mai doma e vogliosa di sgambettare i padroni di casa. Subito dopo il gol ospite, ci ha pensato Di Piazza (6’) a riportare l’equilibrio nel risultato, “procurandosi” un calcio di rigore che lo specialista Fabio Mazzeo (7’), con precisione, ha trasformato. Il Foggia ha continuato a spingere come un forsennato sull’acceleratore ed ha sciupato una ghiotta occasione con Di Piazza (14’) che, di testa, ha mancato il bersaglio a porta vuota, non sfruttando il prezioso assist di Agazzi. Dopo alcuni tentativi risultati improduttivi (Sarno, 21’) il Foggia ha ottenuto un secondo penalty per il netto atterramento di Rubin (22’) ad opera di un difensore grigiorosso. Nessun dubbio per il Sig. Fiorini e Mazzeo, dal dischetto, ha fatto il bis. Sul 2-1 il Foggia è stato costretto a giocare i ltutto per tutto. Infatti, il risultato fin li acquisito avrebbe favorito il Venezia, anche in caso di pari, nell’ultima gara. Mister Stroppa ha inserito forze fresche. Dunque, in ordine, dentro Deli, Chiricò  e Sainz-Maza per gli stanchi Agnelli, Sarno e Di Piazza. Le mosse del tecnico rossonero si riveleranno azzeccate. La vivacità di Deli, le “serpentine” di Chiricò e l’imprevedibilità di Sainz-Maza metteranno scompiglio nella difesa degli ospiti. Che ripetutamente rischia la capitolazione e costringe Bastrini (31’) al fallo che gli costa il secondo giallo e la conseguente espulsione. In 11 contro 10 il Foggia raccoglie tutte le residue risorse fisiche e costringe la Cremonese a stazionare quasi esclusivamente nella propria metà campo. Deli (32’) su calcio di punizione impegna seriamente Ravaglia. Poi Chiricò (39’) impegna ancora il portiere ospite, bravo anche ad opporsi alla magia di Sainz-Maza (40’) ancora su calcio da fermo. Il Foggia non ci sta e non si rassegna al 2-1. Ed ecco che, nell’ultimo dei 4’ di recupero concessi dal direttore di gara, giunge il meritato terzo gol. Sainz-Maza s’invola sulla sinistra e crossa basso per l’accorrente Mazzeo. La posizione del bomber è abbastanza defilata ma la zampata è di quelle da “campione” e infila la palla tra palo e portiere, nell’unico varco possibile. Lo Zaccheria esplode di gioia e canta, inneggiando ai propri beniamini. La festa è finita ? No, tutt’altro. Si va a Venezia per scrivere la parola fine su un’annata trionfale che potrebbe portare a casa anche la Super Coppa. Forza ragazzi, provateci.

FOGGIA - CREMONESE  3 – 1

Marcatori:  4‘ s.t. Brighenti, 7’ Mazzeo (r.) 24’ Mazzeo (r.) e 48’ Mazzeo.

Foggia: Guarna 6.5, Rubin 6.5, Gerbo 7,  Martinelli 7, Figliomeni 6.5,  Vacca 7, Agazzi 7, Agnelli  6 (19’ s.t. Deli 6.5), Mazzeo 8, Sarno 6 (34’ s.t. Chiricò 6.5), Di Piazza 6 (38’ s.t. Sainz-Maza 6.5). A disp.: Tucci, Sanchez, Angelo, Loiacono, Sicurella, Dinielli, Pompilio, Coletti, Pertosa. All.: Stroppa 7.

Cremonese: Ravaglia 6.5, Procopio 5.5, Cavion 5.5, Brighenti 6, Maiorino 6 (32’ s.t. Lucchini 5.5), Marconi 5.5, Talamo 5.5 (29’ s.t. Scarsella 5.5), Porcari 5, Ferretti 5 (24’ s.t. Salviato 5), Bastrini 4, Redolfi 5.5. A disp.: Galli, Belinghieri, Stanghellini, Moro, Pesce, Scappini, Perrulli, Canini. All.: Tesser 5.5.

Arbitro: Vincenzo Fiorini di Frosinone;
1°  Ass.:  Felice Sante Marinenza de l’Aquila;
2° Ass.: Francesca Di Monte di Chieti.

Note: Serata gradevole. Terreno in buone condizioni. Spettatori 8.000 circa. Ammoniti: Agnelli  (F)  Ferretti, Marconi (C). Espulso al 31’ s.t. Bastrini per doppia ammonizione. Angoli: 6 – 4 per il Foggia. Recuperi:  0’ e  4’.

Nella foto il primo gol di Mazzeo

di Lino Mongiello

 

 

Il primo quotidiano di informazione on line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812