Stampa la Notizia

   

Giordano in Jazz”: esordio vincente
il format culturale di Foggia Estate, che ha registrato il tutto esaurito.

 

Foggia, 17 luglio 2015.

Un evento di altissimo livello culturale, che ha riscontrato uno straordinario successo di pubblico e di critica riallacciando l’antico e profondo legame tra Foggia e la musica. Il “Giordano in Jazz”, il format culturale ideato dall’Amministrazione Comunale nell’ambito di “Foggia Estate”, tira le somme della prima edizione che ha portato in Piazza Cesare Battisti Kenny Garrett, Jarrod Lawson e Antonio Sanchez, tre grandissimi nomi del jazz mondiale, in collaborazione con il Moody Jazz Cafè.

«I foggiani sono innamorati del jazz e questa è stata l’ennesima conferma – dichiara il Sindaco di Foggia, Franco Landella –. Vedere nell’occasione dei tre concerti la piazza gremita è stato un bellissimo regalo che la città ha fatto a se stessa, ai turisti e ai cultori della grande musica jazz. L’evento è stato anche l’occasione ideale per ospitare visitatori che grazie al cartellone dell’evento hanno potuto scoprire la città e alcune sue aree, molto suggestive». Come Piazza Battisti, che si è rivelata una location perfetta per questo genere di iniziative, come ha evidenziato qualche sera fa dal palco di “Giordano in jazz” anche il noto artista Gegè Telesforo.

Neanche il tempo di rifiatare, e già ci si è messi al lavoro per la sessione invernale del format: «L’hanno definita una scommessa vinta. Ebbene sì; abbiamo dimostrato che quando gli eventi culturali sono di assoluto livello, la città risponde con entusiasmo - aggiunge Anna Paola Giuliani, assessore alla Cultura del Comune di Foggia -. Sta a noi, adesso, ripagare questa fiducia e organizzare la sessione invernale del “Giordano in jazz” nell'atmosfera magica del rientro dei foggiani, a cui il Comune darà il bentornato con degli appuntamenti e delle sorprese imperdibili».

La sperimentazione del videomapping, il caleidoscopio di luci e colori e quel suono magico dello Steinway del Teatro Giordano hanno fatto da corollario alle performance musicali: «E’ stato un grande lavoro di staff, in cui ogni particolare è stato curato nei minimi dettagli, per dare il giusto risalto alle doti canore e musicale dei tre grandi artisti – conferma Carlo Dicesare, dirigente alla Cultura del Comune di Foggia e responsabile delle attività previste e realizzate nell’ambito del Teatro 2.0 -. Ma volevamo andare oltre, e grazie all’attenta gestione dei social media, attraverso l’hashtag #iogiordano, ci siamo riusciti, raggiungendo ovunque nel mondo i nostri concittadini e i cultori del grande jazz. Ora, come ho chiesto già dal palco, l’auspicio è che la città segua e spinga anche emotivamente il prosieguo del nostro lavoro, per alimentare il nostro entusiasmo e la voglia di fare sempre meglio».

di Redazione

 

 

Il primo quotidiano di informazione on line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812