Stampa la Notizia

   

Primi dieci anni del D.A.Re in Capitanata
ùUn'esperienza di cui la Provincia di Foggia deve andare orgogliosa.

 

Foggia, 11 settembre 2014.

«Quando dieci anni fa abbiamo intrapreso questa sfida, detto in tutta sincerità nessuno di noi pensava che avremmo raggiunto questi obiettivi. Naturalmente non mancavano speranza e coraggio, ma che il D.A.Re. sarebbe diventata una delle realtà progettuali più importanti d'Italia davvero non potevamo immaginarlo. Invece è avvenuto l'insospettabile, e adesso siamo qui a celebrare questi primi dieci anni di attività ma soprattutto a ipotizzare i prossimi dieci, venti... Insomma il futuro». Con queste parole, non prive di commozione, il presidente del D.A.Re. prof. Gianluca Nardone ha introdotto il convegno nazionale
“Cluster tecnologici, lo stato dell'arte e prospettive future”, svoltosi martedì 9 settembre presso la biblioteca provinciale La Magna Capitana di Foggia.
Incassata l'onoreficienza di miglior distretto agroalimentare dell'intero Mezzogiorno (secondo in Italia), stando soprattutto alla qualità dei progetti promossi e alla quantità di finanziamenti ricevuti nei suoi primi anni di vita, durante questo riuscito convegno il D.A.Re. ha tracciato un primo bilancio della propria attività di intermediazione tra ricerca e aziende, tra sperimentazione e applicazione industriale, sostanzialmente tra sogno e realtà. Proprio per questo, mutuando in inglese l'acronimo che dà il nome al Distretto (ovvero “to dare”) la capacità di incidere di una realtà molto giovane come quella
del D.A.Re. si specchia fatalmente nella traduzione letterale dello stesso verbo: “osare”. Una occasione, quella del convegno sui Cluster, anche per chiamare a raccolta i protagonisti del D.A.Re., dai collaboratori ai soci fondatori, dalle aziende che lo hanno sostenuto alla forza lavoro che in questi anni ne ha rappresentato il vero valore aggiunto.
Assenti per sopraggiunti impegni il dott. Fabrizio Cobis (Responsabile Autorità di Gestione PON “Ricerca e Competitività” 2007-2013 - DG per il Coordinamento e lo Sviluppo della Ricerca - Ufficio VII) e la dott.ssa Loredana Capone (assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, suo l'annuncio di un investimento da oltre 30 milioni di euro da parte della Regione Puglia in materia di Cluster tecnologici) che tuttavia sono intervenuti via Skype complimentandosi per la realtà progettuale che risiede nel D.A.Re., il convegno è stato introdotto dal sindaco di Foggia dott. Franco Landella che ha dichiarato con convinzione «questo Distretto ha dimostrato che molte volte gli aiuti di Stato sono soltanto un alibi, chi ha talento i soldi se li guadagna con le idee e coi progetti». Difatti il D.A.Re. da molti anni rappresenta un ente autonomo a tutti gli effetti,
capace di vivere e di programmare il proprio futuro unicamente attraverso i finanziamenti derivanti dai progetti presentati e autorizzati: da qui il riferimento inevitabile ai 5 PON “Ricerca e Competitività” 2007-2013 che complessivamente sono valsi al D.A.Re. oltre 35 milioni di euro. «Tra tutte le esperienze avviate in questi anni come Università di Foggia – ha quindi proseguito il Prorettore Vicario dell'Ateneo dauno, prof.ssa Milena Sinigaglia – quella del D.A.Re. va senza dubbio annoverata tra quelle meglio riuscite, sia per la capacità di sopravvivere all'investimento iniziale da parte degli enti pubblici
sia per la continua ricerca di innovazione e avanguardia. Mi lega al D.A.Re. un affetto sincero, ma soprattutto mi lega la speranza che molte altre realtà, pubbliche e private che siano, possano prendere in qualche maniera spunto da un laboratorio di idee e progetti che abbiamo il dovere di proteggere dal punto di vista scientifico e umano».

di Redazione

 

 

Il primo quotidiano di informazione on line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812