Stampa la Notizia

   

CONTINUA L’INCUBO “MIRAMARE”.
I sipontini, due volte in vantaggio, perdono 3-4 e collezionano l’ennesimo stop interno

 

Manfredonia, 17 marzo 2014.

Ormai il Miramare è diventato terra di conquista per chiunque. Il Manfredonia colleziona, contro la Turris, il quarto ko interno consecutivo. In pratica tutte le partite del 2014 giocate tra le mura amiche. Il successo casalingo manca ormai dall’8 dicembre. La partita, terminata con un rocambolesco 3-4, ha evidenziato i soliti problemi difensivi e di carattere dei sipontini. In classifica il gap dalla zona playout si è ora ridotto ad un misero punto e la situazione ambientale si fa sempre più pesante.
E dire che il match è iniziato benissimo per i padroni di casa, che passano in vantaggio con un eurogol del giovane Palumbo che beffa il portiere ospite Liccardo con un tiro magistrale dopo appena 3’.
Ma che gli attaccanti ospiti avranno vita facile lo si capisce all’11’ con Bisogno che colpisce la traversa con un colpo di prestigio.
Il primo pari ospite arriva al 26’ con Iovinella, con la difesa di casa incapace di allontanare il pallone dalla propria area e il grave errore di Maggi, che si fa trafiggere da una conclusione non irresistibile sul primo palo.
I sipontini ritornano in vantaggio al 28’ con una punizione di D‘Ambrosio con la complicità di Liccardo che si fa beffare sul palo che doveva coprire.
Neanche il tempo di festeggiare che al 30’ gli ospiti pareggiano nuovamente con Croce, marcato malissimo da Monti e lasciato libero nella preparazione di una bella semirovesciata che si insacca alle spalle di Maggi.
La Porta va vicino al nuovo vantaggio con un tiro a fil di palo meno di un minuto dopo.
Tuttavia è la Turris, al 38’, a passare in vantaggio con Iovinella che realizza una doppietta segnando di testa e ringraziando ancora una volta gli avversari per la troppa libertà concessagli in area.
Il match si compromette definitivamente al 42’ con l’espulsione per doppio giallo di Cuomo per uno stupido fallo scomposto ai danni di un avversario.
La ripresa è meno scoppiettante del primo tempo e non potrebbe essere altrimenti: gli ospiti, in vantaggio di gol e di uomini, si limitano a gestire il possesso, tentando qualche sortita offensiva di tanto in tanto.
Sortita offensiva che va a segno al 77’ con Croce che mette a segno la seconda doppietta degli ospiti e soprattutto spazza via le residue chance dei padroni di casa di agguantare un miracoloso pari.
La Porta accorcia le distanze all’86’ ma ormai è troppo tardi e, come contro il Mariano Keller, i tifosi contestano duramente la squadra.
E domenica il calendario prevede il difficile derby in casa del Brindisi.

MANFREDONIA – TURRIS – 3 – 4

RETI: 3’pt Palumbo (M); 26’pt Iovinella (T); 28’pt D’Ambrosio (M); 30’pt Croce (T); 38’pt Iovinella (T); 32’st Croce (T); 41’st La Porta (M).

MANFREDONIA (4-3-3): Maggi; Palumbo (26’st Casciani), Monti, Cuomo, Esposito; Romito, D’Ambrosio (1’st Portosi), Gentile; Compierchio (43’pt Corbo), La Porta, Coccia. (De Gennaro, Terminello, Rinaldi, Scarano, Stoppiello, De Rita). Allenatore: Francesco Cinque.

TURRIS (3-5-2): Liccardo; Iovinella, Mannone, Allocca (34’st De Carlo); Lucchese, Bisogno, Sibilli, Manzo, Morabito; Grezio (23’st Moxedano), Croce (37’st Lacheheb). (Borrelli, Postorino, Cortese, Mansour, Scognamiglio). Allenatore: Andrea Pensabene.

ARBITRO: Mario Vigile di Cosenza (Sciammarella di Paola – Catalano di Rossano).

AMMONITI: Cuomo, Monti e Gentile (M); Allocca e Manzo (T).
ESPULSI: Cuomo (M) al 42’pt per doppia ammonizione.
NOTE: Angoli: 0-6. Recupero: 3’pt,3’st.

di Salvatore Melcarne

 

 

Il primo quotidiano di informazione on line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812