Stampa la Notizia

   

Sonora sconfitta interna del Manfredonia
I sipontini subiscono il pesante ko (1-4) dal forte Taranto. Di Palazzo il gol della bandiera

 

Manfredonia, 8 settembre 2013. Pessima prestazione del Manfredonia alla prima casalinga contro il Taranto, serio candidato alla promozione in serie C. Disfatta su tutti i fronti per gli uomini di Cinque che chiudono un disastroso primo tempo sotto di 3 reti, salvo migliorare nella ripresa con alcuni cambi quando ormai è troppo tardi per sistemare le cose.
I padroni di casa devono fare a meno di capitan Romito. In difesa Cuomo esordisce dal primo minuto.
L’incontro si decide nei primi 45’. Un’occasione di Pollidori di testa al 13’ illude i tifosi, che vedranno capitolare la propria squadra ben 3 volte prima dell’intervallo.
Apre le danze Balistreri al 18’, che sfrutta lo spazio concessogli dai difensori centrali avversari per sfiorare il pallone quanto basta per beffare Leo sul primo palo.
Al 26’ il direttore di gara, poco “salomonico” nella gestione di falli e cartellini, assegna un generosissimo rigore agli ospiti. D’Arienzo è ingenuo ad appoggiare le braccia sull’avversario ma il contatto non era così intenso da causare un penalty. Clemente sul dischetto è freddo e spiazza Leo per il 2-0.
Cinque prova a cambiare la situazione con l’ingresso in campo di Palazzo al posto di De Rita.
Al 37’ arriva il primo tiro nello specchio per i sipontini, con Gentile, ma senza effetti.
Il Taranto chiude il match al 38’ con Clemente, con una gran conclusione dalla distanza che supera Leo leggermente fuori dai pali.
In occasione del primo e del terzo gol ospite sono evidenti le responsabilità di centrocampo e difesa per la troppa libertà lasciata agli avversari e il poco filtro. Non è andata meglio al reparto offensivo, con poca fantasia e molta imprecisione. Per il Taranto, costruito chiaramente per il salto di categoria, il compito diventa facile.
Nella ripresa si vede tutto un altro Manfredonia, ma ormai il danno è fatto. Al 12’ Cinque getta nella mischia Arigò e sarà proprio lui, insieme a Palazzo, tra i più attivi dei padroni di casa, con qualche spunto personale.
Al 13’ arriva il gol della bandiera con Palazzo bravo ad agganciare un pallone in area  e a trovare l’angolino.
Al 43’ il Taranto ristabilisce le distanze con Fonzino.
Nel prossimo turno il Manfredonia cercherà punti sul campo del Nardò, sperando di cancellare lo 0 in classifica ed il negativo inizio di campionato.

MANFREDONIA – TARANTO – 1 – 4

RETI: 18’pt Balistreri (T); 27’pt Clemente rig. (T); 38’pt Clemente (T); 13’st Palazzo (M); 43’st Fonzino (T).

MANFREDONIA (4-3-3): Leo; Granatiero (32’st Viscovo), D’Arienzo, Cuomo, Esposito; De Rita (34’pt Palazzo), Pollidori, Gentile; Portosi (12’st Arigò), Albano, Trotta. (Porcaro, Sollitto, Corbo, Totaro, Coccia, Bernardo). Allenatore Franco Cinque.

TARANTO (4-4-2): Marani; Viscuso, Miale, Prosperi, Marchitelli; Ciarcià (18’st Mignogna), Muwana, Carloto, Migoni (26’st Fonzino); Balistreri, Clemente (37’st Ancora). ( Masserano, Riccio, Pulci, Russo, Menicozzo, Caruso). Allenatore Vincenzo Maiuri.

ARBITRO: Marco Minotti di Roma 2 (Colangelo di Potenza – Cantiani di Venosa).

NOTE: Ammoniti: Granatiero, Pollidori e D’Arienzo (M); Marani e Prosperi (T). Angoli: 4-0. Recuperi: 1’pt-4’st.

di Salvatore Melcarne

 

 

Il primo quotidiano di informazione on line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812