Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

La cittadinanza nell’Unione europea


di Rina Di Giorgio Cavaliere

Comprendiamo come non vi possa essere alcuna autorevolezza e credibilità nelle norme che ci impongono il rispetto di determinati comportamenti, se prima non si sia stabilito a chi e con quali limiti e modalità è dato il potere di introdurre, abolire o modificare le norme giuridiche, di accertarne l’eventuale violazione, di curarne l’esecuzione, se necessario facendo uso della forza. Nel nostro Stato e nella quasi totalità degli stati contemporanei, queste regole, almeno nei loro principi fondamentali, sono contenute in una legge suprema che le altre non possono contraddire: in Italia è la Costituzione della Repubblica italiana.

Il 2 giugno 1946, gli italiani, chiamati direttamente a decidere attraverso il referendum istituzionale tra monarchia e repubblica, scelsero quest’ultima; a ottantacinque anni dalla sua nascita, lo Stato italiano diventava così una Repubblica e ritornava ad avere istituzioni libere e democratiche dopo i lunghi anni della dittatura fascista e della guerra. Anche l’integrazione europea iniziò al termine della seconda guerra mondiale, in conseguenza delle opinioni politiche e filosofiche espresse da alcuni politici e pensatori illuminati: Robert Schuman, Jean Monnet, Konrad Adenauer, Alcide De Gasperi, Altiero Spinelli, Henry Spaak, Winston Churchill.

Con il trattato di Parigi del 1951 i sei Stati fondatori (Belgio, Francia, Italia, Repubblica Federale Tedesca, Lussemburgo e Paesi Bassi) istituirono la Comunità economica del carbone e dell’acciaio. E’ questo il primo di una serie cospicua di accordi; infatti gli stessi nel 1957 firmarono a Roma i trattati della Comunità europea per l’energia atomica e della Comunità economica europea. L’unificazione europea assunse nuovi significati con il Trattato sull’Unione europea firmato a Maastricht nel 1992 per la realizzazione di un’unione monetaria entro il 1999, l’istituzione di una cittadinanza europea, la creazione di una politica estera e di sicurezza comune, di un’organizzazione comune per l’ordine pubblico e la giustizia.

Con il successivo Trattato di Amsterdam furono rafforzati l’azione politica e i mezzi a disposizione dell’Unione europea, specialmente per quanto riguardava la collaborazione giudiziaria, la libera circolazione delle persone, la politica estera e la sanità pubblica. Inoltre veniva richiamato il principio di cittadinanza dell’Unione, come stabilito a Maastricht. Tali potenti elementi fondanti hanno costituito il punto di avvio nel percorso di una comune civiltà europea. Ne hanno segnato in buona parte l’identità culturale durante il ventennio appena trascorso, sino agli avvenimenti di oggi (Forum europeo su migrazioni, Consiglio UE sull’energia, G20 a Roma) e alla decisione del Parlamento europeo di scegliere Alexei Navalny come vincitore del premio Sakarov 2021 per la libertà di pensiero, riconoscendone il ruolo importante svolto per molti anni nella difesa dei valori democratici. L’annuncio ufficiale è stato dato durante la plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo il 20 ottobre 2021.

Ricordiamo la finalità alla base dell’unificazione europea: la costruzione di un ordine di pace, di riconoscimento e promozione della dignità umana che avesse continuità nel tempo, attraverso l’associazione di vincitori e vinti della seconda guerra mondiale, in un organo istituzionale fondato sul principio di uguaglianza. L’Europa odierna è segnata da uno straordinario mosaico di realtà etnico-politiche, che si esprimono nei numerosi Stati nazionali che la compongono; l’impegno per la difesa e l’affermazione dei diritti umani è una bandiera sotto la quale si devono ritrovare uomini e donne diversi per razza, cultura o fede religiosa, accomunati dal desiderio di costruire un futuro di pace e di progresso per l’umanità.


 
23/11/2021 - Una scuola per tutti -
01/11/2021 - La cittadinanza nell’Unione europea -
13/10/2021 - Obiettivo uomo -
24/09/2021 - LIBERI FINO ALLA FINE -
09/09/2021 - Superare gli ostacoli -
19/07/2021 - Turisti nello spazio -
23/06/2021 - LA FESTA DELLA MUSICA -
31/05/2021 - LO HANNO DETTO IN TV -
08/05/2021 - Solidarietà: ieri e oggi -
17/04/2021 - Dal piccolo schermo alle smart TV -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by