Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Obiettivo uomo


di Rina Di Giorgio Cavaliere

Il mondo naturale sembra allontanarsi sempre più dal nostro modo di vivere; invece, mai come oggi, grazie a tante indagini scientifiche, noi conosciamo in un quadro sempre più completo e armonioso la materia di cui siamo fatti e, nello specifico, il nostro cervello che regola e guida ogni funzione dell’organismo. I neuro scienziati Kartik Pattabiraman e Nenad Sestan dell’Università di Yale hanno pubblicato nella rivista Nature due studi sulle molecole che agiscono tra il quarto e il quinto mese dello sviluppo fetale e rendono il cervello umano “unico”, in particolare nelle connessioni necessarie per svolgere compiti articolati come il pensiero astratto e il linguaggio.

Gli studi sono risultati utili per una migliore comprensione delle disfunzioni all’origine di numerosi disturbi neuro psichiatrici nel periodo prenatale. Obiettivo imprescindibile risulta l’attenzione rivolta allo sviluppo del cervello nell’età infantile, dalla nascita ai tre anni. L’intelligenza, la vita sociale, la capacità affettiva di un adulto dipendono proprio dalle cure parentali ricevute nella primissima infanzia; da sottolineare che gli errori commessi causano danni irreparabili. L’Unicef, attraverso il recente rapporto “La condizione dell’infanzia nel mondo. Nella mia mente: promuovere, tutelare e sostenere la salute mentale dei bambini e dei giovani” lancia l’allarme, in quanto un adolescente su sette, tra i 10 e i 19 anni, convive con un disturbo mentale diagnosticato, un disagio che in molti casi porta al suicidio.

            Degna di attenzione è anche la notizia riguardante il Nobel per la medicina 2021 assegnato a David Julius e Ardem Patapoutian per la scoperta dei recettori alla base del tatto e dei meccanismi regolatori nella percezione del freddo e del caldo. L’inevitabile è: maturare a una prospettiva “storica”. Per loro natura le scienze sperimentali sono suscettibili di ulteriori perfezionamenti; ci sono problemi che non hanno ancora avuto una risposta e sui quali si sta indagando. Ci sono problemi ai quali, in tempi diversi, sono state date risposte diverse, senza nascondere i rischi e le difficoltà di tale cammino, siccome la scienza può offrire soluzioni relative alle conoscenze disponibili in un determinato contesto storico.

C’è da chiedersi quali contributi della scienza abbiano aiutato gli uomini a progredire nel loro benessere fisico e intellettuale durante gli ultimi cento anni e quali siano i limiti, se non addirittura gli effetti controproducenti sulla società umana; temi questi molto argomentati dai media. E’ doveroso, in estrema sintesi, evidenziare le vite umane salvate dal progresso scientifico in questo anno: il vaccino anti Covid e il primo vaccino anti malaria per bambini. Di certo, con il perfezionamento della tecnologia, ogni cosa è divenuta parte di un processo produttivo sempre più frenetico e meno controllabile. Ci permette di programmare la vita in modo tecnicamente perfetto, ma ci impedisce di riflettere e agire sulla globalità dei fenomeni, tanto da svuotare l’esistenza dei suoi significati più profondi.

Da questo punto occorre introdurre un nuovo tipo di osservazione, la quale non prende più in considerazione un oggetto alla volta, isolato, ma i rapporti che legano gli oggetti ad altri, all’ambiente, all’uomo. L’osservazione comparata ci consente di scoprire se un oggetto o un fatto tecnico è nocivo all’uomo e ne turba l’equilibrio ecologico; di acquisire una prima consapevolezza delle interconnessioni esistenti nell’universo, di cui noi stessi siamo parte integrante. In tale contesto si leva l’appello di papa Francesco e il suo invito “a una nuova armonia tra i Popoli e il Pianeta”. La Chiesa guarda con ottimismo costruttivo alla scienza tant’è che i leader religiosi, rappresentanti le principali religioni del mondo, in Vaticano si sono uniti agli scienziati, per chiedere alla comunità internazionale di intensificare l’azione per il clima in vista della COP26, in programma a Glasgow dal 31 ottobre al 12 novembre prossimi. 


 
13/10/2021 - Obiettivo uomo -
24/09/2021 - LIBERI FINO ALLA FINE -
09/09/2021 - Superare gli ostacoli -
19/07/2021 - Turisti nello spazio -
23/06/2021 - LA FESTA DELLA MUSICA -
31/05/2021 - LO HANNO DETTO IN TV -
08/05/2021 - Solidarietà: ieri e oggi -
17/04/2021 - Dal piccolo schermo alle smart TV -
29/03/2021 - La Santa Pasqua, luce del nostro cammino -
14/03/2021 - Nuovi traguardi nel mondo del lavoro -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by