Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

CLASSIFICAGIORNATE - RISULTATI

 

Foggia, è notte fonda dopo lo 0-4 col Pescara
Rossoneri confusi e privi di idee. Disorganizzati in campo vengono puniti da un ottimo Pescara


di Lino Mongiello

Foggia, 24 settembre 2022.

Il “povero” Foggia viene sommerso di gol (0-4) dal Pescara, al termine di un’ennesima prova scialba e deludente. Sotto tutti gli aspetti e surclassato in tutto. Allo Zaccheria lo “spettacolo” è tutto degli ospiti che, meritatamente, portano a casa vittoria e tre punti che consentono di restare agganciati alla zona alta della vetta, mettendo a nudo, definitivamente, le gravi carenze di una rosa, quella del Foggia, mal assemblata e, soprattutto, mal gestita. In casa rossonera è ormai crisi nera. Di risultati e di identità, nonostante gli squilli di tromba a seguito di una campagna acquisti di primo piano. Dopo cinque gara non c’è un accenno di gioco. E con un tecnico alla guida che mostra nervosismo e confusione ad oltranza. Che sia in sala stampa o sulla panchina, poco cambia. Oltretutto presuntuoso nel non assumersi le responsabilità di un avvio fallimentare che potrebbe ulteriormente peggiorare nelle prossime gare. Due trasferte (Taranto e Gelbison) e Crotone in casa, delineeranno ancor di più il prosieguo del campionato. Se ne sono accorti anche i tifosi, nonostante lo 0-4 hanno sostenuto la squadra fino al triplice fischio del Sig. Saia, che hanno poi sonoramente contestato l’allenatore gelese, invitandolo alle dimissioni e, anche la squadra, rea di non sudare la maglia. Vedremo cosa succederà. Nel match col Pescara Boscaglia torna al suo modulo preferito, il 4-2-3-1. E nell’undici iniziale, apporta qualche variazione, rispetto alla gara precedente. In difesa si rivede il duo titolare della scorsa stagione, Sciacca-Di Pasquale. A centrocampo non c’è Odjer ma rientra Petermann. In avanti Vuthaj è supportato da Peralta, Schenetti e D’Ursi. La gara non è delle più semplici. Il Foggia non dimostra ancora di essere la squadra che gli addetti ai lavori ritenevano tra le favorite del torneo. E se poi ti trovi di fronte ad un Pescara tonico ed organizzato, le cose diventano maledettamente più difficili. Il primo squillo del match è di marca rossonera. Petermann (4’) prova il tiro al volo che va poco lontano dal palo. Il Pescara non sta a guardare e pian pianino prende il sopravvento. La superiorità a centrocampo è evidente e produce maggiori effetti. Quando la compagine abruzzese spinge lo fa con concretezza, badando all’essenziale. Tanti tocchi di prima che mettono in seria difficoltà gli avversari, spesso troppo fermi a guardare. Desogus (10’) raccoglie la sfera dal limite e costringe Nobile alla deviazione in angolo. Poi  Milani (14’) che sfreccia come un treno sulla corsia di sua competenza conclude con un tiro sbilenco. Il Foggia, invece, continua a palesare  i soliti problemi. Le distanze tra i reparti non sono ideali a garantire compattezza e non si riesce quasi mai a trovare una giocata veloce e ficcante. D’Ursi sulla destra si danna l’anima ed è forse il più intraprendente tra i suoi. Con la sua iniziativa,  al 17’, dopo aver superato un paio di avversari prova a sorprendere Plizzari. La velenosa parabola sorvola di poco  la traversa.  Poi un cross di Leo trova pronto Vuthaj (28’) ma l’inzuccata dell’attaccante albanese è imprecisa. Sia pure casualmente, Di Noia (37’) ha una doppia opportunità al tiro, ma dal limite dell’area, sia pur ben piazzato, non inquadra la porta. Intanto il Pescara ci riprova a far male. Il primo tentativo di Lescano (41’) da fuori area non va a buon fine. Ma il  secondo è quello buono, decisivo. Il centrocampo rossonero, proteso tutto all’offensiva, perde inopinatamente palla, lasciando la difesa scoperta. Milani, una spina nel fianco della difesa, s’invola e pennella preciso per Lescano (43’) che deve accompagnare la palla in rete. Dopo 2’ di recupero si rientra tutti negli spogliatoi tra qualche timido fischio di disapprovazione per l’ennesima prova incolore. Magari aspettando un secondo tempo diverso. Invece, si riprende a giocare e, nonostante Tonin al posto dello spento Peralta non cambia molto. L’ingresso della seconda punta non produce alcun effetto. Anzi, il Pescara con una bellissima azione e l’uno-due tra Lescano e Milani (10’), è chiusa in porta con un diagonale preciso su cui Nobile non può farci niente. Sotto di due gol e senza idee per il Foggia cala il buio. Nemmeno la costante spinta dei sostenitori li scuote. Al Pescara può andar bene così. La gara si può dir chiusa definitivamente al 21’ con l’espulsione rimediata da Di Pasquale per una brutta entrata su Cuppone. Col Foggia in dieci uomini il Pescara si diverte e arrotonda il punteggio con Lescano (33’) e Vergano (41’). Al triplice fischio gli applausi dello sportivissimo pubblico dello Zaccheria sono tutti per gli ospiti. Al Foggia e soprattutto per Boscaglia soltanto fischi e disapprovazione.

FOGGIA-PESCARA 0-4

FOGGIA (4-2-3-1): Nobile 5.5; Leo 5.5, Sciacca 5.5, Di Pasquale 5.5, Costa 5.5;  Di Noia 5  (37’ st Odjer sv), Petermann 5 (37’ st Frigerio sv); Peralta 5 (1’ st  Tonin 5), Schenetti 5, D’Ursi 6 (23’ st Papazov 5.5); Vuthaj 5.5 (37’ st Ogunseye sv). In panchina: Raccichini, Illuzzi, Garattoni, Malomo, Chierico, Peschetola Nicolao, Iacoponi. Allenatore: Boscaglia 4.

PESCARA (4-3-2-1) Plizzari 6; Cancellotti 6.5 (41’ st De Marino sv), Boben 6.5, Brosco 6.5, Milani 7.5; Kraja 6.5, Mora 6.5, Gyabuaa 6.5 (25’ st Palmiero 6); Desogus 6 (25’ st Vergani 6.5), Cuppone 6 (25’ st Tupta 6); Lescano 7 (34’ st Kolaj sv). In panchina: Sommariva, D’Aniello, Mehic, Crecco, Ingrosso, Saccani, Germinario.  Allenatore: Colombo 7.

ARBITRO: Saia di Palermo 7.

RETI:  43’ pt Lescano, 10’ st Milani, 33’ Lescano, 40’ Vergani. 

NOTE: serata gradevole, terreno in  discrete condizioni. Spettatori 5.000 circa. Espulso al 21’ st Di Pasquale per gioco pericoloso. Ammoniti: Cancellotti, Costa, Di Noia. Angoli: 4-1 per il Pescara. Recupero: 2’, 5’.


 

 




 
20/11/2022 - Foggia, scivolone e derby al Cerignola (2-3) - Non basta il doppio...
13/11/2022 - Il Foggia vola anche a Monopoli (0-2) - Vittoria schiacciante dei...
07/11/2022 - Foggia, un pari (1-1) stretto con l'Avellino - I rossoneri...
30/10/2022 - Primo colpo esterno del Foggia: 1-2 a Viterbo - Ottima prova di...
22/10/2022 - Tre gol in 20' e l'Andria va ko (3-1) - Primo tempo da dimenticare ma...
18/10/2022 - Un buon pari a Castellammare di Stabia (1-1) - Gara dominata dai...
15/10/2022 - Risorge il Foggia: sconfitto il Crotone capolista - Tre punti...
08/10/2022 - Altro scivolone a Pagani (2-0) e ultimo posto - Il Foggia è...
01/10/2022 - E' il solito Foggia: altra sconfitta a Taranto - Continua la caduta...
24/09/2022 - Foggia, è notte fonda dopo lo 0-4 col Pescara - Rossoneri confusi e...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by