Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

ASSEGNI DI RICERCA PER RIPARTIRE CON LE IMPRESE”
È questa l’idea alla base dell’Avviso RIPARTI che intende curare la ricerca al dell’industria


di Redazione

Bari. 22 ottobre 2021.

“Sviluppare ricerche innovative in grado di fondere la conoscenza e l’innovazione con la richiesta dei fabbisogni del tessuto economico-sociale del territorio. È questa l’idea alla base dell’Avviso RIPARTI che intende curvare la ricerca al servizio dell’industria, facendo dialogare università, centri di ricerca e mondo produttivo in funzione dello sviluppo del territorio. Dieci milioni di euro è la dotazione finanziaria di questa misura straordinaria con cui potenzieremo la qualificazione del sistema regionale dell'istruzione, della formazione e del lavoro, con particolare attenzione alla promozione della ricerca e dell'innovazione.La Puglia può contare su un significativo patrimonio di imprese, risorse umane di eccellenza, di luoghi dove si produce e si pratica conoscenza, scienza e ricerca, nonché di valori, tradizioni, creatività, costantemente sostenuti nella sperimentazione di nuove politiche della crescita. Queste sono le risorse su cui si intende far leva per sviluppare competenze specifiche, per inserire nuove alte professionalità e promuovere la cultura del networking e dell’innovazione. Dopo REFIN, Dottorati di Ricerca XXXVII ciclo, oggi lanciamo RIPARTI una misura che testimonia ancora una volta il grande impegno dell’amministrazione regionale nel sostenere il suo sistema universitario e di ricerca come volano di sviluppo della Puglia.”
Con queste parole l’assessore regionale all’Istruzione, Sebastiano Leo, ha commentato la pubblicazione di ieri sul BURP dell’avviso “RIPARTI: assegni di RIcerca per riPARTire con le Imprese”, rivolto alle Università pugliesi e agli Enti pubblici di ricerca per il finanziamento di assegni di ricerca applicata. L’iniziativa lanciata dall’Assessorato regionale all’Istruzione e Formazione in sinergia con ARTI rilancia il ruolo determinante che la ricerca riveste sul fronte dell’innovazione e dello sviluppo del tessuto socioeconomico e industriale, coerentemente con la Strategia Europa 2020 per una crescita intelligente, inclusiva e sostenibile e con la Smart Specialization Strategy della Regione Puglia. La misura punta a stimolare i soggetti che a diverso titolo operano in Puglia nel campo della ricerca (Università ed EPR)a superare i confini delle loro traiettorie individuali, favorendo la formazione, attraverso il finanziamento di assegni di ricerca professionalizzanti, di nuovi ricercatori e l’inserimento nel sistema produttivo regionale di alte professionalità in grado di rispondere ai fabbisogni di innovazione espresse dal territorio. L’’obiettivo è realizzare e sostenere un circuito virtuoso che veda la ricerca applicata all’industria, come fattore determinante per lo sviluppo territoriale, in termini di sostenibilità, innovazione, investimenti sul proprio capitale umano, capacità di programmare il passaggio generazionale, internazionalizzazione, legame con il territorio e con le proprie filiere produttive.
I temi degli assegni di ricerca dovranno rientrare nei settori che l’amministrazione regionale ha individuato negli ambiti di ricerca definiti dall’European Research Council e nelle filiere produttive regionali, identificate sulla base dei distretti produttivi presenti nel territorio pugliese, riconosciuti dalla L. R. n. 23/2007.Ciascun progetto di ricercadovrà essere presentato dalle Università nonché dagli EPR, in collaborazione con un’impresa privata con sede in puglia. C’è tempo fino alle ore 13 del 21 dicembre per presentare la propria candidatura esclusivamente attraverso il sito web: www.riparti.regione.puglia.it.
 


 
01/12/2021 - Fondi per i treni nel Mezzogiorno - Trenitalia 200 milioni di euro di...
30/11/2021 - Rifiuti: firmato il nuovo Accordo di Programma - Potenzierà raccolta...
29/11/2021 - Fondi Ue, puntare su diversificazione - I comuni della provincia...
25/11/2021 - Giornata internazionale violenza contro le donne - Una ricorrenza...
23/11/2021 - Acquista Scuola di Polizia “Caserma Miale” - Passa la proposta...
22/11/2021 - Meccanica e meccatronica, dalla Puglia al Mecspe - Delli Noci:...
21/11/2021 - GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTU' - A detta di molti, la GMG è la...
18/11/2021 - RECUPERARE IL RAPPORTO TRA AMBIENTE E SALUTE - . I fattori che...
15/11/2021 - L'AEROPORTO DI FOGGIA È UNA NECESSITÀ NON UN LUSSO - Opportunità per...
12/11/2021 - PAPA FRANCESCO AD ASSISI CON I POVERI - E' tempo di restituiire...
10/11/2021 - PNRR,“OCCASIONE IMPERDIBILE PER IL MEZZOGIORNO - Emiliano Il Governo...
08/11/2021 - Da Lombardia e Veneto i turisti sul Gargano - L’analisi del Consorzio...
08/11/2021 - “Custodiamo le imprese” per oltre 46 milioni di Eu - la Regione...
06/11/2021 - Contributi statali per i Centri antiviolenza - Sono stati pubblicati...
01/11/2021 - CELEBRAZIONE IV NOVEMBRE - In occasione del 103° anniversario della...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by