Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

E LE STELLE STANNO A GUARDARE


di Emy Dell'Aquila

E le stelle stanno a guardare

Cari amici e amiche,

tra le varie storie inviatemi ho scelto una testimonianza semplice.

Un racconto da leggere soprattutto tra le righe perché è lì che si

cela il significato profondo della storia.

Avevo 12 anni e all’epoca aiutavo mia madre a coltivare crisantemi.

Questi fiori quando sono vicino alla fioritura hanno bisogno di buio,

quindi li chiudevamo nel primo pomeriggio con dei teli neri per non

far passare la luce, e si aprivano il mattino dopo verso le dieci. Era

inizio autunno e anche se le giornate cominciavano a diventare più

fredde il sole ci donava ancora il suo sorriso. Quella mattina, come

sempre, all’alba ero già al lavoro con mia madre su altre

coltivazioni. Improvviso, un forte vento cominciò a soffiare risoluto,

così lei decise di andare ad aprire i teli con i crisantemi prima

dell’ora prevista. Visto il cambio repentino del tempo. << Dai

Marco, facciamo presto, così si torna a casa prima.


    La voce di  mia madre mi fece trasalire da i miei miraggi ricchi di stelle cadenti  e dimensioni lontane. Mi affiancai a lei e con passo veloce ci

recammo alla serra e svelti ci apprestammo ad aprire i teli che sotto

il forte vento cominciavano a gonfiarsi e a sbattere sempre più.

Mentre mi davo da fare, alzai gli occhi al cielo che celere si era unito

al mare in un abbraccio scuro, più scuro della pece. Si lavorava in

fretta per evitare di non perderne neanche uno. Il vento soffiava

sempre più, e in men che non si dica si alzò una tromba d’aria che

in un baleno sollevò completamente l’intera serra, per poi

scaraventarla su fazzoletti di terra più in alto da dove era ubicata. In

quella danza tra vento e pioggia capii che dovevo correre al riparo.

     Così mi lasciai scivolare sul terreno fradicio e raccolto su me stesso

guardai il cielo. In quell’istante infinito mi sentii avvolgere da un

calore che sembrava cullarmi nel suo abbraccio. Tutto era fermo in

quell’incanto, anche il vento e la pioggia si erano stancati del loro

canto. Fu in quel momento che notai a ridosso del monte quattro

stelle luminose che dall’alto sembravano guardarmi come a

proteggermi. La percezione che fossero lì per me fu tale, che in quel

tempo indefinito fu come se qualcosa mi venisse rivelato. Ma la

pioggia impetuosa contornata da tuoni e lampi riprese fulminea a

cadere su di me, svegliandomi da quell’incanto. Così mi alzai e di

fretta corsi verso casa.

Molti anni dopo sfogliando una rivista, vidi  una foto che riconduceva alla Milizia Celeste e improvviso un  flashback riportò alla mente quell’episodio che avevo vissuto da  adolescente. In seguito a questo, tramite una amica di mia madre  mi fu presentata una donna straordinaria a cui raccontai l’accaduto.

   Fu lei a confermarmi che quella mattina avevo visto davvero la

Schiera Celeste ferma nel cielo. Un segno del destino di cui Oggi ne

faccio parte.

Cari lettori

non so voi, ma quando ho letto questa storia ho avvertito una gioia

nel cuore e con essa la conferma che gli Angeli esistono e sono da

sempre con noi. Ringrazio Marco, per avermi resa partecipe di una

traccia passata che vige la realtà corrente, che oggi per riflesso è

anche un po' mia.

Emy Dell’Aquila




non ci sono commenti


 
01/08/2021 - Viaggio nella magia…le streghe -
27/06/2021 - Il segreto degli alchimisti -
30/05/2021 - IL VOODOO! -
17/05/2021 - LA MAGIA -
18/04/2021 - L’ARCANGELO SUBLIME. MICHAEL -
28/03/2021 - LA FEDE -
28/02/2021 - SALVATAGGI MIRACOLOSI -
07/02/2021 - E LE STELLE STANNO A GUARDARE -
24/01/2021 - Era una sera d'Autunno -
12/01/2021 - L'ARCANGELO MICHELE -
11/12/2020 - Il beneaugurante rito del ciocco -
10/11/2020 - La pianta di Afrodite -
05/10/2020 - LO SPETTRO A CAVALLO -
06/09/2020 - Dove abitano i fantasmi -
06/07/2020 - La guardia di Don Bosco -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by