Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

LA FESTA DELLA MUSICA


di Rina Di Giorgio Cavaliere

     La festa della musica si celebra il 21 giugno di ogni anno in oltre 120 paesi nel mondo, onde promuovere la conoscenza delle nuove realtà artistiche dei paesi partecipanti. Tra le sue finalità al punto due è scritto: “La Festa europea della Musica è una celebrazione della musica dal vivo destinata a valorizzare la molteplicità e la diversità delle pratiche musicali, per tutti i generi di musica”. Quando Edgar Willems, nel 1940 pubblicò il primo volume de “L’orecchio musicale”, ben sottolineò l’importanza del passaggio fra “l’atto passivo e oggettivo dell’udire e quello più attivo e più suggestivo dell’ascoltare”.    Dall’ascoltare procede verso un gradino superiore della percezione sonora, che definisce intendere: l’intelligenza uditiva si concretizza con l’attività di confronto,  giudizio, associazione, analisi e sintesi, memoria e immaginazione creatrice.
    Altri sistemi musicali, diversi da quelli tradizionali, per questo si rivelano ottimi spunti di conoscenza, preliminari alla scoperta della ricchezza e varietà del linguaggio nelle diverse espressioni, ad esempio il risultato di uno studio condotto da alcuni ricercatori del Massachusetts Institute of Technology, guidati da Markus Buehler. Hanno scansionato una ragnatela naturale con il laser e usato degli algoritmi per ricostruire la rete del ragno in 3D (un modello per programmare le stampanti 3D che imitano appunto i ragni, per realizzare complessi componenti di micro elettronica). Inoltre, hanno trasformato in musica ogni stadio della costruzione della tela con suoni diversi, assegnando frequenze di suoni ai suoi filamenti, hanno creato delle note per generare melodie, dopo aver costruito uno strumento simile a un’arpa e realizzato un’installazione virtuale con lo scopo di entrare visivamente e uditivamente nella ragnatela. Il suono è un elemento difficilmente riconducibile a un’entità concreta precisa, esso rimane nell’ambiguità fintanto che non viene ancorato a un’immagine. Da quel momento quel suono diventa esclusivamente il prodotto di ciò che vediamo; possiamo servirci di tecniche a scelta, non ultima quella avanzata della ricerca tecnologica.
     Ciò che vive sulla terra è soggetto a una regolarità ritmica e nulla impedisce di far riferimento al ricorso costante di certi eventi fisici o di osservare che nulla è fermo, ma sottoposto a evoluzione. La musica è un linguaggio e, come tale, indipendente da vincoli concreti. Gli studi approfonditi con siffatte ricerche aprono un mondo nuovo di conoscenze, nel contempo creano grandi opportunità, per accostarci ulteriormente all’habitat vegetale e animale e sensibilizzarci al mutamento e alla modificazione antropica dello spazio naturale avvenuti in seguito all’intervento umano. A partire dalla civiltà industriale questo meccanismo ha accelerato i suoi processi interni per via di dinamiche produttive meccanizzate e ancorate a sistemi di consumo, che hanno come presupposto il possesso illimitato e gratuito dei beni naturali preesistenti, senza alcuna preoccupazione della salvaguardia del sistema ambientale.
     Parliamo di quella generalizzazione dei danni ambientali, conseguenza di una logica economico-produttiva mondiale, che persegue finalità completamente svincolate dal rispetto dell’ambiente, poiché quest’ultimo, nonostante il suo inestimabile valore, non è considerato una risorsa monetizzabile. Nella nostra Europa è in aumento il numero di specie in via di estinzione; oltre un terzo dell’avifauna ne risulta minacciata.  Anche la conservazione della biodiversità viene considerata meno importante rispetto agli interessi economici a breve termine dei settori che esercitano un impatto preponderante sulla biodiversità stessa. La valutazione ambientale strategica delle politiche e dei programmi con gli strumenti legislativi di conservazione della natura possono contribuire in misura rilevante a favorire una tale integrazione, nella quale dobbiamo necessariamente credere.


 
09/09/2021 - Superare gli ostacoli -
19/07/2021 - Turisti nello spazio -
23/06/2021 - LA FESTA DELLA MUSICA -
31/05/2021 - LO HANNO DETTO IN TV -
08/05/2021 - Solidarietà: ieri e oggi -
17/04/2021 - Dal piccolo schermo alle smart TV -
29/03/2021 - La Santa Pasqua, luce del nostro cammino -
14/03/2021 - Nuovi traguardi nel mondo del lavoro -
22/02/2021 - Il latino nella cultura del presente -
29/01/2021 - Centralità della famiglia -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by