Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Patrimonio artistico e responsabilità sociale


di Rina Di Giorgio Cavaliere

    Il Dpcm del 25 ottobre 2020 ha stabilito la chiusura di cinema, teatri e sale da concerto, lasciando aperti musei e istituzioni culturali, purché garantissero modalità di fruizione contingentata secondo le norme anti Covid in vigore. Tra gli eventi da segnalare “I Macchiaioli. Capolavori dell’Italia che risorge”, esposizione di oltre cento opere pittoriche, allestita presso il palazzo Zabarella a Padova (24 ottobre - 18 aprile 2021).
   Presso le Gallerie d’Italia - Piazza Scala (30 ottobre - 21 marzo 2021), sede museale di Milano di Intesa San Paolo, è aperta al pubblico la mostra dedicata a Gian Battista Tiepolo, realizzata per i duecentocinquanta anni dalla sua morte dal titolo “Tiepolo, Venezia, Milano, l’Europa”, una settantina di lavori dell’artista veneziano e di alcuni suoi importanti contemporanei. Grazie alle nuove tecnologie si possono ammirare gli affreschi staccati di Sant’Ambrogio e di Palazzo Gallarati Scotti. La funzione del linguaggio visuale dell’arte, mediante la pubblicità, nella comunicazione di massa, può essere elemento trainante dell’economia solidale e percorrere nuovi cammini virtuosi.
    I mesi di ottobre e novembre sono anche le ultime tappe del viaggio di “Opera Tua” (Coop Alleanza 3.0): Veneto e Marche propongono opere del proprio territorio poco conosciute, ma di grande valore artistico, il cui restauro sarà deciso con voto on line. Il Veneto con due quadri di epoche molto distanti, uno proveniente dal Museo civico di Feltre, olio su tela dipinto dall’artista milanese Carlo Prada, dal titolo “Crepuscolo”; l’altro “Adorazione dei Magi”, olio su tela del 1600 custodito a Palazzo Chiericato di Vicenza, di Giambattista Volpato. In novembre per le Marche sono in gara: “La Vergine che dona il velo a Santa Maria dei Pazzi” di Filippo Palazzetti, olio su tela del 1736, proveniente dai musei civici di Palazzo Buonaccorsi di Macerata e “Camerino della vittoria”, un’opera a stucco realizzata nel 1560 dal plasticatore urbinate Federico Brandani, custodita a palazzetto Baviera.
   Evidenziare  le interpretazioni storicizzate delle opere citate, può suggerire il ricorso a un giusto approfondimento della lingua italiana, dando merito agli studiosi che pazientemente si dedicano alla conoscenza e all’approfondimento del nostro lessico, data la vastità della materia. Ad esempio la parola quadro, nella sua accezione pittorica, sembra indigeno, invece è un ispanismo, affermatosi fra il Quattro e il Cinquecento. Mentre il termine quadri, nel senso di “dirigenti politici”, è un calco sul russo Kadry, col quale si indicavano quanti avevano responsabilità direttive in seno al partito comunista. A sua volta Kadry deriva dal francese cadre, che (prima che gli ufficiali e sottufficiali dell’esercito) indicava il registro o tavola su cui erano scritti i loro nomi. 


 
09/09/2021 - Superare gli ostacoli -
19/07/2021 - Turisti nello spazio -
23/06/2021 - LA FESTA DELLA MUSICA -
31/05/2021 - LO HANNO DETTO IN TV -
08/05/2021 - Solidarietà: ieri e oggi -
17/04/2021 - Dal piccolo schermo alle smart TV -
29/03/2021 - La Santa Pasqua, luce del nostro cammino -
14/03/2021 - Nuovi traguardi nel mondo del lavoro -
22/02/2021 - Il latino nella cultura del presente -
29/01/2021 - Centralità della famiglia -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by