Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Made in Italy


di Rina Di Giorgio Cavaliere

I moderni mezzi di comunicazione coinvolgono con servizi giornalieri produttori e studiosi di alimentazione, che si occupano di economia, ambiente, letteratura, storia, medicina; di conseguenza il cibo, la cucina e la convivialità occupano uno spazio sempre maggiore in rete e nella nostra vita. Il cibo, in particolare, ha tutto il diritto di reclamare la nostra attenzione, onde evitare quel consumismo irrazionale, che si manifesta soprattutto in occasione delle festività natalizie. Oltre al valore del denaro, vi sono i sapori antichi delle nostre terre e i prodotti tipici; costituiscono il pregio della tradizione, dell’artigianato, della ricchezza del suolo e della cultura italiana. Da evidenziare la moda dei percorsi naturalistici e delle strade a tema, dalle tradizionali vie del vino ai presepi e ai mercatini di Natale, protagonisti in questo periodo dell’anno.

Le inchieste effettuate da riviste e agenzie del settore ci dicono che i prodotti della nostra cultura agrogastronomica più richiesti dai consumatori stranieri sono: pasta, olio e pizza, quest’ultima è la più diffusa e nota del Made in Italy. Nel periodo 2010/2017 l’export dei prodotti italiani Dop e Igp è cresciuto dell’84%, passando da 1,9 miliardi iniziali al 3,5 miliardi registrati nel 2017. La denominazione d’origine indica il legame con una regione, con un luogo determinato o con un paese la cui qualità o le cui caratteristiche siano dovute essenzialmente o esclusivamente all’ambiente geografico, comprensivo dei fattori naturali ed umani e la cui produzione, trasformazione ed elaborazione avvengano nell’area geograficamente delimitata. Nel 1999 erano già 526 i prodotti con riconoscimento comunitario, dei quali 101 italiani; un dato che rendeva il nostro paese leader europeo assieme alla Francia.

Questo patrimonio arricchente della nostra personalità è ancora oggi il più considerato nel mondo, visto che per quattro consumatori su dieci l’Italia vuol dire buon cibo. La tavola è il tratto distintivo del nostro paese più della moda, dell’auto e dell’arredamento (ricerca Sol&Agrifood in collaborazione con Nomisma).  Dietro un marchio c’è un lungo lavoro, il peso della sedimentazione di conoscenze sperimentate e comprovate, la sicurezza dell’igiene e della qualità elevata. Non mancano, però, i pericoli concreti dovuti ai dazi doganali internazionali, ad alcune normative estere che vanno a penalizzare i nostri prodotti di eccellenza in tutti i settori e, non ultima, alla contraffazione.

I consumatori stranieri, pensando al nostro cibo, riferiscono espressioni come tradizione e cultura, salute e stile. Di certo l’ingente patrimonio della nostra produzione agroalimentare è espressione della varietà dei territori e delle culture della nostra terra. La produzione di un particolare formaggio, ad esempio, incluso l’approvvigionamento del latte, avviene in una zona comprendente le province di Parma, Reggio Emilia e Modena. Tra i fattori naturali le caratteristiche pedologiche dei terreni unitamente alle condizioni climatiche che influenzano direttamente la composizione floristica naturale e le peculiari fermentazioni dei prodotti.

Numerose fonti storiografiche evidenziano che il contributo più significativo per l’origine della qualità dei formaggi di questa zona è ascrivibile alle Abbazie benedettine, le quali in epoca medioevale contribuirono alla bonifica dei terreni, diffondendo le conoscenze tecniche di lavorazione del latte tramandate nei secoli. Ogni indagine alimentare ha il sapore del passato. Ricorda riti e tradizioni popolari, nel contempo indica all’uomo moderno, perso nella ricerca elaborata del gusto nuovo e dell’esotico, le sue origini; quando il cibo era un bene fondamentale, racchiudeva una vastità di significati per l’identità individuale, ma rappresentava anche il lato partecipativo, fusionale e comunitario della collettività.

 


 
13/10/2021 - Obiettivo uomo -
24/09/2021 - LIBERI FINO ALLA FINE -
09/09/2021 - Superare gli ostacoli -
19/07/2021 - Turisti nello spazio -
23/06/2021 - LA FESTA DELLA MUSICA -
31/05/2021 - LO HANNO DETTO IN TV -
08/05/2021 - Solidarietà: ieri e oggi -
17/04/2021 - Dal piccolo schermo alle smart TV -
29/03/2021 - La Santa Pasqua, luce del nostro cammino -
14/03/2021 - Nuovi traguardi nel mondo del lavoro -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by