Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Scuola, famiglia e società civile


di Rina Di Giorgio Cavaliere

    Il termine cultura non dev’essere inteso in senso ristretto, cioè riferito solo alle arti e alle scienze; è basato sul modo di vivere di tutta la società, non è innato e presuppone lenti processi di apprendimento, adattamento e trasformazione. Un grande numero di nostri comportamenti, che riteniamo naturali, sono determinati dalla cultura dell’ambiente che ci tiene, in un certo senso, prigionieri e ci impedisce delle scelte completamente libere. Nei nostri paesi industrialmente avanzati, l’abitudine che porta al consumo volontario di sostanze nocive alla salute dipende da varie cause, ma è soprattutto un fenomeno legato al tipo di vita che si conduce; un modo, certamente sbagliato, per combattere lo stress, vincere l’insicurezza, superare angosce e difficoltà.

All’origine concorrono molteplici e ben definite cause. La via della sola informazione non basta, perché occorre indagare il motivo dell’insorgere della dipendenza, fornendo risposte concrete a problemi esistenziali, che spesso sfociano in situazioni di conflittualità con le altre componenti sociali. La notizia del sedicenne di Lavagna che si getta dalla finestra di casa e muore durante una perquisizione, ripropone con urgenza il problema di un’educazione antidroga in ambito scolastico. Nel corso degli anni ripetutamente tale problematica è stata discussa e affrontata da insegnanti, esperti nell’ambito dell’Unità Sanitaria Locale, da operatori delle forze dell’ordine e dei centri sociali con seminari e incontri, per profondamente sensibilizzare i genitori e quanti preposti a tale compito.

La legge 26/6/1990 n. 162 ha inasprito le pene per chi produce, vende, detiene notevole quantità di droga. Questa legge prevedeva anche sanzioni amministrative per chi ne era consumatore; se non si sottoponeva ad un programma di cura e di recupero o lo interrompeva, le sanzioni nei suoi confronti si aggravavano sino a prevedere la carcerazione. La via del recupero “punitivo” è stata abbandonata nella tornata referendaria del 18 aprile del 1993, quando gli italiani hanno votato a favore dell’abrogazione delle norme riguardanti la punibilità del tossicodipendente.

E’ necessario ripensare il legame tra scuola, famiglia e società civile. Favorire una crescita sana ed equilibrata dell’intero tessuto sociale, affrontando il problema nel contesto dell’educazione; un concetto dinamico e aperto, un processo che non ha limite di contenuto e di tempo, né è condizionato da fini immediati. Le scienze sociali intervengono nella prevenzione, dal momento che il fenomeno della droga si diffonde anche nell’ambito dell’emarginazione. Essere se stessi senza alcuna riserva è tanto più difficile oggi in cui numerose sovrastrutture rischiano di far perdere la propria identità. L’essenza di una relazione di aiuto, in cui si cerca di promuovere nell’altro la crescita, lo sviluppo e la maturità, è data, secondo C. R. Rogers, da condizioni indispensabili quali: la congruenza o autenticità, l’empatia o comprensione e l’accettazione incondizionata, un sentimento spontaneo positivo, senza riserve e valutazioni.


 
19/09/2022 - Moderni paradigmi nelle previsioni meteo -
26/08/2022 - E’ boom di reati informatici, anche in Puglia -
01/07/2022 - Viaggiatori o turisti? -
03/06/2022 - Uno skyline dell’agire comunicativo -
04/05/2022 - Emozioni in gioco -
11/04/2022 - I GIORNI SANTI -
28/03/2022 - Contemporaneità, alcune considerazioni -
27/02/2022 - Parole e fatti nell’universo femminile -
04/02/2022 - Sulla felicità del pianeta -
09/01/2022 - Scheda di un bene ambientale -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by