Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Considerazioni su statistica e probabilità


di Rina Di Giorgio Cavaliere

Secondo una massima fondamentale del filosofo esistenzialista tedesco K. Jaspers “pensare è comunicare”. Pensare è, in ultima analisi, costruire un messaggio; sapere qualcosa è possedere quel qualcosa in forma tale da poterlo esprimere in modo chiaro e preciso. Il riferimento alle “idee chiare e distinte” di Cartesio va da sé con l’aggiunta moderna dell’accento sulle capacità espressive e comunicative, che la tecnologia mette a nostra disposizione.

Mi riferisco alla considerevole ricchezza di informazioni, che si può trarre oggigiorno da un’indagine, per chi è in grado di farne un’analisi approfondita, tant’è che sui quotidiani e periodici anche on line, nei forum televisivi e nei convegni, gran parte delle notizie sono comunicate con grafici e con percentuali. Lo abbiamo verificato in occasione delle recenti votazioni per il rinnovo del Parlamento europeo e delle Amministrazioni comunali: sondaggi e percentuali di previsione, poi confrontati con i risultati.

Un approccio alla statistica è significativo se si prendono in considerazione i grandi numeri e non solo come enunciazione teorica. Si organizza la raccolta dei dati per rispondere a una domanda con questionari, interviste, colloqui; si analizzano le tabelle di numeri per definire i concetti di frequenza, moda, media (differenza tra il valore massimo e quello minimo) e si utilizzano istogrammi, areogrammi, ideogrammi per descrivere e risolvere i problemi. Occorre percorrere l’intera sequenza (la formulazione del problema, la raccolta dei dati, la loro organizzazione in tabelle, la costruzione di grafici e la successiva analisi) in modo da evidenziare il fenomeno nella sua globalità.

La pubblicità si serve delle indagini di mercato, per la vendita dei prodotti, ma i temi sono diversi, spaziano dal rapporto annuale dell’Istat sul crollo del mercato del lavoro, alla nuova povertà e ai dati della Caritas, all’indagine del Censis sulle nostre scuole vecchie e cadenti, al Centro Studi Confindustria sul settore manifatturiero . . .

Risultano peculiari i rapporti sulla famiglia (Cisf) in Italia, che evidenziano il fenomeno della pluralizzazione delle forme familiari e quelli sulle tante problematiche giovanili. Nel contesto più vasto dell’educazione alla salute, fondamentale diritto individuale e bene sociale, rientra il recente studio voluto dal Ministero della Salute (Laboratorio di ricerca sociale del Dipartimento di Filosofia e Beni culturali dell’Università Ca’ Foscari) in merito alla infezione da Hiv; alla domanda “Cosa ne sai” oltre il 90 per cento dei ragazzi ha dato risposte inesatte sui rischi e sulla prevenzione. Allo stesso modo quello condotto dall’Istituto Superiore della Sanità (Osservatorio sul fumo) sull’aumento dei fumatori in Italia, particolarmente donne. In forte crescita in quanto le fumatrici interrompono un trend registrato negli ultimi cinque anni con un incremento di 3,6 punti percentuali, mentre la prevalenza dei consumatori di sigaretta elettronica è più del doppio rispetto ai consumatori di sigarette tradizionali.

Statistiche, inchieste, indagini sono il primo atto per rilevare i fenomeni sociali, nell’acquisire cognizioni, dati e fatti. Costituiscono il termometro del nostro tempo e vanno comunicate correttamente, al di fuori di qualsiasi manipolazione; giustamente anche la Chiesa ha ricordato la 48° giornata mondiale della comunicazione sociale.


 
19/09/2022 - Moderni paradigmi nelle previsioni meteo -
26/08/2022 - E’ boom di reati informatici, anche in Puglia -
01/07/2022 - Viaggiatori o turisti? -
03/06/2022 - Uno skyline dell’agire comunicativo -
04/05/2022 - Emozioni in gioco -
11/04/2022 - I GIORNI SANTI -
28/03/2022 - Contemporaneità, alcune considerazioni -
27/02/2022 - Parole e fatti nell’universo femminile -
04/02/2022 - Sulla felicità del pianeta -
09/01/2022 - Scheda di un bene ambientale -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by