Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Alcune note sull’arte


di Rina Di Giorgio Cavaliere

L’arte rimane una delle più alte espressioni umane, caratterizzata dai propri pensieri, ideali, sentimenti, valori e dalla profonda interazione fra l’uomo e la società e l’ambiente in cui egli vive. La natura con la sua concretezza costringe l’uomo ad una sempre maggiore consapevolezza di tale rapporto comunemente inteso; difatti, in conseguenza dei violenti nubifragi dei giorni scorsi, è crollato un tratto di circa trenta metri delle mura medievali a Volterra e nei mesi precedenti nel sito archeologico di Pompei.

Sappiamo che le catastrofi naturali sono avvenute anche prima dell’avvento dell’uomo e avvengono ancora al di fuori della sua volontà. Non riusciamo a trovare, invece, ragioni sufficienti per accettare il degrado in alcuni complessi del passato, il trafugamento e il mercato clandestino di opere d’arte e l’abuso edilizio in zone paesaggistiche e storiche protette; oppure la notizia riguardante i danni causati dalla valutazione negativa delle Agenzie di rating sul debito e i conti pubblici italiani, per non aver considerato il ricco patrimonio storico, artistico e letterario del nostro Paese.

Alcuni anni fa, con il titolo “Si distrugge ancora Cartagine” fu pubblicato un interessante articolo di Jellal El Kafi («Il Corriere UNESCO» - dicembre 1970). L’autore denunciava lo scempio che si compiva giorno per giorno sulle ultime vestigia dell’antica città punica e romana: causa l’incremento demografico, il flusso turistico e la fertilità delle zone costiere aumentava la costruzione di alberghi e ville private.

In questo modo parte della zona archeologica era sacrificata, le case erano costruite a ridosso delle rovine e talvolta pezzi di marmo erano riutilizzati nelle nuove abitazioni. L’UNESCO aveva elaborato un progetto di salvaguardia, mancando, però, una coerente politica urbanistica tali tesori inestimabili erano distrutti per sempre. Lo scrittore concludeva dicendo che Tunisi continuava l’opera di distruzione iniziata dai romani con evidente riferimento alle storiche guerre puniche, combattute tra i cartaginesi e Roma per il dominio del Mediterraneo fra il 3° e il 2° sec. a.C. L’incontro diretto con la fonte e con il documento apre, in pratica, la porta del laboratorio dello studioso e diviene occasione di apprendimento non passivo e non dogmatico. Si integra la dimensione della narrazione con quella della riflessione per modelli, sollecitando procedure di pensiero con valenza interculturale e pluridisciplinare.

È opportuno, tuttavia, evidenziare all’interno del nostro contesto culturale la crescente attenzione al vasto patrimonio da parte dei cittadini e delle associazioni. Non dobbiamo trascurare il momento del “fare” e la costruzione di un messaggio collettivo progettato e realizzato in gruppo. A tal proposito ricordiamo la notizia del prossimo restauro del Battistero di San Giovanni a Firenze; il costo del lavoro sarà a carico dell’Opera del Duomo, organismo autonomo nato per la tutela dei monumenti nel complesso di Santa Maria del Fiore

 


 
19/09/2022 - Moderni paradigmi nelle previsioni meteo -
26/08/2022 - E’ boom di reati informatici, anche in Puglia -
01/07/2022 - Viaggiatori o turisti? -
03/06/2022 - Uno skyline dell’agire comunicativo -
04/05/2022 - Emozioni in gioco -
11/04/2022 - I GIORNI SANTI -
28/03/2022 - Contemporaneità, alcune considerazioni -
27/02/2022 - Parole e fatti nell’universo femminile -
04/02/2022 - Sulla felicità del pianeta -
09/01/2022 - Scheda di un bene ambientale -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by