Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Social commerce


di Gerardo Antonio Cavaliere

    Si chiama social commerce ed è l'eldorado di qualunque pubblicitario. Il fenomeno indica quello stretto rapporto fra e-commerce e social network, che viene ingegnerizzato quotidianamente. Oggigiorno le piattaforme sociali riescono già a offrire in maniera precisa e non confusionaria le preferenze commerciali dei navigatori. Se pubblichiamo qualcosa sulla bacheca del nostro cantante inglese preferito e dichiariamo al mondo intero che ci piacciono le automobili inglesi, per esempio, sarebbe facilissimo per un pubblicitario proporci un pacchetto scontato per un viaggio in Inghilterra. I software realizzati per estrapolare le preferenze e i possibili bisogni nascosti di ogni utente farebbe il resto. Insomma, un vero e proprio gioco da ragazzi.
Esistono, poi, altri servizi forniti da operatori informatici specializzati, che rendono molto semplice mettere su Facebook il proprio negozio. La facilità con cui si riescono a riproporre le proprie vetrine sul Web dimostra un'ampia esperienza di questi esperti di e-commerce. Che si superano quando riescono a offrire ai commercianti ulteriori strumenti, che non esistono nella realtà di ogni giorno, quella fenomenica. Per esempio, vi sono applicazioni per Facebook, che consentono di caricare prodotti, promuovendoli in maniera interattiva con gli utenti e, soprattutto, in grado di studiarne e conoscerne le abitudini di acquisto. Insomma, piccoli strumenti di avanzatissime scienze sociali computazionali a portata di click.
         Per rendere ancora più commerciabile questo schema, Facebook ha raggiunto un accordo con eBay per integrare al meglio le proprie risorse e moltiplicare esponenzialmente le possibilità di business. Condividere sul social network le impressioni e i feedback connessi a una transazione su eBay potrebbe trasformarsi in una leva sociale per incrementare gli acquisti anche da parte di altri utenti. Certamente vi sono altre potenzialità finora impensabili che potrebbero portare a una simbiosi fra i due operatori del Web a creare utili. Fra le ultimissime novità, vi è la possibilità di mandare soldi, oltre che commenti, ai propri amici. Send Money è il nuovo servizio fornito da PayPal, il braccio finanziario di eBay, che ha recentemente stretto accordi commerciali con Facebook. In sostanza, accedendo al servizio (gratuito) di PayPal si potranno mandare pagamenti ai propri amici, per fare un regalo di compleanno o per festeggiare un altro evento speciale.

Brand e social network
Un'ulteriore variante in cui si declina il sempre più stretto rapporto fra social network ed e-commerce è il nuovo fenomeno dei nomi sui prodotti. Sta prendendo piede un nuovo trend che porta gli utenti della Rete a personalizzare con i propri nomi gli articoli distribuiti dai grandi brand. Coca-Cola, per esempio, ha indetto un concorso sulle reti sociali per partecipare a questa personalizzazione, realizzando 128 milioni di bottiglie con i 150 nomi più popolari. L'idea di fondo è quella di ottenere uno stretto rapporto (quasi uno-a-uno) con i consumatori, come se il mercato fosse quello individuale di un piccolo commerciante con il proprio affezionato cliente. Si dimentica, però, che si tratta (oltre al caso poc'anzi citato) di multinazionali, che nulla hanno a che fare con un mercato verosimilmente etichettabile come ristretto. Altro esempio è quello della casa produttrice di birra Heineken, che ha ideato un progetto su Facebook, in grado di coinvolgere gli utenti per condividere la propria foto del profilo. L'azienda, poi, ha utilizzato tutti i contributi degli utenti per realizzare un mosaico fotografico e utilizzarlo per tappezzare il vetro delle bottiglie con le foto dei fan.
      Gli esempi si possono enumerare ancora, ma quello che emerge da questo nuovo approccio (seppur commerciale) delle multinazionali è quello di identificare gli utenti non come monadi autonome, ma strettamente connessi in un atteggiamento di osmotico abbraccio nel sociale.

Gerardo Antonio Cavaliere ga.cavaliere@studiocelentano.it


 
23/11/2021 - Una scuola per tutti -
01/11/2021 - La cittadinanza nell’Unione europea -
13/10/2021 - Obiettivo uomo -
24/09/2021 - LIBERI FINO ALLA FINE -
09/09/2021 - Superare gli ostacoli -
19/07/2021 - Turisti nello spazio -
23/06/2021 - LA FESTA DELLA MUSICA -
31/05/2021 - LO HANNO DETTO IN TV -
08/05/2021 - Solidarietà: ieri e oggi -
17/04/2021 - Dal piccolo schermo alle smart TV -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by