Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Cercare la musica all’interno dell’uomo


di Rina Di Giorgio Cavaliere

      Le nostre città vivono momenti diversi, direi vari “palpiti”. C’è la città nervosa e concitata dei momenti di punta, quella pittoresca dei giorni di mercato, quella sfavillante di luci alla vigilia del Natale, da poco trascorso.
In questi giorni, però, abbiamo vissuto anche la città sonnolenta e tranquilla delle mattinate festive; ci siamo resi conto del fatto che il progresso tecnico ha reso la nostra vita più confortevole, ma più concitata, spesso convulsa. Negli ultimi decenni, inoltre, lo sviluppo dei media ha enormemente dilatato un fenomeno già in atto, quello della virtualità che rischia di dominare la realtà quotidiana. Senza rendercene conto, siamo immersi in una dimensione virtuale, che accompagna la nostra esistenza nell’arco di tutta la giornata. Il web è il futuro, ma è già anche il presente.
       La telefonia mobile e l’informazione diffusa a tutti i livelli rappresentano una vera rivoluzione globale nel costume sociale, politico, economico e culturale di questo nuovo millennio. Non riusciamo a definirne chiaramente i contorni e le implicazioni; la chiamano malattia sociale, dipendenza dai mezzi audiovisivi, perfino mutazione genetica.
       Alcune persone, in particolare i giovani che sono immersi sin dalla nascita in tale dimensione, non sono più capaci di rimanere a lungo in silenzio e in solitudine. Uno dei principi su cui il pedagogista belga Edgar Willems basa la conoscenza dell’educazione musicale è il seguente: «Cercare la musica all’interno dell’uomo, prima che intorno all’uomo».
       Ci chiediamo cosa possa divenire una persona che non è capace di scendere nel proprio mondo interiore, che non conosce le leggi del silenzio, che non sa gustare, né sa crearsi momenti di consuetudine. Sarà sempre strumentalizzata dalle mode, orientata dagli slogan, aggregata massivamente dal gruppo trainante, qualunque sia il modo di giudicare e di agire. Ben venga, quindi, la tecnologia che può aprire orizzonti illimitati senza i quali non potremmo più vivere, purché la si utilizzi con adeguato giudizio!


 
23/11/2021 - Una scuola per tutti -
01/11/2021 - La cittadinanza nell’Unione europea -
13/10/2021 - Obiettivo uomo -
24/09/2021 - LIBERI FINO ALLA FINE -
09/09/2021 - Superare gli ostacoli -
19/07/2021 - Turisti nello spazio -
23/06/2021 - LA FESTA DELLA MUSICA -
31/05/2021 - LO HANNO DETTO IN TV -
08/05/2021 - Solidarietà: ieri e oggi -
17/04/2021 - Dal piccolo schermo alle smart TV -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by