Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Superare gli ostacoli


di Rina Di Giorgio Cavaliere

   Quando affrontiamo i concetti di libertà, bellezza, democrazia, facciamo riferimento agli elementi fondamentali della civiltà contemporanea, la quale a sua volta trae spunti ancora evidenti dal mondo greco, base della civiltà europea. Teniamo ben presente il discorso relativo a una diversa ideazione dell’uomo nella realtà, nei rapporti con la divinità e al differente approccio con l’ambiente circostante che rendevano l’uomo greco libero nei confronti della divinità, pronto a razionalizzare le soluzioni ai problemi quotidiani. Faremo poi discendere da ciò lo sviluppo delle scienze (dalla filosofia alla matematica) e delle altre forme culturali come il teatro e i giochi sacri: il teatro di Epidauro, il Partenone, il Tempio di Selinunte, il Doriforo.
   Prendiamo in considerazione i resti della pista dell’antica Olimpia nella regione dell’Elide, lungo la costa occidentale del Peloponneso, città natale delle Olimpiadi, ove gareggiavano gli atleti: ai migliori era riservata la corona d’alloro. Trent’anni dopo l’Eneide di Virgilio, Ovidio, già in esilio, scrive le Metamorfosi. Nella narrazione risale a prima dell’inizio, a un Caos primordiale dai confini sfuggenti. Tra le prime creature a emergere dalla terra, dopo il diluvio-Caos inflitto dall’ira di Giove all’umanità per la sua empietà, c’è Pitone, un serpente enorme e mostruoso che solo Apollo riesce ad uccidere.    Per celebrare questa vittoria si istituiscono i giochi Pitici, i cui vincitori, però, non potevano adornarsi dell’alloro tradizionale, perché Apollo non si era ancora invaghito di Dafne, la cui tragica metamorfosi avrebbe generato quell’albero.
Ancora oggi i giochi della XXXII Olimpiade, ripresi nel 1896 su iniziativa del barone Pierre de Coubertin, partono simbolicamente da Olimpia con la cerimonia di accensione del fuoco sacro.  Sono stati denominati dal Comitato olimpico internazionale come Tokyo 2020, sede scelta per questa edizione dal 23 luglio all’8 agosto 2021, tenendo soprattutto conto della situazione dopo i drammatici eventi causati dalla pandemia da Covid-19. In seguito si sono svolti i giochi Paralimpici, dal 24 agosto al 5 settembre. I successi raggiunti dall’Italia in ogni disciplina sono stati numerosi; si è classificata al 10° posto con 40 medaglie nelle Olimpiadi e al 9° posto con 69 medaglie nelle Paralimpiadi.
   Non possiamo negare che i cambiamenti negli ultimi tempi si siano susseguiti con un ritmo decisamente più incalzante rispetto a ciò che accadeva in passato. L’informazione pubblica, opportunamente enfatizzata dai media, ha messo a disposizione di un largo bacino di utenza informazioni e immagini in tempo reale. Il messaggio sportivo non è stato più superare i limiti umani, quanto tenerne conto, riuscire ad aggirarli e inventare situazioni in cui la diversità diventa regola e strumento creativo.
   Abbiamo ammirato, dunque, la bravura degli atleti nelle diverse discipline sportive e nel contempo riscoperto la diversità delle persone e dei gruppi come valore positivo del vivere sociale, il cui senso sta anche nell’interscambio dei beni materiali e spirituali. Sottolineare la qualità della vita significa occuparsi dell’essenza dell’uomo, “Le propre de l’homme”, come titola un romanzo di Robert Merle. Ci siamo sentiti cittadini del mondo, abbiamo acquisito una visione ampia della realtà umana, fondata sulla disponibilità all’incontro, al gioco di squadra, alla condivisione.


 
09/09/2021 - Superare gli ostacoli -
19/07/2021 - Turisti nello spazio -
23/06/2021 - LA FESTA DELLA MUSICA -
31/05/2021 - LO HANNO DETTO IN TV -
08/05/2021 - Solidarietà: ieri e oggi -
17/04/2021 - Dal piccolo schermo alle smart TV -
29/03/2021 - La Santa Pasqua, luce del nostro cammino -
14/03/2021 - Nuovi traguardi nel mondo del lavoro -
22/02/2021 - Il latino nella cultura del presente -
29/01/2021 - Centralità della famiglia -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by