Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

CLASSIFICAGIORNATE - RISULTATI

 

Il Foggia brinda in Coppa: 4-1 al Cittadella
Finale d'andata a favore degli uomini di De Zerbi grazie alle doppiette di Iemmello e Sarno


di Lino Mongiello

Foggia, 31 marzo 2016. Il Foggia si aggiudica con un roboante 4-1 il match di andata della finale di Coppa Italia Lega Prò, contro il Cittadella. Con le doppiette di Iemmello e Sarno i satanelli di De Zerbi vincono e convincono, dopo aver dominato la scena nel primo tempo, giocato a ritmi elevati. Nella ripresa, inevitabilmente, il Cittadella ha cercato di rimediare al pesante 3-0 e rimandare alla gara di ritorno le possibilità di conquista del trofeo. In effetti nei primi minuti c’era riuscito ma poi la seconda prodezza personale di Sarno ha rimesso le cose a posto a favore dei rossoneri. Anche se  nel finale il Foggia s’è complicato la vita a causa dell’espulsione di Narciso che “peserà”, soprattutto e non poco, nella gara di ritorno a campi invertiti. E va ringraziato sicuramente il suo sostituto, Vacca, per aver salvato nei circa 10’ nell’insolito ruolo, almeno due situazioni molto complicate.  Di sicuro la compagine veneta per ribaltare la situazione dovrà infliggere almeno il 3-0. Nulla di sicuro si può dar per scontato. Lo stesso Foggia l’ha dimostrato nella semifinale di ritorno col Siena ribaltando una situazione più o meno simile. E, conoscendo la forza della squadra veneta, soprattutto a ranghi completi, non c’è da stare proprio tranquilli. Intanto, il Foggia incarta e porta a casa gara-1. Poi tra due settimane si vedrà. De Zerbi ci tiene a far bella figura e vuol regalare il trofeo alla tifoseria rossonera. Rispetto al Foggia formato campionato c’è qualche novità. Difesa a “tre” con Coletti che affianca Loiacono e Gigliotti. A centrocampo non c’è capitan Agnelli. Il ruolo di play è affidato a Vacca, coadiuvato nella zona nevralgica del campo da Riverola e con il notevole apporto di Di Chiara e Angelo. In avanti al fianco di “Re” Iemmello ci sono Sarno e Sainz-Maza. Il modulo dei rossoneri varia in base alle situazioni di gioco. Di sicuro non è il consueto 4-3-3. Di fronte al Foggia c’è una signora squadra: il Cittadella quasi promosso in B nel girone “A”. Il tecnico veneto non schiera la miglior formazione e, soprattutto in difesa, dà spazio a qualche giovane promessa. Ne approfitta il Foggia che per tutta la durata della prima frazione tiene in scacco la compagine veneta. La prima azione dei rossoneri è travolgente. Iemmello (2’) parte dalla propria metà campo ma viene rimontato in extremis da un difensore ospite al momento della battuta. Il Foggia  tiene prevalentemente l’iniziativa e prova inutilmente la via della rete. Prima Sainz-Maza (7’) poi Sarno (8’) provano a sorprendere Vaccarecci con due tiri dalla media distanza. Il Foggia comunque sale di tono e grazie alle iniziative sulle corsie esterne, s’inserisce con facilità tra le maglie della difesa veneta. La combinazione tra Sarno, Di Chiara, conclusa da Iemmello (8’) è sventata in angolo da Vaccarecci che, un minuto più tardi corre un altro pericolo sulla gran botta di Riverola terminata sull’esterno della rete. A furia di insistere, il Foggia trova il gol del vantaggio. E che gol ! Spettacolare. Iemmello libera Sarno in piena area. Lo scugnizzo (13’) stoppa la sfera e con un tiro a “giro” beffa l’estremo difensore ospite. Passato in svantaggio il Cittadella comincia a farsi vedere in fase offensiva. Bizzotto (18’) ha la possibilità di pareggiare i conti ma sbaglia il diagonale. Il calcio è impietoso, si sa. Dal possibile pareggio il Cittadella subisce il raddoppio del Foggia. Angelo spinge come un freccia rossa sulla destra e mette al centro un “rasoterra” che Iemmello (20’) deve soltanto accompagnare in rete. Non è finita. Ancora Angelo consente a Iemmello (24’) di presentarsi davanti al portiere ospite e di mettere in rete facendogli passare la sfera tra le gambe. Ancora Iemmello (28’ e 29’) potrebbe ancora andare a rete ma sbaglia le favorevoli occasioni. Nel finale di tempo si fa vedere il Cittadella con il gran tiro di Minesso (44’) sul quale Narciso si fa trovare pronto. Nella ripresa il Cittadella effettua due cambi nella speranza di poter limitare i danni al minimo. Ci prova subito Paolucci (2’) con poca fortuna ma poi il “colpo” riesce a Coralli (5’) che, con una inzuccata vincente sul cross di Sgrigna, sigla il gol del 3-1. Il Foggia non è più pimpante come nella prima frazione ma prova ancora con Sarno (6’) la via della rete. Però è il Cittadella a spingere di più. Coralli (10’) in piena area non riesce a ribattere in rete.  De Zerbi inserisce Arcidiacono (13’) al posto di Iemmello e Gerbo (22’) per Sainz-Maza. Inaspettato giunge la quarta realizzazione del Foggia. Riverola costringe Vaccarecci alla respinta di pugno. Sulla sfera è lesto Sarno (26') ad appoggiare di testa nella porta sguarnita. Il Foggia effettua anche l’ultimo cambio. Chiricò (38’) al posto di Riverola. A complicare la vita ai rossoneri ci pensa Narciso (40’) che si fa espellere per aver toccato la sfera con le mani fuori dalla propria area. In porta ci va Vacca. E proprio Vacca devia la sfera sul palo dopo il calcio di punizione di Sgrigna (42’). Il Cittadella ora ci crede e spinge con la forza della disperazione. Coralli (43’) con un pallonetto sfiora la seconda marcatura. Sempre Vacca (44’) protagonista nel togliere la sfera dai piedi di Coralli pronto alla battuta a rete. Il Foggia però, nonostante l’inferiorità numerica è ancora  vivo e Chiricò (46’) sfiora il gran gol. E’ l’ultima emozione prima del triplice fischio liberatorio del Sig. Perotti e degli applausi a scena aperta principalmente a favore di Vacca.

FOGGIA – CITTADELLA 4 – 1

Marcatori: 13’ p.t. Sarno, 20’ e 24’ Iemmello, 5’ s.t. Coralli, 26’ Sarno.

Foggia: Narciso 2, Angelo 7, Di Chiara 6.5, Coletti 6, Loiacono 6, Gigliotti 6, Riverola 6.5 (38’ s.t. Chiricò s.v.), Vacca 8, Iemmello 7 (13’ s.t. Arcidiacono 6), Sarno 6.5, Sainz-Maza 6 (22’ s.t. Gerbo6). A disp.: Micale, Lauriola, Agnelli, Quinto, Lodesani, Floriano, De Gennaro. All.: R. De Zerbi 6.5.

Cittadella: Vaccarecci 5, Nava 5, Amato 5 (1’ s.t. Benedetti 5.5), Sgrigna 6, Varnier 5 (32’ s.t. Salvi s.v.), Cappelletti 6, Paolucci 6, Minesso 6, Coralli 6.5, Bizzotto 5 (1’ s.t. Maniero 5), Bonazzoli 5. A disp.: Alfonso, Iori, Schenetti, Fasolo. All.: R. Venturato 6.

Arbitro: Pierantonio Perotti di Legnano 6.
1°Ass.:   Stefano Cordeschi di Isernia 6.
2°Ass.:  Andrea Costantini di Pescara 6.

Note: serata gradevole. Terreno in ottime condizioni. Spettatori 5.000 circa. Ammoniti: Loiacono (F), Sgrigna, Coralli, Cappelletti, Benedetti (C). Espulso Narciso al 40’ s.t. per tocco di mano fuori dall’area. Angoli: 3 - 1 per il    Foggia. Recuperi:  0’ e  5’.


 

 




 
11/09/2021 - Brutto ko del Foggia ad opera della Turris (0-2) - Passo indietro...
10/09/2021 - In Foggia - Turris non ci sarà Ferrante - Problema muscolare per...
08/09/2021 - Petermann: Possiamo far ancora meglio ... - Che emozione poter...
05/09/2021 - E' tornata Zemanlandia: 4-1 al Potenza - Intensa, convincente e...
04/09/2021 - Zeman, sul momento rossonero e l'arrivo di Kragl - Analisi del...
02/09/2021 - Michele Rocca: siamo a buon punto - Nonostante i tanti nuovi arrivi e...
31/08/2021 - Last minute: Di Grazia è rossonero - L'esterno catanese va a...
31/08/2021 - Curcio, prolungamento del contratto di un anno - La società e il...
28/08/2021 - Foggia, esordio così così - I rossoneri, poco incisivi, non riescono...
27/08/2021 - Mr Zeman ... in attesa del Monterosi - Il tecnico boemo fa il punto...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by