Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

CLASSIFICAGIORNATE - RISULTATI

 

Foggia stregato dal Benevento. Altro pari allo Zac
Un calcio di rigore sbagliato da Agnelli ed uno inesistente realizzato da Mazzeo decidono il match


di Lino Mongiello

Foggia, 30 gennaio 2016.

Il Foggia raccoglie soltanto un pareggio nel big-match col Benevento(1-1). Ed è il terzo pari interno consecutivo allo Zaccheria che frena la scalata alla vetta dei rossoneri. Eppure il Foggia ha cullato a lungo il sogno di poter avere la meglio sulla compagine sannita ma, a 4’ dalla fine dei tempi regolamentari, è stato bruscamente svegliato dall’abbaglio preso dal Sig. Marinelli di Tivoli. Il fischietto “laziale” ha concesso al Benevento un inesistente calcio di rigore per un presunto fallo di Gerbo ai danni di Ciciretti, consentendo così a Mazzeo di ristabilire la parità. Ma il Foggia deve recitare anche il mea culpa per l’ennesima occasione sciupata. Il quarto calcio di rigore sbagliato ha sicuramente influito sul risultato e, probabilmente, inciderà negativamente in termini di classifica. Sicuramente queste situazioni avranno la loro incidenza. Comunque il campionato prevede ancora quattordici partite e tutto potrà succedere. Se gli uomini di De Zerbi riusciranno a dimostrare di aver raggiunto il giusto grado di maturità da grande squadra, potranno aver la meglio nei confronti dell’agguerrita concorrenza. Nel frattempo ci sarà da lottare e da soffrire. Non ha problemi di formazione Mister De Zerbi. L’undici schierato nel big match col Benevento rispecchia sostanzialmente quello vittorioso di Catanzaro. L’unico indisponibile è lo squalificato Floriano, sostituito da Riverola, mentre il bomber rossonero, Iemmello, stavolta è in panchina. Dopo la consueta fase di studio dovuta all’importanza della contesa, pian piano la gara sale di tono. Il Foggia s’impossessa del centrocampo e inizia a tessere la sua manovra con pazienza e ma non giusta intensità. L’intento è di poter far breccia nella compatta retroguardia giallorossa. Sulle corsie esterne Sarno e Chiricò con le sovrapposizioni di Angelo e Di Chiara mettono in seria difficoltà il “fortino” beneventano che, a fatica, regge l’urto. Più per demerito dei satanelli, imprecisi nel dettare il passaggio decisivo. Di Chiara  (12’) effettua un preciso tiro-cross sul quale nessun rossonero è pronto ad approfittare. Risponde il Benevento con un tentativo di Ciciretti (13’) di poco fuori. Ancora Angelo (15’) innescato in area da Agnelli esegue un diagonale non preciso. Sale di tono il Foggia. Chiricò è imprendibile sulla destra e consegna ad Agnelli (17’) un buon pallone da sfruttare bene ma il capitano non ha fortuna. Preme il Foggia e gli ospiti appaiono in difficoltà. Sull’ennesima galoppata di Di Chiara il cross dal fondo è “fermato” con un braccio da Padella (22’). E’ calcio di rigore. Alla battuta ci va ancora Agnelli (23’) ma Gori, evidentemente ha studiato le modalità di esecuzione e non si fa superare. Dal successivo calcio d’angolo Gigliotti di testa indirizza verso la porta ma ancora lo strepitoso Gori evita la capitolazione. Col rammarico del penalty fallito e l’incitamento dei quindicimila presenti  di fede rossonera, si va al riposo sullo 0-0. Nella ripresa il Foggia sembra più concentrato e trova quasi subito il gol del vantaggio. Un calcio di punizione dai venticinque metri è magistralmente trasformato in rete da Sarno (7’). La  sfera va a spegnersi all’incrocio, imprendibile, alla sinistra di Gori. Lo Zaccheria esplode di gioia. Il Benevento non sta a guardare. Alza il proprio baricentro e si porta più spesso nella metà campo rossonera. I tentativi di Lopez (9’), Cissè (12’) e Lucioni (18’) per fortuna procurano solo ansia al popolo rossonero.  sono sfiora l’incrocio. Il Foggia perde Vacca per infortunio ed è sostituito da Coletti. In sostanza la mancanza del “faro” rossonero fa perdere la rotta al Foggia. Che comunque ha la palla del 2-0 con Iemmello (32’), ben servito da Agnellied evitato da Gori. Ancora Chiricò (36’) tenta il colpo vincente appena dentro l’area di rigore. Non è finita. Il calcio è bello per l’imprevedibilità e puntualmente  chi non ha sfruttato le tante occasioni prima o poi paga dazio. Il Sig. Marinelli “vede” commesso all’interno dell’area un tocco di Gerbo su Cicerelli è però nell’aria e il Benevento usufruisce di un calcio di rigore per un tocco di Gerbo su Melara. L’implacabile Mazzeo (41’), dal dischetto, mostra freddezza e spiazza Narciso,  rianimando  le menti e i cuori dei circa 400 al seguito. Con i pochi minuti da giocare il Foggia si catapulta in avanti alla ricerca del gol vittoria. Narciso per poco non commette lo stesso errore costato lo 0-2 con la Paganese. Il neo entrato Sainz-Maza (46’) ha a disposizione il tape-in che potrebbe riportare il Foggia in vantaggio ma il tiro è “sporco” e termina fuori bersaglio. L’ultima occasione è per Iemmello (49’) ma il suo colpo di testa termina fuori. E’ l’estremo tentativo fallito di una gara quasi vinta e gettata alle ortiche per il grave errore del direttore di gara ma anche per non essere riusciti a gestire il prezioso vantaggio. D’ora in poi saranno vietati ulteriori passi falsi.


FOGGIA - BENEVENTO  1 – 1

Marcatori: 7’ s.t. Sarno, 41’ Mazzeo (rig.).

Foggia: Narciso 5.5, Angelo 6.5, Di Chiara 6.5, Agnelli 6, Loiacono 6.5, Gigliotti 6.5, Gerbo 6.5 (43’ s.t. Sainz-Maza s.v.), Vacca  7 (17’ s.t. Coletti 5.5), Chiricò 6.5, Sarno 7, Riverola 5 (23’ s.t.  Iemmello 5.5). A disp.: Micale,  Bencivenga, De Giosa, Lanzaro, Lodesani, Sicurella, Adamo, Agostinone. All.: De Zerbi 6.5.

Benevento: Gori 7, Padella 5 (12’ s.t. Marotta 6), Pezzi 5.5, Angiulli 5.5 (26’ s.t. Mazzarani 5), Lucioni 6.5, Lopez 6.5, Melara 6, De Falco 6, Cissè  6 (26’ s.t. Campagnacci s.v.), Ciciretti 6.5, Mazzeo 6.5. A disp.: Piscitelli, Troiani, Del Pinto, Mattera, Mucciante. All.: Auteri 6.5.

Arbitro: Livio Marinelli di Tivoli 4.
1°Ass.:   Michele Grossi di Frosinone 5.5.
2°Ass.:   Domenico La Calamita di Bari 5.5.

Note: cielo sereno. Terreno in ottime condizioni. Spettatori 15.000 circa (in duecento unità la rappresentanza ospite). Ammoniti: Vacca, Riverola, Coletti (F), De Falco, Ciciretti, Pezzi, Melara (B).  Angoli: 4 – 1 per il Foggia. Recuperi: 0’ e 4’.

Nella foto, il "capolavoro" di Sarno

 

 




 
11/09/2021 - Brutto ko del Foggia ad opera della Turris (0-2) - Passo indietro...
10/09/2021 - In Foggia - Turris non ci sarà Ferrante - Problema muscolare per...
08/09/2021 - Petermann: Possiamo far ancora meglio ... - Che emozione poter...
05/09/2021 - E' tornata Zemanlandia: 4-1 al Potenza - Intensa, convincente e...
04/09/2021 - Zeman, sul momento rossonero e l'arrivo di Kragl - Analisi del...
02/09/2021 - Michele Rocca: siamo a buon punto - Nonostante i tanti nuovi arrivi e...
31/08/2021 - Last minute: Di Grazia è rossonero - L'esterno catanese va a...
31/08/2021 - Curcio, prolungamento del contratto di un anno - La società e il...
28/08/2021 - Foggia, esordio così così - I rossoneri, poco incisivi, non riescono...
27/08/2021 - Mr Zeman ... in attesa del Monterosi - Il tecnico boemo fa il punto...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by