Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

CLASSIFICAGIORNATE - RISULTATI

 

Foggia, 2-1 alla Lucchese ed ora il derby col Bari
La doppietta di Floriano consente di superare la Lucchese (2-1) nei tempi supplementari


di Lino Mongiello

Foggia, 2 agosto 2015. Lotta e soffre il Foggia per battere la Lucchese e l’impresa gli riesce, sia pure solo nei supplementari (2-1). Non era facile esprimersi già sui livelli standard ma la compagine di Mister De Zerbi ha fatto di tutto per conquistare la qualificazione al 2° turno e soprattutto per “soddisfare” le aspettative dei cinquemila affezionati che hanno riempito lo Zaccheria nel limite massimo della capienza. E’ ovvio, il duro lavoro svolto nella fase di preparazione si è fatto sentire ma Agnelli e compagni hanno confermato di essere sulla buona strada. In più la gara con la Lucchese, la prima di una certa importanza, ha messo in evidenza un “Signor” giocatore: Floriano. E comunque ha dimostrato che ci sono tutte le premesse per far bene. Forse, a trovare il classico “pelo” nell’uovo, ci sarà da lavorare sulla fase difensiva, dove sono emerse alcune disattenzioni specialmente sui palloni alti. Nella difesa a “quattro” è un azzardo schierare due uomini che non sono veri difensori di ruolo. Ma il tempo dirà se De Zerbi ha visto giusto e soprattutto se avrà ragione. Come tutto il popolo rossonero si augura. In casa Foggia la formazione iniziale, in inedita maglia “nera”, è quasi scontata. Nel 4-3-3 confermato da De Zerbi, davanti a Narciso opera la coppia centrale costituita da Coletti e Gigliotti. Sulle corsie esterne ci sono Agostinone e Angelo. A centrocampo Quinto assume il ruolo di playmaker ed è affiancato da capitan Agnelli e lo spagnolo Riverola. In avanti il tridente è inedito con Sainz-Maza centrale e Sarno e Floriano sugli esterni. La voglia di strafare dei rossoneri di casa è tanta ma la gara si fa per loro subito in salita. Un errato disimpegno della difesa regala un calcio d’angolo agli ospiti. Dalla battuta seguente di Calcagni, svetta di testa Espeche (1’) e supera Narciso. La Lucchese è clamorosamente in vantaggio. Alla prima occasione. I toscani insistono e, approfittando dell’attimo di smarrimento dei locali, sfiorano l’incredibile raddoppio. Mingazzini (5’) elusa la trappola del fuorigioco, si presenta davanti a Narciso che però gli chiude lo “specchio” della porta e gli respinge il tiro. Sulla ribattuta c’è Rosseti in agguato ma, a porta spalancata, il fantasista ospite manca il bersaglio. Il Foggia, intanto, incontra non poche difficoltà in fase di costruzione. La Lucchese è ben “serrata” nella propria metà campo e, comunque, il gran caldo e l’umidità si fanno sentire. Soprattutto quando c’è voglia smisurata di mettersi in mostra. Piano piano il Foggia sale di tono e, al primo vero affondo il “piattone” di Riverola (22’), su assist di Floriano, è bloccato in due tempi da Di Masi. Ancora Riverola (23’) con un gran tiro dal limite dell’area impegna il portiere ospite. Ormai è quasi un monologo del Foggia. Il gol del pari è maturo e giunge puntuale. La sgroppata di Sainz-Maza sulla destra è devastante, così come delizioso ed invitante è il cross basso per Floriano (24’), solo da “toccare” in rete. Pareggiati i conti, fino alla fine della prima frazione non succede quasi più nulla. Il Foggia tiene in mano le redini del gioco ma senza pungere. Inanella pure ben otto calci d’angolo che però non producono effetti. Nella ripresa la Lucchese appare più determinata e per poco non beffa i padroni di casa. Il gran tiro di Nolè (5’) scheggia il palo con Narciso fuori causa. L’estremo difensore foggiano poi si supera compiendo il miracolo e con un intervento prodigioso sul colpo di testa di Fanucchi (9’) evita l’1-2. Anche se poi in “collaborazione” con Coletti (12’), sfiora il clamoroso autogol. Il Foggia ? Finalmente spezza l’egemonia della Lucchese con Sarno (14’) il cui tiro sfiora il palo alla destra di Di Masi. E qualche minuto più tardi Floriano (18’) mette in crisi la difesa ospite ma Sainz-Maza non riesce a deviare in rete. La Lucchese è sempre pericolosa e sorprende il Foggia sui palloni alti. Lo fa  con Ballardini (20’) il cui colpo di testa è miracolosamente sventato da Narciso. Ma il Foggia risponde bene e prima Quinto (22’) di testa e poi Sarno (23’) mancano d’un soffio il bersaglio. Ci provano anche Coletti (27’) con una gran botta dalla lunga distanza e Sainz-Maza dopo uno scambio in velocità con Floriano, ma Di Masi è attento. Tenta Agnelli (39’) su calcio di punizione ma Di Masi vola a deviare in angolo. Il Foggia potrebbe mettere al sicuro la qualificazione ma, al termine di una gran giocata tra Floriano, Sainz-Maza e Agnelli non riesce a finalizzare e si va ai supplementari. Nel primo overtime il Foggia sale di tono e si presenta con maggior frequenza dalle parti di Di Masi. Ma è nel secondo tempo supplementare che il Foggia fa suo il match. La giocata vincente la innesca Agostinone che “apre” un corridoio per Floriano (11’ p.t.s.) che con un tocco delizioso supera Di Masi. Ancora Floriano (8’ s.t.s.) ha la possibilità di triplicare ma il suo diagonale termina fuori. Poi Coletti (14’ e 16’) prima impegna seriamente Di Masi e poi colpisce il palo. E’ l’ultima azione prima del triplice fischio del Sig. Di Martino che sancisce il passaggio al turno successivo della Coppa Italia Tim e consente ai satanelli di sfidare il Bari.

FOGGIA – LUCCHESE  2 – 1 (d.t.s.)
Marcatori: 1’ p.t. Espeche, 24’ e 11’ p.t.s. Floriano.
Foggia: Narciso 7.5, Angelo 5.5 (34’ s.t. Bencivenga 6), Agostinone 6, Agnelli 6.5, Coletti 6, Gigliotti 6.5, Riverola 6.5 (29’ s.t. Gerbo 6.5), Quinto 6, Sainz-Maza 6.5 (7’ p.t.s. Viola 6), Sarno 6, Floriano 7.5. A disp.:  Micale, D’Angelo, Loiacono, Sicurella, Lodesani. All. De Zerbi 6.5.
Lucchese: Di Masi 6.5, Melli 6, Monacizzo 6, Espeche 6.5, Lorenzini 6, Calcagni 5.5 (14’ s.t. Ballardini 6), Nolè 6, Mingazzini 6 (3’ p.t.s. Marchesi 6), Fanucchi 6.5 (29’ s.t. Pecchioli 5.5), Rosseti 6, Ashong 6. A disp.: Ferrara, Montanaro, Maini, Russo, Terrani, Bianconi, Vita. All. Baldini 6.
Arbitro: A. Di Martino di Teramo 6.
1°Ass.:  A. D’Alberto di Teramo 6.
2°Ass.: M. Giuliani di Teramo 6.
4° uomo: D. De Romigis di Teramo.
Note: Serata estiva. Terreno in ottime condizioni. Spettatori 5.000. Ammoniti: Riverola, Quinto, Agostinone, Sarno, Gerbo, Viola (F), Nolè, Ballardini, Lorenzini (L). Angoli: 14 – 2 per il Foggia. Recuperi: 2’ e 3’ – 0’ - 2’.


 

 

 




 
27/05/2021 - Serie C, playoff. Dopo il Foggia, Bari eliminato -
19/05/2021 - Foggia eliminato, ma a testa alta. Passa il Bari - Niente da fare per...
09/05/2021 - Il Super Foggia si abbatte sul Catania (1-3) - A dispetto dei...
02/05/2021 - Foggia-Catania, un pari (2-2) inutile - Il Foggia si illude col...
25/04/2021 - Foggia, tre sberle dalla Juve Stabia - Nulla da fare per la compagine...
21/04/2021 - Il lampo di Curcio si abbatte sul Monopoli - La magia del fantasista...
18/04/2021 - Il Foggia perde in casa con la Paganese - Il Foggia, evidentemente,...
14/04/2021 - Sicilia amara per il Foggia superato dal Palermo - Rossoneri...
21/03/2021 - Foggia bloccato dalla Viterbese (1-1) - Rigore di Rocca e pari...
17/03/2021 - Foggia magico: vittoria a Francavilla (0-1) - I rossoneri dominano il...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by