Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

CLASSIFICAGIORNATE - RISULTATI

 

Il Foggia naufraga ad Ischia: 1-0
Padalino rivoluziona la squadra ma non cambia la sostanza. Ancora espulso Loiacono. Decide Armeno.


di Lino Mongiello

Ischia, 23 febbraio 2014.

Il Foggia subisce la seconda sconfitta consecutiva e vede accorciare il vantaggio sulla nona posizione a sette lunghezze. Chi s’aspettava di vedere contro l’Ischia una squadra più determinata e con la voglia di lottare è rimasto sicuramente deluso. E il secondo ko di fila è meritato. Ma gli ultimi tre risultati (due sconfitte e un pari interno) non possono far dormire sonni tranquilli. La formazione rossonera sta attraversando un momento difficile e delicato. E occorre prestare attenzione. Il campionato non ammette soste prolungate ed occorre invertire la rotta. Anche se i prossimi turni saranno tutt’altro che facili. Mister Padalino dovrà badare più alla sostanza che ad alimentare sterili polemiche. E sarà meglio rispondere ai presunti   “denigratori” con i fatti e i risultati, positivi, del campo. La battuta d’arresto nell’isola verde non sarà accolta con i salti di gioia dai dirigenti e dalla tifoseria, però ora come mai è necessario ricominciare a vincere. Magari senza brillare. Padalino, chissà mai perché, ha rivoluzionato l’undici da opporre all’Ischia dell’ex Porta. E il Foggia ha immediatamente mostrato evidenti problemi. L’Ischia s’è impadronito del centrocampo e, per l’intera prima frazione, ha avuto la meglio sugli ospiti. Agli isolani è mancato soltanto il gol per mettere il sigillo al suo predominio. Cunzi (9’), Scalzone (12’) e Tito (18’) impegnano Narciso e gli fanno intendere che la sua giornata non sarà proprio rilassante. Il Foggia non si fa vedere mai dalle parti di Mennella e subisce l’iniziativa degli avversari. Ancora Scalzone (26’) è pericoloso ma la difesa foggiana regge. Ma la gara, come spesso accade, si fa in salita per i rossoneri. Cunzi (28’) lancia in profondità Di Maio e Loiacono lo stende. L’arbitro ritiene il fallo da ultimo uomo e col rosso “diretto” manda il difensore barese negli spogliatoi. L’ultima emozione del primo tempo è ancora di marca gialloblu ma Scalzone (44’) non riesce a trovare la via della rete. Ad inizio ripresa Mister Padalino corre ai ripari ed inserisce D’Allocco per Leonetti. I rossoneri non trovano ancora il giusto equilibrio e l’Ischia per fortuna non ne approfitta. Scalzone (6’), sempre lui, in piena area, manca il bersaglio. E Cunzi (9’) lo imita con un gran tiro che va a sfiorare l’incrocio dei pali. Finalmente si vede il Foggia. In modo anche incisivo. Ma Giglio (10’) di testa non sfrutta il delizioso invito di Venitucci. E Quinto (12’) con una gran botta “centrale” impegna Mennella. Troppo poco per impensierire i padroni di casa. Dopo la girandola di sostituzioni e qualche timido tentativo dalla lunga distanza, anche l’Ischia rimane in dieci uomini. L’espulsione di Mattera (25’) è decretata su segnalazione dell’assistente Vettorel per una presunta gomitata ad un avversario. Ristabilita la parità, il Foggia comincia a credere di aver in pungo il risultato di parità. Ma così non è. Passano pochi minuti e Armeno, travestitosi da “Cavallaro” sgancia un gran rasoterra che beffa Narciso nell’angolo alla sua destra. E’ il gol che vale la vittoria. Il Foggia è groggy e Cunzi (33’), partito sul filo del fuorigioco, tutto solo davanti a Narciso, calcia alle “stelle” convinto che l’arbitro avesse interrotto il gioco.  Intanto il Foggia si riversa nella metà campo avversaria alla ricerca del gol del pari. La manovra è lenta e confusa e l’unica occasione per portare a casa il punticino è di Colombaretti (45’) ma la palla si “stampa” inesorabilmente sulla traversa. E’ l’ultimo dei pochi tentativi di porre rimedio in extremis ad una scialba e deludente prestazione.


ISCHIA – FOGGIA 1 – 0

Marcatore: 33’ s.t. Armeno.

Ischia: Mennella, Finizio, Tito, Tricoli, Mattera, De Francesco, Armeno (47’ s.t. Florio), Alfano, Scalzone (14’ s.t. Trofa), Quinzi, Di Majo (1’ s.t. Falagario). A disposizione: Taglialatela, Liccardo, Crimaldi, Spadafora. Allenatore Porta.
Foggia: Narciso, Agostinone, Filosa, Agnelli, Loiacono, D’Angelo, Grea (38’ s.t. Sicurella), Quinto, Giglio, Venitucci (17’ s.t. Colombaretti), Leonetti (1’ s.t. D’Allocco). A disposizione: Micale, Sciannamè, Pambianchi, Forte. Allenatore: Padalino.

Arbitro:  Emanuele Mancini di Fermo.
1°Ass.:    Francesco Barbetta di Albano Laziale.
2°Ass.:    Veronica Vettorel di Latina.

Note: Giornata soleggiata. Terreno in discrete condizioni. Spettatori 2.500 circa. Ammoniti: De Francesco, Cunzi, Armeno (I) Venitucci, Agostinone (F). Espulsi Loiacono al 40’ p.t. per fallo da ultimo uomo e Mattera al 25’ s.t. per fallo di reazioni. Recuperi: 2’ e 4’.


 

 

 




 
20/10/2021 - Un bel Foggia strozza la corsa dei galletti (1-1) - Al San Nicola la...
17/10/2021 - Ferrante-gol e il Foggia supera il Monopoli - Il quarto gol...
10/10/2021 - Foggia, che batosta ! - Passo indietro dei rossoneri.Due grossolani...
07/10/2021 - IL FOGGIA DI ZEMAN DOMANI AL MADREPIETRA STADIUM -
03/10/2021 - Foggia, 3 gol d'autore e il Messina va ko - Ancora una prova positiva...
29/09/2021 - Giù il cappello: Foggia dilagante ad Andria (0-3) - Netto predominio...
26/09/2021 - Foggia, occasione sciupata: 1-1 con la Juve Stabia - Tanto gioco ma...
19/09/2021 - Foggia distratto: solo un pari a Latina (1-1) - I rossoneri mancano...
18/09/2021 - Il Latina ? Buona squadra ma possiamo far bene - Il tecnico boemo...
11/09/2021 - Brutto ko del Foggia ad opera della Turris (0-2) - Passo indietro...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by