Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

San Severo dice no contro la chiusura delle scuole
Oggi 2 novembre dalle ore 16 alle 17, in via Martiri di Cefalonia,


di Modesta Raimondi

San Severo, 2 novembre 2020.
Oggi 2 novembre dalle ore 16 alle 17, in via Martiri di Cefalonia, di fronte al Comune nuovo, si svolgerà una manifestazione statica, non un corteo, così come previsto dalle normative anti contagio, per protestare contro il presidente Emiliano e l’ordinanza 407, che ha imposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado.
Ad organizzarla il presidente del consiglio di circolo dell’istituto comprensivo San Benedetto di San Severo, in rappresentanza delle famiglie i cui figli frequentano la scuola, che saranno presenti unitamente agli insegnanti.
«Protestiamo contro l’ordinanza del presidente Emiliano e denunciamo la violazione dei diritti costituzionalmente garantiti, come il diritto allo studio, all’inclusione sociale, all’insegnamento, all’autonomia delle istituzioni scolastiche», dicono gli organizzatori. «Vogliamo far capire che la scuola non è solo un parcheggio per le mamme che lavorano, ma un diritto/dovere, una forma di educazione e un modo irrinunciabile di fare cultura, oltre che il migliore investimento per il futuro». E i docenti aggiungono: «Noi docenti non possiamo più tacere: dobbiamo unirci ai genitori in questa protesta rivendicando, come costituzionalmente garantiti, il diritto allo studio del bambini (ex art. 34 Cost.), il diritto all'inclusione (ex artt. 2 e 38 Cost.) e il diritto alla libertà di insegnamento (ex art. 34 Cost.). È palese che viene ascoltato chi fa più rumore: l'ordinanza di cui sopra è sta sollecitata dai pediatri che sono stati inondati da un enorme numero di richieste di certificati, come confermano le dichiarazioni rilasciate ieri dall' Assessore Regionale alla Sanità, Lopalco, in risposta al Ministro Azzolina. Dobbiamo reagire, ricordando che insieme siamo di più».
Muniti di zaini e grembiulini, in linea con le proteste che si stanno svolgendo in tutta Italia, genitori e docenti protesteranno pacificamente, con la sincera speranza che chi governa sappia trovare un’alternativa percorribile alla serrata degli istituti che da più parti viene definita irricevibile.
Alla protesta è prevista la partecipazione di 250 manifestanti, tra docenti e genitori.
 
 


 
11/05/2022 - 'Ufficio Urbanistica di Foggia” - Emiliano e Maraschio totalmente...
09/05/2022 - INCAZZATI A NERO - La disoccupazione giovanile, gli abusi, il lavoro...
04/05/2022 - Olimpiadi delle Scienze Naturali - Il Liceo “A. Volta” di Foggia alle...
04/05/2022 - Gli auguri del Pres.Provincia a Giovanni Melillo - Gatta orgogliosi...
04/05/2022 - Tutela della produzione di olio Evo - Sicolo: “Vogliamo ringraziare...
28/04/2022 - ELIMINARE LE BARRIERE ARCHITETTONICHE - CERIGNOLA, OK ALL'UNANIMITÀ...
26/04/2022 - Storie di Giovani Vignaioli - Il 29 e il 30 maggio: 41 cantine...
11/04/2022 - “Donne Daune: incontro di mani e di terra”. - Luogo ancora silenzioso...
06/04/2022 - PNNR-FESR-FSC. - Quali prospettive per la Capitanata? Azioni e...
04/04/2022 - Campionati Italiani U15 Stile Libero di Lotta - La Lotta rappresenta...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by