Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Come ricominciare dopo la violenza assistita
L'Associazione Donne in Rete, con il patrocinio di Matilda editrice e del CPO dell'Ordine forense


di Donatella Caione

Foggia, 26 febbraio 2019.

L'Associazione Donne in Rete, con il patrocinio di Matilda editrice e del CPO dell'Ordine forense di Foggia, prendendo spunto dal libro edito da Matilda Editrice: Possiamo tenerlo con noi? Sabato 2 marzo 2019alle ore 9,00 presso l'Auditorium Santa Chiara, Piazza Santa Chiara, a Foggia, organizza un Convegno per sensibilizzare la cittadinanza sul tema della violenza assistita, da titolo:
Come ricominciare dopo la violenza assistita
La violenza assistita, ovvero l'essere bambine e bambini testimoni di atti di violenza fisica, verbale, psicologica, sessuale ed economica agiti da uomini (mariti, compagni, partner) nei confronti delle loro madri, è stata individuata e definita da parte della comunità scientifica e del mondo dei servizi socio sanitari. Ma non se ne parla abbastanza, ancora manca il riconoscimento di un reato specifico che faccia riferimento all’esposizione dei bambini e delle bambine alla violenza domestica, al momento presente solo come aggravante per alcuni reati. E troppo spesso non viene tutelato il diritto alla protezione fisica e psicologica di figlie e figli che non può prescindere dall’interruzione della violenza sulla madre. E infine si parla troppo poco delle conseguenze psicologiche ed emotive di chi, in tenera età, assiste ad atti violenza intrafamiliare.
Si stima che siano più di 1,4 milioni le mamme vittime di violenza domestica e, accanto a loro, ci sono le minori e i minori (dal 2009 al 2014 circa 427 mila), silenziosi testimoni di soprusi e maltrattamenti. È necessario comprendere che solo riconoscendo la violenza maschile sulle donne come negazione di diritti che investe anche i bambini e le bambine e solo sostenendo i percorsi di liberazione delle donne, e i centri antiviolenza che li rendono praticabili, sarà possibile migliorare la protezione dei bambini restituendo loro l’infanzia e il futuro.
Dopo il saluto in videoconferenza di Maria Grazia Anatra, autrice del libro, interverranno la psicoterapeuta Adelaide Minenna, l'avvocata Laura Pasquino, l'ex Garante regionale dei diritti dei minori Rosy Paparellae l'avvocata Maria Rosaria Judice. Modera Lina Appiano, Presidente dell'Associazione Donne in Rete.


 
18/05/2022 - Grandine sul Tavoliere - Cia Capitanata: “Danni a grano, vigneti,...
18/05/2022 - Messa in sicurezza arterie stradali della città - FdI: La segnaletica...
11/05/2022 - 'Ufficio Urbanistica di Foggia” - Emiliano e Maraschio totalmente...
09/05/2022 - INCAZZATI A NERO - La disoccupazione giovanile, gli abusi, il lavoro...
04/05/2022 - Olimpiadi delle Scienze Naturali - Il Liceo “A. Volta” di Foggia alle...
04/05/2022 - Gli auguri del Pres.Provincia a Giovanni Melillo - Gatta orgogliosi...
04/05/2022 - Tutela della produzione di olio Evo - Sicolo: “Vogliamo ringraziare...
28/04/2022 - ELIMINARE LE BARRIERE ARCHITETTONICHE - CERIGNOLA, OK ALL'UNANIMITÀ...
26/04/2022 - Storie di Giovani Vignaioli - Il 29 e il 30 maggio: 41 cantine...
11/04/2022 - “Donne Daune: incontro di mani e di terra”. - Luogo ancora silenzioso...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by