Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Ataf SpA, Raffaele Ferrantino, replica al PD
Sosta tariffat.Evidentemente si cerca di ingarbugliare la matassa provando a spaventare i lavoratori


di Paolo Ruotolo

Foggia, 23 dicembre 2015.

«Mi pare che sulla vicenda della gestione del servizio della sosta tariffata si stia facendo parecchia confusione, sia sul piano politico che dal punto di vista tecnico. Evidentemente si cerca di ingarbugliare la matassa provando a spaventare i lavoratori e, visto l’attivismo di segretari di partito e addirittura di assessori regionali in carica, a lucrare qualche consenso politico». È la replica del presidente del Consiglio di Amministrazione di Ataf SpA, Raffaele Ferrantino, alle accuse lanciate dal segretario cittadino del Partito Democratico, Mariano Rauseo, dal consigliere comunale Augusto Marasco e dall’assessore regionale al Bilancio, Raffaele Piemontese.
«In via preliminare ho la sensazione che l’assessore Piemontese dovrebbe fare un po’ di ordine in quelle che sono le sue competenze e le sue responsabilità istituzionali. Peraltro parliamo di una vicenda che è anche il frutto delle scelte operate nel recentissimo passato dall’Amministrazione comunale che egli sosteneva in modo diretto, al cui disastro stiamo provando a porre rimedio – dichiara Ferrantino –. Posso comprendere che nella sua qualità di esponente del Pd di Foggia e di assessore del territorio Piemontese avverta l’esigenza ed il diritto di avere un’attenzione politica per la questione. Trovo però bizzarro che egli abbia trovato il tempo di incontrare alcune sigle sindacali di Ataf SpA e di rilasciare dichiarazioni polemiche verso l’attuale CdA dell’azienda mentre non ho notizie, ad esempio, di un suo uguale attivismo nella partita riguardante il futuro della Biblioteca Provinciale “La Magna Capitana”. Probabilmente c’è una sorta di strabismo politico, un’attenzione ad intermittenza per le questioni che riguardano il territorio di cui Piemontese è espressione».
«Quanto al merito del tema su cui si dibatte, va chiarito un dato che il Pd ignora o fa finta di ignorare: il bando di gara non prevedeva affatto l’assunzione di 90 unità. Sarebbe bastato leggerlo con un po’ di attenzione per rendersi conto che la previsione dei posti disponibili era “sino ad un massimo di 90 unità”, lasciando ad Ataf SpA il diritto di individuare, sulla base di un’analisi dei ricavi della sosta, il numero esatto – specifica Ferrantino –. All’esito di questa analisi si è stabilito di fissare in 70 le unità necessarie per espletare il servizio. Voglio inoltre ricordare che su questa cifra vi fu un’ampia discussione in Consiglio comunale nel passato, con lo stesso sindaco Landella, allora consigliere di minoranza, che denunciò più volte come si trattasse di un numero sproporzionato che sarebbe stato difficile sostenere economicamente. In quel momento, però, forse il Pd aveva più occhio per le ricadute elettorali legate ad un allargamento della platea piuttosto che per la sostenibilità finanziaria dell’operazione».
«Da questo punto di vista, dunque, continua a sfuggirmi il motivo per il quale un’azione come la nostra, finalizzata a garantire il posto di lavoro alle unità rimaste escluse, sia oggetto di una così forte opposizione, peraltro costruita su informazioni grossolane e in larga parte pretestuose – sottolinea il presidente del CdA di Ataf SpA –. La sostenibilità dell’operazione che porterebbe le unità escluse, da cui noi abbiamo espulso coloro i quali si sono macchiati di furti ai danni dell’azienda, a svolgere mansioni di pulitura, permettendo ai lavoratori in possesso di patente ed abilitazioni oggi impiegati in quel ruolo di spostarsi o alla guida degli autobus o in officina, realizzando così un significativo abbattimento del monte ore dello straordinario attuali, è ampiamente confermata e certificata dai numeri (300mila euro di risparmio annuo sullo straordinario, cifra equivalente al costo delle unità rimaste escluse). E i numeri, non me ne vorranno Rauseo, Marasco e Piemontese, sono qualcosa di un po’ più serio rispetto a “ciò che i sindacati ci riferiscono”, espressione utilizzata per dimostrare la fondatezza della loro tesi. Voglio poi ribadire che, contrariamente a quanto sostenuto dal Pd, i lavoratori che dovrebbero svolgere le mansioni di pulitura sono stati ampiamente informati del fatto che nessuna loro internalizzazione è possibile. Ho provveduto ad informarli personalmente, perché a differenza di altri sono abituato a raccontare la verità e non ad alimentare aspettative infondate come quelle cui si diede corso in occasione dell’improprio allargamento della platea del personale della sosta tariffata, quando al governo della città sedevano proprio coloro i quali oggi puntano l’indice nei nostri confronti».
«Le chiacchiere, quindi, stanno a zero, come ieri è stato spiegato in modo dettagliato e documentato anche al Prefetto di Foggia, Maria Tirone, nel corso dell’incontro promosso su sollecitazione di alcune organizzazioni sindacali – conclude Raffaele Ferrantino –. Al Prefetto abbiamo illustrato le finalità e la sostenibilità dell’operazione, oltre che la sua valenza sociale. Questi sono i fatti. Tutto il resto è propaganda».


 
05/12/2021 - CANDELA DA IL VIA AL NATALE - INAUGURATA LA CASA DI BABBO NATALE E I...
02/12/2021 - Una App per salvare le foreste - I ragazzi del Liceo foggiano...
01/12/2021 - Vico, borgo incantato del Natale in Puglia - Dall’8 dicembre, un mese...
01/12/2021 - Servizio Civile Universale - CSV FG “Necessario uno sforzo di...
30/11/2021 - Aiuti alle famiglie di San Severo - contributi di solidarietà...
29/11/2021 - Camera minorile eletta presidente Anna Celentano - “Tredici anni di...
29/11/2021 - La rassegna Musica felix si conclude 1 dicembre - Il violinista...
27/11/2021 - “NATALE, SOTTO LO SGUARDO DELLA VERGINE MARIA” - A Palazzo Dogana la...
25/11/2021 - Giornata internazionale violenza contro le donne -
25/11/2021 - INAUGURAZIONE PANCHINA ROSSA - Cerignola. Per dire no alla violenza...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by