Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Arrestati undici assenteisti a Manfredonia
Sono stati eseguiti dalla Guardia di Finanza del centro sipontino stamani


di Agostino Magaldi

Manfredonia, 4 giugno 2015.

Dalle prime ore di questa mattina i Finanzieri della Compagnia di Manfredonia stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, agli arresti domiciliari, nei confronti di 11  tra dipendenti e lavoratori socialmente utili del Comune di Manfredonia.
Nei confronti di ulteriori 11 indagati sono in corso le notifiche di avvisi di conclusione indagini emessi dalla Procura della Repubblica di Foggia.
Per tutti, il reato ipotizzato è quello di “Truffa a danno di un Ente pubblico”.
In particolare, nell’ambito dell’attività svolta dalla Guardia di Finanza in materia di  controllo della  spesa pubblica e a contrasto alle truffe commesse nei confronti degli enti pubblici, nel periodo dal 2013 al 2014, i militari hanno posizionato delle telecamere nascoste nei pressi delle apparecchiature marcatempo del Comune di Manfredonia ed hanno eseguito numerosi servizi di osservazione e pedinamento nei confronti degli indagati, riscontrando:
 una pluralità di dipendenti dell’ente che, oltre a quello personale, marcavano il badge anche di altri colleghi impegnati altrove;
 familiari che utilizzavano il badge del proprio congiunto che era impegnato a svolgere altre attività lavorative “in nero”. In particolare, è emerso che uno degli indagati prestava la propria opera di idraulico;
 dipendenti che, dopo aver timbrato l'entrata, non accedevano negli uffici ma si dedicavano ad acquisti presso mercati rionali e settimanali;
 lavoratori socialmente utili che, seppur formalmente presenti, non si  recavano sul posto di lavoro;
 ore di straordinario integrative effettuate solo “sulla carta” attraverso false timbrature del badge.

Nei confronti dei 22 indagati sono stati forniti validi elementi di prova che hanno consentito alla Procura della Repubblica di avanzare anche richiesta di sequestro preventivo per equivalente per recuperare  le somme indebitamente percepite. Il G.I.P. del Tribunale di Foggia, accogliendo la richiesta della Procura, oltre alle ordinanze di custodia cautelare, ha disposto il sequestro dei beni detenuti dagli indagati.


 
23/06/2022 - Seminario dell’Associazione della Stampa di Puglia - “Presunzione di...
23/06/2022 - Aree protette: i risultati di Life ESC 360 - il progetto coordinato...
20/06/2022 - La Notte Romantica di Vico - Incontro con i giornalisti mercoledì 22...
16/06/2022 - L’Info point turistico di S.Severo si rinnova - Il programma “Visit...
06/06/2022 - Anci e Fnsi status uffici stampa - Decaro: “ufficio stampa della PA...
03/06/2022 - L’arte del Public Speaking a Foggia - Un corso per imparare a parlare...
01/06/2022 - LXXVI anniversario della nascita della Repubblica - il messaggio del...
01/06/2022 - “Ciclovia Adriatica” - Provincia oltre 22 milioni di euro per gli...
26/05/2022 - La Capitanata e l’affido temporaneo - Incontro il 27 maggio, alle 17,...
23/05/2022 - “La memoria e la resistenza' - CSV della Puglia: laboratori storie di...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by