Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

“Imprese al femminile. Perchè e come”.
progetto “Incontriamoci' Sperimentazione Modello Locale di Centro Occupabilità Femminile


di edazione

Manfredonia, 25 maggio 2015.

Si è svolto presso il Centro per l’Impiego di Manfredonia il seminario sul tema “Impresa al femminile. Perché e come”, il secondo degli incontri programmarti nell’ambito del progetto “Incontriamoci” (P.O.R Puglia FSE 2007/2013 - Asse VII - Capacità Istituzionale Sperimentazione Modello Locale di Centro Occupabilità Femminile e per Soggetti Svantaggiati).
I lavori sono stati introdotti e coordinati da Salvatore Castrignano, dell’Ufficio di Staff del Settore Politiche del Lavoro della Provincia, il quale ha presentato i relatori e ha ribadito che la finalità dell’iniziativa progettuale è quella di offrire alle circa 100 donne che vi aderiscono nell’ambito territoriale del CPI, le motivazioni individuali e collettive per una partecipazione attiva, finalizzata a perseguire le pari opportunità e l’inserimento socio-lavorativo, facendo leva sulla fiducia nelle proprie competenze e su una adeguata informazione circa gli strumenti normativi e le opportunità esistenti.
L’intervento di Geppe Inserra, Dirigente del Settore, ha consentito di inserire il tema specifico della promozione di nuove imprese fatte da donne nel quadro dinamico e di grandi potenzialità produttive ed economiche in cui è oggi necessario sviluppare in Capitanata, tra l’altro, l’inventiva e la capacità innovativa. Ad esempio è auspicabile la valorizzazione, con produzioni artistiche artigianali e con attività di diffusione culturale e di supporto ricettivo e turistico, delle radici storiche del territorio e delle popolazioni daune.
La Presidente del Comitato per l’Imprenditorialità femminile Daniela Eronia ha quindi presentato casi virtuosi di imprese al femminile che in provincia di Foggia, in diversi settori, da quello vitivinicolo a quello dei servizi alla persona o del cake design, hanno dimostrato che negli anni più recenti qualcosa si sta muovendo in modo davvero significativo. La chiave del successo non è avere titoli particolari ma possedere una chiara e ferma volontà di proporsi con le proprie idee.
La Consigliera provinciale di Parità, Antonietta Colasanto, ha indicato nella forza di volontà delle donne un requisito indispensabile a costruire il proprio futuro di integrazione sociale e lavorativa. Alle attività quotidiane familiari le donne sanno dare il giusto peso anche quando decidono giustamente di cercare ed impegnarsi in attività di lavoro. La risposta è nell’equilibrio tra ruoli con gli uomini e questa è appunto la ragione dell’impegno per le pari opportunità, che la legge oggi prevede chiaramente e sostiene.
Michele Tamburrelli, funzionario della Camera di Commercio e Segretario del Comitato per l’imprenditorialità femminile, ha infine illustrato le principali misure europee, nazionali e regionali che mettono a disposizione importanti risorse a sostegno delle donne che decidono di avviare una attività d’impresa. Tamburrelli ha sottolineato che la Camera di Commercio ha elaborato uno studio, disponibile alla consultazione di chiunque fosse interessato, che indica le 40 attività professionali ed imprenditoriali di maggior interesse produttivo per la Capitanata. Ha infine rilevato che, sebbene rappresentino circa il 40% del totale, le imprese femminili sono quelle che hanno vita maggiore rispetto alle altre.
In tutti gli interventi dei relatori è stata evidenziata l’importanza e la disponibilità di rendere continuativa l’informazione tra le numerose partecipanti al seminario e gli stessi rappresentanti e tecnici degli organismi istituzionali, fornendo riferimenti e modalità per il successivo contatto diretto.
Il dibattito seguito ha consentito di approfondire e rispondere a dubbi e domande circa adempimenti e requisiti per la promozione delle iniziative di impresa.
Infine la coordinatrice del Progetto, Giulia Marzullo, funzionaria del settore Politiche del Lavoro della Provincia, ha ringraziato i relatori intervenuti, le partecipanti al seminario, le operatrici Giuseppina Ciuffreda e Lina De Palma e il responsabile del CPI di Manfredonia Matteo Capriati, ricordando che l’iniziativa sarà completata entro il prossimo 30 aprile con l’organizzazione di un terzo seminario sulla formazione professionale delle donne e la elaborazione dei bilanci di competenze delle partecipanti.


 
23/06/2022 - Seminario dell’Associazione della Stampa di Puglia - “Presunzione di...
23/06/2022 - Aree protette: i risultati di Life ESC 360 - il progetto coordinato...
20/06/2022 - La Notte Romantica di Vico - Incontro con i giornalisti mercoledì 22...
16/06/2022 - L’Info point turistico di S.Severo si rinnova - Il programma “Visit...
06/06/2022 - Anci e Fnsi status uffici stampa - Decaro: “ufficio stampa della PA...
03/06/2022 - L’arte del Public Speaking a Foggia - Un corso per imparare a parlare...
01/06/2022 - LXXVI anniversario della nascita della Repubblica - il messaggio del...
01/06/2022 - “Ciclovia Adriatica” - Provincia oltre 22 milioni di euro per gli...
26/05/2022 - La Capitanata e l’affido temporaneo - Incontro il 27 maggio, alle 17,...
23/05/2022 - “La memoria e la resistenza' - CSV della Puglia: laboratori storie di...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by