Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Presentata la mostra 'La patria, l'arte, la donna
Dedicata a Saverio Altamura e alla pittura dell'Ottocento in Italia


di Antonello Abbattista

Foggia, 5 novembre 2012.

“Quella ospitata a Palazzo Dogana è la prima grande mostra dedicata a Saverio Altamura, la prima mai organizzata a Foggia. Una scelta che, dunque, non ha solo un valore artistico, ma che rappresenta il doveroso omaggio che la Capitanata rende ad uno dei suoi più famosi cittadini. Attraverso le tele che la Provincia di Foggia ha scelto nei più prestigiosi musei nazionali ed internazionali si snoderà un percorso che racconterà e descriverà sia il profilo umano che quello artistico di Altamura, sia la sua passione civile che il suo patriottismo, sia la sua tecnica pittorica che il suo tratto intellettuale. Un grande evento fortemente voluto dall'Amministrazione provinciale sia a coronamento delle numerose manifestazioni organizzate per i 150 anni dell'Unità d'Italia, sia per offrire alla Capitanata una storica occasione dal profilo culturale estremamente elevato”. E' quanto affermato dal presidente della Provincia di Foggia, Antonio Pepe, nel corso della conferenza stampa di pr!
 esentazione della mostra “La Patria, l’Arte, la Donna. Francesco Saverio Altamura e la pittura dell’Ottocento in Italia” che prevede l’esposizione delle opere più importanti di Altamura provenienti dai più importanti musei italiani ed internazionali, che si terrà sia nella Sala del Tribunale di Palazzo Dogana che nel Museo Civico di Foggia dal 10 novembre al 13 gennaio 2013.
All'incontro con gli organi di informazione, svoltosi stamane nella Sala Giunta di Palazzo Dogana, hanno inoltre partecipato il consigliere comunale Peppino D'Urso in rappresentanza del Sindaco di Foggia, Gianni Mongelli; i curatori della mostra e componenti del comitato scientifico Luisa Martorelli della Soprintendenza speciale per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico e per il polo museale della città di Napoli, Francesco Picca della pinacoteca “Michele De Napoli” di Terlizzi e Christine Farese Sperken dell'Università di Bari.
“Un artista ed un patriota, un pittore ed un intellettuale. Quella di Francesco Saverio Altamura è una figura complessa, contraddistinta da una carica vitalista e da un costante impegno civico e politico. Ed è proprio così che abbiamo provato a descrivere un artista le cui radici affondano nella storia della provincia di Foggia. Un figlio del nostro territorio che ha scritto alcune delle pagine più belle della pittura dell’Ottocento italiano, le cui opere sono ormai uno tra i patrimoni più preziosi delle collezioni d’arte dei musei italiani ed europei. La mostra “La Patria, l’Arte, la Donna” raccoglie dunque il meglio della produzione artistica di Altamura, snodandosi attraverso numerose sezioni che rappresentano un ideale sentiero tra la sua formazione accademica, il suo spirito patriottico, l’influsso del naturalismo, solo per fare qualche esempio”, ha evidenziato la vicepresidente ed assessore provinciale alla Cultura, Billa Consiglio.
“La Patria, l’Arte, la Donna” è il titolo che abbiamo scelto per la mostra dedicata alle opere di Francesco Saverio Altamura. Un titolo che racchiude idealmente le fasi della produzione artistica di questo straordinario figlio della provincia di Foggia, pittore e patriota. Tre parole d’ordine utili a comprendere il percorso di Altamura e a dare il senso di un impegno che lo portò ad assumere una rilevanza e una notorietà di respiro nazionali. Un evento che arriva sicuramente in ritardo rispetto alla conclusione della manifestazioni organizzate per i 150 anni dell'Unità d'Italia ma che ha richiesto un grande sforzo organizzativo per garantire un'offerta che fosse davvero all'altezza delle aspettative”, ha evidenziato il dirigente del servizio Politiche culturali della Provincia di Foggia, Francesco Mercurio.
Organizzata e promossa dal servizio Politiche culturali della Provincia di Foggia in collaborazione con la Soprintendenza speciale “Psae” e per il polo museale della città di Napoli e il Comune di Foggia, con il contributo della Regione Puglia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia e della Fondazione Banca del Monte di Foggia, la mostra vede l'autorevole adesione del Presidente della Repubblica e sarà composta da 90 opere. Ai dipinti di Altamura saranno affiancati quelli di numerosi artisti, maestri e compagni di lavoro dell'artista foggiano, che documentano un sodalizio artistico con la scuola napoletana di nuova formazione verista (Domenico Morelli e Michele De Napoli) e l'interesse per il Naturalismo dei pittori toscani (Serafino de Tivoli, Cristiano Banti, Vincenzo Cabianca). La mostra si avvarrà della grande raccolta conservata presso la Pinacoteca di Foggia e di numerosi prestiti provenienti dai musei italiani oltre che da collezionisti privati: dalla Galleria !
 Nazionale d'Arte Moderna di Roma al Museo di Capodimonte e Museo di San Martino di Napoli, dalla Pinacoteca Provinciale di Bari al Palazzo Reale di Caserta, dal Museo Civico di Foggia alla Pinacoteca Michele De Napoli. Infine la fondazione “Istituto Matteucci” di Viareggio ha concesso il prestito di celebri dipinti macchiaioli che saranno esposti nella sezione dedicata al Naturalismo toscano.
Per rendere più facile e comprensibile l'approccio del visitatore alla mostra è stato organizzato un percorso espositivo in 10 sezioni, suddivise tra le due sale espositive, secondo criteri tematici e cronologici. Tre sezioni al Museo Civico: “I patrioti”, “La formazione accademica” e “Il concorso Ricasoli”. Sette le sezioni a Palazzo Dogana: “La vita e gli affetti”, “La Toscana”, “Nuovi aspetti del Naturalismo”, “Interni e architetture”, “Fidem Quaero”, “Suggestioni dall'antico” e “La letteratura ispiratrice”.
Il comitato d'onore della mostra è composto dal presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola e dall'assessore regionale alla Cultura, Silvia Godelli; dal presidente della Provincia di Foggia, Antonio Pepe e dalla vicepresidente, Billa Consiglio; dal sindaco di Foggia, Gianni Mongelli; dall'arcivescovo della Diocesi Foggia-Bovino, Monsignor Francesco Pio Tamburrino; dal soprintendente Fabrizio Vona per la Soprintendenza speciale per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico e per il polo museale della città di Napoli; dal presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia, Antonio Castorani; dal presidente della Fondazione Banca del Monte, Francesco Andretta.
Il comitato scientifico della mostra è composto da: Ioannis Bourloyannis Tsangaridis, Gaetano Cristino; Christine Farese Sperken, Gloria Fazia, Luisa Martorelli, Giuliano Matteucci, Franco Mercurio, Francesco Picca e Gianfranco Piemontese.


 
24/09/2021 - Progetto SpinAbility: Gara di Orienteering - Potranno partecipare...
23/09/2021 - 'L'ANPI, l'Italia e la nostra democrazia' - strategie da mettere in...
21/09/2021 - L'AGESCI della zona Alto Tavoliere Nuovo Progetto - 'Rifugio del...
21/09/2021 - Musica Civica – Conversazioni tra suoni e parole - Torna al Teatro...
20/09/2021 - Per una scuola dell’affetto - Monsig. PELVI: Ero stato un bambino...
17/09/2021 - A Foggia il primo centro di Musicoterapia - Il progetto, promosso...
17/09/2021 - UN MESSAGGIO AI RAGAZZI APERTURA SCUOLA - Leo: Abbiate cura di voi...
10/09/2021 - “Pescato nel Golfo di Manfredonia” - “Mangia sano, Scegli il fresco,...
08/09/2021 - “Parliamo di (anti)mafia” - Ciclo di incontri e spettacoli teatrali...
06/09/2021 - RIUNITA COMMISSIONE INDAGINE SU CRIMINALITA' - E' stata evidenziata,...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by