Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Piano evacuazione degli occupanti alloggi 'Moreno'
Una mozione del consigliere Longo per una convocazione urgente del Consiglio comunale


di Gerardo Leone

Foggia, 29 maggio 2012.

Ci giunge il testo della mozione presentta dal Consigliere della opposizione Bruno Longo, inviata al Presidente del Consiglio comunale Raffaele Piemontese, ed al Sindaco di Foggia, in cui si richiede la Conovocazione del Consioglio Comunale per discutere del Piano di evacuazione degli occupanti gli alloggi di prorietà Moreno, al Salice. Ecco il Testo:

Oggetto: richiesta di urgente convocazione del Consiglio Comunale sulla emergenza abitativa e sul Piano di evacuazione di centinaia di cittadini di Foggia occupanti alloggi di proprietà    “ Moreno” in zona Salice. Approvazione di Mozione a favore dei “senzatetto” e delle  situazioni di precarietà abitative.

 

     I sottoscritti consiglieri comunali,a norma dell’art. 43,comma 2,del D.Lgs n.267/2000 ,dell’art. 18,comma 4 dello statuto comunale e dell’art.29 del regolamento del Consiglio Comunale,

                                                                  premesso che :

- Foggia è da anni definita,a livello nazionale, città ad alta tensione abitativa;

- Nonostante tale emergenza,da quasi un decennio l’amministrazione comunale,l’Istituto Autonomo case Popolari,la Regione Puglia,lo Stato,colpevolmente,non hanno ritenuto,ognuno per le proprie competenze, varare alcun programma per la realizzazione di alloggi  di edilizia residenziale pubblica da destinare alle famiglie povere e svantaggiate della città;

- Le due amministrazioni comunali di centrosinistra,che si sono succedute negli ultimi otto anni circa,quella del sindaco-imprenditore Mongelli e la precedente,nel corso del loro mandato amministrativo,hanno sempre utilizzato il termine “emergenza abitativa”per approvare Piani di edilizia privata  per la costruzione di alloggi ad alta redditività ,non realizzando,vergognosamente alcun alloggio per i soggetti bisognosi;

- Addirittura,paradossalmente,il 20% dei suoli dell’intera manovra,ultima, del Piano di Edilizia di cui alla legge 167/62,destinata all’Iacp,per la costruzione di alloggi ERP è stata destinata,al colmo dell’incoerenza e della mala-amministrazione,a soggetti,che hanno realizzato alloggi privati ,ignorando totalmente le famiglie povere;

- Alla stregua,una ulteriore forzatura al piano di zona 167, definita maldestramente “recupero delle volumetrie disperse”, ha indebitamente sottratto aree a servizio della residenza per  destinarle  non alla costruzione,quanto meno, di alloggi   di edilizia pubblica residenziale viste le  spaventose cifre dell’emergenza abitativa,ma ad ulteriore speculazione edilizia privata,di cui risultano beneficiari stretti parenti del Sindaco Mongelli  ed il Sindaco Mongelli stesso,anche se quest’ultimo ha dichiarato ,recentemente,di aver ceduto alla famiglia le quote delle società destinataria dei suoli pubblici edificatori;

- Incredibilmente,uno dei primi atti amministrativi del Sindaco Mongelli,fu quello di abbattere,senza l’autorizzazione del consiglio comunale, un fabbricato,ubicato in viale Fortore,(denominato ex Scivar),acquistato esclusivamente per alleviare i processi di alta tensione abitativa e finito invece per servire interessi legati all’onnipresente edilizia privata;

- Nonostante le sollecitazioni e le denuncie politiche,  provenienti da più parti,anche  dall’intera 2a commissione consiliare,composta da membri appartenenti a tutti gli schieramenti politici, circa l’esistenza di alloggi  e strutture,rivenienti  da già realizzati Piani Integrati pubblico –privato  da consegnare all’Amministrazione comunale da parte di noti imprenditori,alcuni molto vicini al Sindaco Mongelli  ,quest’ultimo ha,sorprendentemente  ignorato qualsiasi iniziativa utile ad ottenere  i suddetti alloggi e le suddette strutture pubbliche,determinando un danno oltre che sociale e patrimoniale anche di natura erariale;

- La ristrutturazione dell’edificio denominato Ex Onpi,situato in via Bari,nonostante l’acquisizione a patrimonio comunale e l’ottenimento, da circa un decennio, di cospicui finanziamenti regionali da parte dell’amministrazione centrodestra ,risulta incompleto a causa di un mancato collaudo tecnico e della misteriosa sparizione di circa un milione ed ottocentomila euro,che è oggetto di una violenta e ben occultata diatriba tra il dirigente dei lavori pubblici,ing. Fernando Biagini,ed il dirigente ai servizi finanziari,dr Carlo Di Cesare,a danno totale ed esclusivo di chi attende,da anni,un alloggio;

- Gli alloggi per soggetti anziani bisognosi, di cui ai fondi del progetto regionale denominato SPER,subiscono la stessa sorte,essendo bloccati da tempo,pur avendo l’Amministrazione stilato e determinato la graduatoria degli aventi diritto,molti dei quali per le lungaggini   burocratiche e per l’età avanzata,paradossalmente non potranno mai usufruire dell’agognato alloggio perché ormai defunti;

-  Attualmente risultano essere centinaia gli alloggi che il Sindaco Mongelli avrebbe potuto recuperare e che non ha recuperato,per inezia,disinteresse o scienza, a favore delle famiglie bisognose della città,tra opere pubbliche da ristrutturare,Piani Integrati pubblico-privato. Programmi realizzati in Zone F,alloggi in 167,Programmi di edilizia sociale ed altro,mentre anche a colpi di doppia convocazione consiliare e sedute pomeridiane,volano spedite le lottizzazioni edilizie private ad alto contenuto speculativo;

- Nel complesso tale  gravissima situazione di inezia politico-amministrativa  relativa all’assenza di iniziative nel settore dell’edilizia sociale e popolare ,nel tempo ha prodotto e produce l’aumento  del bisogno sociale abitativo,che aggravato da uno stato comatoso delle casse comunali,provoca quasi con cadenza quotidiana,l’esplosione,anche violenta, di tensioni sociali , a seguito di sfratti per morosità da alloggi affittati dal comune  a soggetti bisognosi, a fenomeni di abusivismo e di occupazioni illecite di alloggi;

          L’inesistenza di politiche abitative sociali e popolari da parte della giunta Mongelli,pur in     presenza di un apposito assessorato ed addirittura di una delega ad hoc ad un membro del consiglio comunale,ha determinato l’ultimo caso di mala-amministrazione,con un paventato piano di deportazione nei confronti di centinaia di cittadini foggiani residenti in zona Salice in alloggi di proprietà del sig. Gaetano Moreno,che ha prodotto,da tempo, istanza di sfratto ai suddetti cittadini a causa del mancato pagamento del canone di affitto dovuto per contratto dal comune.


Tutto ciò premesso,
 
                                                  chiedono

l’urgente convocazione del consiglio comunale per l’approvazione di una mozione per la risoluzione a lungo e a breve termine, del disagio sociale  connesso ai senzatetto ,ai soggetti in stato di precarietà igienico- abitativa,ai destinatari di sfratti esecutivi,ed in particolare per evitare lo sfratto esecutivo alle centinaia di cittadini foggiani,che attualmente occupano i suddetti alloggi del sig. Gaetano Moreno,in zona Salice,al fine di evitare di aggiungere  ulteriore tensione sociale ad una già esplosiva situazione ambientale ed amministrativa.

 


 
09/06/2021 - AGORA' RACCONTA IL GARGANO - Giovedì 10 giugno, dalle ore 8, le...
07/06/2021 - Fibrillazione Atriale isolata - eseguiti in Casa Sollievo due...
04/06/2021 - UNA “BOMBA ECOLOGICA” - STA PER ARRIVARE NEL COMPRENSORIO DI...
03/06/2021 - I GIOVANI INCONTRANO LE IMPRESE - All’Altamura va in scena...
02/06/2021 - “La guerra delle ciliegie si vince solo unendosi” - “Comprensibile la...
01/06/2021 - AL VIA IN PUGLIA LE VACCINAZIONI ADOLESCENTI - “L’Aifa ha autorizzato...
31/05/2021 - LXXV anniversario della nascita della Repubblica - Il prestigioso...
30/05/2021 - Arriva il SailGP e Ondabuena - mette in palio un corso di vela per...
27/05/2021 - RIAPRE IL TEATRO DEL FUOCO - “La riapertura del Teatro del Fuoco è un...
26/05/2021 - MARILISA MAGNO Commissario Pref. Foggia - Buon lavoro da parte del...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by