Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

PSR protagonista alla Fiera di Foggia
Presentato ufficialmente presso l’Auditorium della Camera di Commercio


di Gerardo Leone

Foggia, 30 aprile 2016.

La terza giornata della 67^ Fiera Internazionale dell’Agricoltura e dalla Zootecnia ha avuto come protagonista il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Puglia 2014-2020. Presentato ufficialmente presso l’Auditorium della Camera di Commercio di Foggia, il Psr 2014-2020, - ha dichiarato l’Assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo Di Gioia – consentirà una crescita integrata del territorio, all’insegna della sostenibilità per l’ambiente e dell’inclusione sociale, con una  dotazione finanziaria di 1,6 miliardi di euro in otto anni, da  spendere in maniera oculata e rispondente ai reali bisogni del tessuto imprenditoriale e sociale. Temi centrali – si è detto al convegno -  sono anche lo sviluppo locale, il trasferimento di conoscenze, l’associazionismo e la cooperazione, le foreste e l’ambiente, le filiere alimentari , la tutela degli ecosistemi legati all’agricoltura, con una transizione verso la cosiddetta “low carbon economy” che mette insieme innovazione e tutela dell’ambiente, sviluppo del potenziale occupazionale e sviluppo rurale. I giovani avranno un ruolo importante, ha aggiunto l’Assessore Di Gioia; a loro, attori e protagonisti del ricambio generazionale, è affidato il compito di accogliere e investire nell’agricoltura e nel proprio futuro,
L’incontro dedicato alla presentazione ufficiale del Psr è stato preceduto dalla sottoscrizione – tra l’Assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo di Gioia, e dal Presidente della Commissione Regionale ABI Puglia,   Sabatino Maurice, dell'accordo per agevolare gli investimenti nell’ambito del nuovo Psr. Un’intesa importante e finalizzata a sostenere e facilitare l’accesso al credito delle imprese del settore agricolo, rendendo quindi più efficiente l’utilizzo delle risorse, nella consapevolezza che tutto ciò può costituire un’importante leva di sviluppo per l’intera economia regionale. Al Psr Puglia 2014-2020 sono stati dedicati anche due seminari tecnici pomeridiani, con la partecipazione di tecnici del settore e rappresentanti delle amministrazioni locali, dedicati rispettivamente ai pagamenti agroclimatici ambientali, all’agricoltura biologica ed al sostegno per lo sviluppo locale “Leader”.

I TRATTURI DI PUGLIA PER LA TRADIZIONE DELLA FIERAGRICOLA

Si è tenuto l’atteso convegno  “Tratturi Di Puglia. Strategie regionali per la valorizzazione”,  primo evento ufficiale promosso dal Servizio Demanio e Patrimonio  dell’Assessorato al Bilancio della Regione Puglia – per presentare il progetto del Quadro d’assetto dei Tratturi di Puglia.
L’incontro, inserito nel programma della 67^ Fiera Internazionale dell’Agricoltura e Zootecnia di Foggia, ha visto la partecipazione di tutti gli attori dell’importante iniziativa avviata dal Governo Regionale per delineare il complessivo sistema di riqualificazione del patrimonio armentizio, finalizzata all’individuazione delle aree tratturali destinate a costituire il Parco dei Tratturi di Puglia.
Alla presenza di un pubblico eterogeneo e attento, a dimostrazione del grande interesse per questo patrimonio che definisce l’identità di gran parte delle popolazioni pugliese - come peraltro sottolineato dal moderatore Micky de Finis -  ha aperto il tavolo dei lavori Giovanni Vitofrancesco, dirigente della Sezione Demanio e Patrimonio, con un’introduttiva panoramica sulla normativa di riferimento, alla base di questa azione istituzionale.
All’introduzione hanno fatto seguito gli interventi dei rappresentanti dei vari componenti che costituiscono il  Comitato Scientifico di progetto. La professoressa Patrizia Resta, in rappresentanza del  team dell’Università degli Studi di Foggia, ha illustrato la metodologia d’indagine adottata per l’individuazione degli elementi antropologici e culturali che partecipano all’attribuzione di valori significativi  nella definizione del Quadro d’assetto.  A parlare, invece, del piano operativo elaborato dal Politecnico di Bari, Dipartimento DICAR - incaricato di sviluppare il modello scientifico degli indirizzi operativi per la redazione del Quadro d'Assetto -  sono intervenuti i professori  Francesco De Filippis e Mariangela Turchiarulo, soffermatisi sui criteri valutativi  della complessa ricerca multidisciplinare condotta su campo.
Per il MiBACT è intervenuta invece la Soprintendente Archivistica della Puglia e della Basilicata, dottoressa Maria  Carolina Nardella, presentando il contributo  dello staff di lavoro per la tutela e la valorizzazione dei tratturi, a cui è seguito il coinvolgente intervento di uno dei massimi esperti della storia dei tratturi e autore di numerose pubblicazioni sul tema, il prof. Saverio Russo. Egli, attraverso la lettura evocativa di documenti d’epoca, ha introdotto il concetto  dell’importanza di una prospettiva di lettura diretta delle fonti anche per il rilancio di questo patrimonio nel contesto turistico. Un approccio di ricerca – in estrema sintesi – necessario ad interpretare correttamente alcuni aspetti fondamentali per restituire la dimensione umana di questa tradizione che continua in forme diverse.

TECNOLOGIA ED INNOVAZIONE
PER LE AZIENDE AGROALIMENTARI PUGLIESI

“Agroindustria e Innovazione” è stato il tema dell’incontro promosso ed organizzato D.ssa Maria Jennifer Grisorio, Presidente dell’Agenzia  Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione (Arti Puglia), ha descritto un progetto realizzato dall’ ARTI Puglia e volto a favorire l’incontro tra le PMI pugliesi ed i giovani di età compresa tra i 18 ed i 35 anni.  Un progetto tanto ambizioso quanto utile, col quale – da un lato - si è chiesto alle aziende di individuare le proprie potenzialità di crescita, evidenziandole sulla piattaforma informatica messa a disposizione da ARTI. Nello stesso tempo, è stato proposto ai giovani di esprimere proprie idee progettuali che andassero nella direzione delle esigenze manifestate dalle aziende. Si è creato quindi un punto di incontro tra due mondi che spesso sono tra loro distanti: aziende che non sempre esplorano nuove idee di business o di innovazione di quello che si considera un collaudato modello aziendale; giovani chiusi tra un sistema scolastico spesso lontano dal mondo del lavoro ed aziende poco propense ad offrire loro occasioni per fare esperienza. In termini concreti, il progetto ha creato l’incontro tra circa 500 aziende ed altrettanti giovani pugliesi, sessanta dei quali hanno sottoscritto un contratto di lavoro. In ogni caso, per tutti i partecipanti è stata l’occasione per conoscere meglio il mondo delle PMI pugliesi.

FRUMENTO DURO SEMPRE IN PRIMO PIANO

Si è svolta una interessante tavola  rotonda sulle esperienze del territorio per la filiera del frumento duro alla quale  hanno partecipato, tra gli altri: Giannicola Caione Presidente Op Concer; Marina Mastromauro, Amministratore Delegato Granoro Spa; Giuseppe Stefanini e Fedele Tamma del Pastificio Tamma srl; Onofrio Giuliano Presidente Confagricoltura Foggia; Michele Ferrandino, Presidente Cia; Luigi Inneo, Presidente Copagri; Marcella Giuliani per l'Università di Foggia-Dipartimento di  Agraria; Pasquale De Vita, Ricercatore Centro Ricerca Cerealicoltura di Foggia. Antonio Ursitti, Direttore del Servizio Provinciale Agricoltura di Foggia, ha introdotto la tavola rotonda illustrando i dati salienti della coltivazione della coltura del frumento in Capitanata che - con oltre 29.000 aziende censite e 7.200.000 q.li prodotti nel 2015 - costituisce un settore di primo piano per l'economia agricola del territorio. Periste tuttavia il problema della volatilità dei prezzi che registrano sensibili oscillazioni, fino a ridursi a valori assolutamente non remunerativi per le imprese agricole, pari a 23 24 euro q.le per l'anno in corso, con una riduzione del 25% -30% rispetto al 2015.
Nel corso dei vari interventi, moderati dall’agronomo Ferdinando Di Chio, è stata quindi posta l'attenzione sulla qualità del frumento duro che deve avere, secondo le richieste dell'industria di trasformazione, un quantitativo di proteine di almeno 14,5%-15% ed un peso ettolitrico di 82-83: requisiti che possono essere raggiunti nel Tavoliere con opportune tecniche colturali, in modo particolare dove viene praticato l'avvicendamento con colture da rinnovo Importante anche la capacità di stoccaggio,  poiché al momento l'offerta aggregata è pari solo al 15% della produzione con tre organizzazioni di produttori riconosciute, quindi un quantitativo minimo rispetto alla necessità di approvvigionare il sistema molitorio e pastaio con la costanza richiesta dalle necessità di lavorazione dei gruppi industriali che operano sul territorio.
Inoltre l'approvvigionamento dall'estero – Usa e Canada in primis, ma anche Turchia Australia ed altri Paesi dell’ex blocco sovietico – nel 2015 è stato pari a circa 2.200.000 di q.li , transitati per lo più dai porti di Manfredonia e Bari, pari al 30% della produzione locale ed in linea con la quantità importata a livello nazionale.
Un altro aspetto trattato dal convegno è stato quella della riduzione del numero di varietà coltivate, ben 140 rispetto alle 10 degli Stati Uniti, fermo restando l’utilizzo di seme certificato per riaffermare la strategia della qualità  e della salubrità, con riferimento ai bassi valori delle micotossine dei frumenti locali.


 
24/01/2023 - A Orsara il corso di alfabetizzazione informatica - Le lezioni...
24/01/2023 - “No allo “scudo penale” per l’ex ILVA” - Appello ai parlamentari “Non...
13/12/2022 - LUCIANA PIOMELLI NUOVO SEGRETARIO COMUNALE - il Sindaco avv....
13/12/2022 - Legambiente Puglia e Hope Group - Per una transizione energetica...
13/12/2022 - NATALE IN CITTA’ 2022 A SAN SEVERO - MARTEDI’ 13 DICEMBRE IL TEATRO...
06/12/2022 - IL NATALE DI MICKY SEPALONE E ANGELA PIAF - L’8 DICEMBRE PRIMA TAPPA...
06/12/2022 - Bando Master II livello UNIFG Psicologia - Obiettivi formativi
28/11/2022 - La Scuola dei Mestieri - al Villaggio Don Bosco: nuovo corso...
28/11/2022 - Imaugurato a Peschici nuovo Istittuto Comprensivo - “G. LIBETTA”...
28/11/2022 - A Rodi, il Gargano in marcia al fianco delle donne - Insieme gli 8...
28/11/2022 - Campionato Italiano di Pankration - Successo del'Artagon di Foggia...
28/11/2022 - SAN SEVERO: VIA GLI INTERVENTI DI POTATURA - degli alberi lungo le...
23/11/2022 - UN FESTIVAL PER PROMUOVERE GIOVANI ARTISTI - per ricordare un...
19/11/2022 - MOSTRA CANOSA PRESEPI 24 EDIZIONE 2022 -
19/11/2022 - Sinergie e momenti di confronto - Torna a Parcocittà “La Settimana...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by