Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Il secondo VenerLive è all'insegna del Gipsy
Appuntamento n.2 allo Zapoj Risto-Pub di via Grecia 36 (Macchia Gialla)


di Alessandro Galano

Foggia, 26 febbraio 2015.

Dopo l'inaugurazione della rassegna all'insegna della musica di De Andrè proposta dai Faberi – formazione garganica che porta in giro, in tutta Italia, la lezione del cantautore genovese – ecco il secondo VenerLive, in programma ancora una volta in uno dei pochi avamposti foggiani della musica dal vivo. Venerdì 27 febbraio, dalle  ore 22.00, allo Zapoj Risto-Pub (via Grecia 36, “Macchia Gialla”), tornano le atmosfere zingare di derivazione jazz dei Gipsy Quartet. Al consueto trio questa volta, ormai noto e richiestissimo non solo in Puglia, composto dai chitarristi Vittorio Menga (direttore artistico dei VenerLive Zapoj) e Nunzio Fierro, e dal contrabbasso di Nicola Scagliozzi, si unisce alla formazione uno dei violinisti “jazz manouche” più apprezzati d'Italia: Domenico Mancini. Al consueto omaggio al chitarrista che ha inventato questo straordinario genere musicale, il leggendario Django Reinhardt, si aggiungono anche le sfumature del violino, volte a ricordare quello che è stato il più importante compagno di viaggio della carriera di Django: il violinista e compositore parigino Stephane Grappelli.

LO “SPECIAL GUEST” DOMENICO MANCINI. Violinista diplomato all’Istituto Musicale Pareggiato “G. Braga” di Teramo sotto la guida del M° Mario Ferraris (già primo violino alla Scala di Milano), Domenico Mancini si è esibito in Francia, Germania, Israele, Romania, Ungheria, Canada, Danimarca, Stati Uniti, Svizzera italiana, Belgio, Olanda. D'impostazione classica, da diversi anni è un punto di riferimento nazionale per quanto concerne la musica romanì e Klezmer; senza trascurare il jazz, la musica leggera e lo studio dell'improvvisazione. Ha accompagnato in tour artisti del calibro di Claudio Baglioni, suonando in diverse occasioni al fianco di nomi importanti del panorama italiano ed europeo, come Andrea Bocelli, Laura Pausini, Gianni Morandi, Renato Zero e Antonella Ruggiero, con cui collabora dal 2005.
Membro di svariate formazioni orchestrali come la Kinder Orchestra, Orchestra Sinfonica Giovanile “G.Rossini”, I Musici Rovetani, L’Aquila Ensemble, Synfonia Cantorum, Orchestra Filologica Giovanile “A.Corelli”, Quintetto Partenopeo, Eufonia, Orchestra Sinfonica “M. Nascimbene” e moltissime altre. Con il “Laboratorio di formazione orchestrale” del teatro Marrucino di Chieti ha suonato nel Concerto Ufficiale in occasione della Beatificazione di Padre Pio da Pietrelcina la “Missa de Beatificatione” composta dal M° Sergio Rendine, trasmessa in mondovisione che vedeva la partecipazione di artisti quali Massimo Dapporto, Gaia De Laurentis, Maria Rosaria Omaggio e il tenore Jose’ Carreras. Nel 2008 ha partecipato nelle vesti di violinista e fisarmonicista alla tournèe dei Discanto in America esibendosi in diversi stati, in particolar modo nelle città di New York, Philadelphia e Boston. Nel luglio del 2009, con l’Orchestra sinfonica di Pescara, ha accompagnato il Concerto di George Benson nell’ambito di Pescara Jazz 2009; l’anno dopo nello stesso festival ha suonato con uno dei più importanti violinisti jazz: Florin Niculescu.

ZAPOJ RISTO-PUB. Locale di nuova generazione, attento alla qualità della birra (sei spillature e una gamma assortita di birre artigianali), particolarmente attento al mondo della cultura, in special modo della musica dal vivo (oltre 60 concerti da novembre 2013 a giungo 2014, più 10 dj set). Un fitto calendario di live (jazz, blues, rock, prog, new wave, traditional e molto altro: ogni venerdì e sabato), unito ad eventi culturali poco consueti in un risto-pub (presentazioni di libri, aperitivo con lo psicologo, serata Emergency, “teatro alla carte”), fanno da contorno ad un menù ricco di particolarità gastronomiche e piatti "alla birra" (ormai celebri il dolci Zapoj, come il “birramisù” e la torta alla Guinness). Ogni settimana poi, un fuori-menù in proposta, a cura della chef Blanca Festo, professionista attenta e pluripremiata per la sua creatività e accortezza nella scelta degli ingredienti e nell'elaborazione delle ricette (a rifornire i taglieri Zapoj, ad esempio, è l'azienda agricola di Biccari “Molino a vento”, storico presidio Slow Food). Inoltre, come un buon pub che si rispetti, Zapoj segue gli eventi sportivi di rilievo, offrendo nella zona “Macchia Gialla” un avamposto importante per quanto riguarda l'intrattenimento e lo stare insieme, forte di uno schermo gigante, di due televisori al plasma e un impianto audio-video di alto profilo.

L'IDENTITA' ZAPOJ. “Anche un pub vuole la qualità, anche un pub ha il dovere di proporla. È la nostra idea: la tradizione e l'atmosfera nord-europea, riscontrabile nell'attenzione nei confronti delle birre, nella loro continua rotazione e nella proposizione di eventi live, soprattutto musica dal vivo, unita alla qualità dei prodotti del nostro territorio, scelti quotidianamente e selezionati in base alla stagionalità, alla distanza e alla loro freschezza. A eccezione di quei fritti opportunamente segnalati nel menu, tutti i nostri prodotti non sono congelati. Sono acquistati quotidianamente e sono tutti a chilometro zero: dalle carni ai formaggi e affettati, sino ai panini e agli impasti e alle insalate, senza dimenticare i dolci e tutti i preparati per i contorni, salse e creme comprese: è tutto a chilometro zero, tutto di produzione propria, tutto biologico. Le nostre preparazioni vengono fatte tutti i giorni, le verdure sono grigliate ogni pomeriggio e le nostre chips della casa, alla paprika, al curry, cacio & pepe e semplici, sono tagliate, insaporite con prodotti non industriali e fritte ogni giorno, senza trucchi. Per queste ragioni può capitare che, a volte, non siano a disposizione alcune scelte inserite nel menu. O che l'attesa di un piatto possa sembrare eccessiva. D'altro canto, “fuori menu” interessanti, come il Fish & Chips del giovedì, insieme con le serate di cucina internazionale, offrono sempre spunti vari e vivaci ai nostri ospiti, chiamati a partecipare ad un modo diverso di fare pub. Speriamo di meritare sempre la vostra attenzione e fiducia”.


 
24/01/2023 - A Orsara il corso di alfabetizzazione informatica - Le lezioni...
24/01/2023 - “No allo “scudo penale” per l’ex ILVA” - Appello ai parlamentari “Non...
13/12/2022 - LUCIANA PIOMELLI NUOVO SEGRETARIO COMUNALE - il Sindaco avv....
13/12/2022 - Legambiente Puglia e Hope Group - Per una transizione energetica...
13/12/2022 - NATALE IN CITTA’ 2022 A SAN SEVERO - MARTEDI’ 13 DICEMBRE IL TEATRO...
06/12/2022 - IL NATALE DI MICKY SEPALONE E ANGELA PIAF - L’8 DICEMBRE PRIMA TAPPA...
06/12/2022 - Bando Master II livello UNIFG Psicologia - Obiettivi formativi
28/11/2022 - La Scuola dei Mestieri - al Villaggio Don Bosco: nuovo corso...
28/11/2022 - Imaugurato a Peschici nuovo Istittuto Comprensivo - “G. LIBETTA”...
28/11/2022 - A Rodi, il Gargano in marcia al fianco delle donne - Insieme gli 8...
28/11/2022 - Campionato Italiano di Pankration - Successo del'Artagon di Foggia...
28/11/2022 - SAN SEVERO: VIA GLI INTERVENTI DI POTATURA - degli alberi lungo le...
23/11/2022 - UN FESTIVAL PER PROMUOVERE GIOVANI ARTISTI - per ricordare un...
19/11/2022 - MOSTRA CANOSA PRESEPI 24 EDIZIONE 2022 -
19/11/2022 - Sinergie e momenti di confronto - Torna a Parcocittà “La Settimana...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by