Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

50 anni di Archeoclub, 50 anni di storia italiana


di Giuseppe Ragosta

Foggia, 24 febbraio 2021.

Dalla Sicilia alla Puglia. A Molfetta dove i soci dell’Archeoclub d’Italia hanno dato vita ad un lungo e minuzioso lavoro di ricerca, recupero, restauro dei materiali ed utensili legati al mondo del mare, con il supporto di studiosi locali, marinai, operatori dei cantieri navali e scuole di settore. Dunque un polo museale dedicato al Mare si trova a Molfetta grazie ai soci Archeoclub d’Italia.  E lì è pronta anche una mostra etnografica dedicata al mare.
 
“A Molfetta Archeoclub d’Italia gestisce il sito museale “Giuseppe M. Giovene”. I soci di Molfetta, con le loro competenze diversificate dal campo storico-archeologico-etnografico alla ricerca archivistica, hanno allestito, aperto al pubblico e gestito dal 2005 ad oggi, un significativo polo museale dedicato al mare.
Si tratta della “Mostra etnografica permanente del mare”, collocata nei suggestivi ambienti della ex neviera della “Fabbrica di S. Domenico” – ha affermato Alina Gadaleta Caldarola, presidente di Archeoclub d’Italia, sede di Molfetta -  storico edificio del sec XVII, un tempo convento domenicano, oggi contenitore culturale di proprietà del Comune di Molfetta e sede della Biblioteca e dell’Archivio Comunali.
In questo edificio il piccolo museo del mare, un vero e proprio “scrigno delle meraviglie”, gestito dall’ Archeoclub d’Italia “Giuseppe M. Giovene”, mostra e documenta le vicende della gente di mare e dei maestri d’ascia di Molfetta, antica città portuale del basso Adriatico.
L’idea progettuale prese avvio da una preziosa raccolta di disegni ed utensili donati all’Archeoclub di Molfetta dalla famiglia di Vincenzo Estere Uva, maestro d’ascia vissuto tra Molfetta ed Alessandria d’Egitto nella prima metà del Novecento. Partendo da questo nucleo iniziale e coniugando la ricostruzione del passato allo straordinario patrimonio di conoscenze ancora presenti, siamo riusciti a raccogliere le testimonianze materiali, alcune antiche, altre rare, della cantieristica navale molfettese fino ai giorni nostri.
 La tradizione marinara vuole che non esista una barca di legno uguale ad un'altra, così come particolari, rigorose e vicine agli elementi fondamentali dell’ingegneria navale sono le regole costruttive che, imparate sul campo, i maestri d’ascia tramandano di generazione in generazione.


 
04/06/2021 - IL GRANDE PABLITO -
31/05/2021 - AFFIDAMENTO DI MINORI AI CENTRI DIURNI - «Bene gli stanziamenti...
27/05/2021 - Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla - l’IRCCS Casa Sollievo...
17/05/2021 - SPRINT LAB: Hackathon Copernicus 2021 -
11/05/2021 - AGRICOLTURA. Incontro per l'Enfiteusi - L'Abbate: fino alla...
29/04/2021 - Controlli rischio è di penalizzare i piccoli pesca - “Il testo del...
25/04/2021 - Agevolazione fiscale per il Sud Italia -
19/04/2021 - AGRICOLTURA: ESTESA SINO A 10 ANNI I PRESTITI -
16/04/2021 - SQUADRONE D’ASSALTO. LA CASARANO RALLY - Da diversi anni ormai...
12/04/2021 - Finanziamemti agevolati per le Imprese - A partire dal 23 aprile...
01/04/2021 - Impegni del Governo riguardo le agroenergie -
09/03/2021 - LA BELLEZZA UNISCE LE PERSONE - Sarà il Regista Premio Oscar Gabriele...
01/03/2021 - TELETHON FINANZIA LA RICERCA DI MARIA MARCHESE, -
26/02/2021 - Il governo sblocca 110 milioni di risorse LiftPlus -
24/02/2021 - 50 anni di Archeoclub, 50 anni di storia italiana -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by