Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Reddito di Cittadinanza: scatta il sequestro beni


di Agostino Magaldi

Foggia, 4 dicembre 2019.
I Finanzieri del Comando Provinciale hanno eseguito, su disposizione dell’Autorità giudiziaria, un sequestro di denaro contante a carico di A. C., residente a San Severo (FG), indagata per aver indebitamente percepito per alcuni mesi il beneficio della misura di sostegno del “reddito minimo di cittadinanza”.
In particolare, i militari della Guardia di Finanza di San Severo, nel corso di un controllo eseguito in città nel mese di maggio, finalizzato al contrasto del fenomeno del lavoro sommerso, hanno scoperto presso un’attività di ristorazione n. 3 lavoratori “in nero”, cioè non assunti. Tra questi è stata individuata anche A. C., che, a seguito di approfondimenti investigativi, è risultata essere stata destinataria per alcuni mesi della misura di sostegno al reddito, erogata dall’INPS.
Nonostante il datore di lavoro avesse inoltrato all’INPS, pochi giorni dopo il controllo dei militari, la comunicazione di assunzione della lavoratrice, quest’ultima non ha provveduto, come avrebbe dovuto, a segnalare allo stesso Ente la variazione della propria posizione lavorativa, che le avrebbe invece comportato l’immediata decadenza/revoca del beneficio, perché priva dei requisiti previsti dalla legge.
L’interessata, pertanto, è stata denunciata dai finanzieri sia all’INPS, per la revoca immediata del beneficio alla lavoratrice non più dovuto, sia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia avendo, con il suo comportamento, violato la legge che ha introdotto nel 2019 il “reddito minimo di cittadinanza”; violazione punita, nei casi più gravi, come quello della signora A.C., con la reclusione da uno a tre anni.
L’Autorità giudiziaria, valutate tutte le circostanze accertate e riportate dalla Guardia di finanza di San Severo, ha ordinato il sequestro penale delle somme indebitamente percepite dalla indagata, a titolo di “reddito di cittadinanza”, perché ritenute profitto del reato, pertanto oggetto di confisca.
L’attività attività posta in essere testimonia la costante attenzione della Guardia di Finanza nel prevenire e reprimere comportamenti illeciti nel settore della spesa pubblica, che ha consentito di recuperare in Capitanata risorse pubbliche percepite fraudolentemente e sottratte ai cittadini onesti.


 
23/06/2022 - 248° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA GdF - Nella sala della...
20/06/2022 - Cuofini&Maccaturi 2022 -
06/06/2022 - Giornata Mondiale degli Oceani -
06/06/2022 - Il rock dei Red Room suona sull’asse Bari - Foggia -
18/05/2022 - ‘Buongiorno Ceramica 2022’ -
04/05/2022 - FONDO INVESTIMENTI INNOVATIVI PER PICCOLE IMPRESE - 4 maggio –...
04/04/2022 - Presentato il Rally Costa del Gargano -
15/03/2022 - FINANZIAMENTI PNRR SU FERROVIE LOCALI -
11/03/2022 - ACCESSO AL FONDO DI GARANZIA PMI - L’accesso diretto al Fondo di...
03/03/2022 - Puglia e Lombardia scelte per la Telemedicina -
23/02/2022 - Caro gasolio per il settore autotrasporti, -
22/02/2022 - Economia circolare e startup innovative in Puglia -
14/02/2022 - AGRICOLTURA, GARANTIRE I RISTORI AGLI AGRITURISMI - 25.000 strutture...
10/02/2022 - AGRICOLTURA: SU PDL BIOLOGICO -
08/02/2022 - Casa Sollievo nelle reti europee di rifermento ERN -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by