Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Ricerca petrolio nel mare calabrese e pugliese
Gli eurodeputati del M5S hanno presentato un'interrogazione per chiedere alla Commissione europea


di Piernicola Pedicini

Bruxelles, 19 aprile 2018.

Gli eurodeputati del M5S Piernicola Pedicini, Laura Ferrara e Rosa D'Amato hanno presentato un'interrogazione per chiedere alla Commissione europea che verifichi il rispetto delle direttive europee in relazione ai danni che vengono provocati all'ecosistema marino dalla ricerca di petrolio in mare con la tecnica dell'airgun.
Nell'interrogazione, i tre eurodeputati hanno evidenziato che il Ministero dello sviluppo economico italiano ha autorizzato la società americana Global Med a intraprendere due progetti di ricerca geofisica utilizzando la tecnica dell´airgun al largo delle coste calabresi e al largo delle coste pugliesi e che altri 17 progetti analoghi sono in fase di valutazione per altri tratti di mare italiani.
In particolare, Pedicini, Ferrara e D'Amato hanno chiesto al massimo organismo esecutivo della Ue di spiegare se ritiene che permettere l’utilizzo dell'airgun sia compatibile con il raggiungimento degli obiettivi europei previsti da tre direttive europee: la direttiva 92/43/Cee sulla conservazione degli habitat naturali della flora e della fauna; la direttiva 2008/56/Ce sulla strategia per il conseguimento entro il 2020 di un buono stato ecologico delle acque marine e la direttiva 2014/52/Ue sulla strategia per l'ambiente marino.
Nell'interrogazione è stato anche evidenziato che nel dicembre 2017, il Ministero dell’ambiente italiano ha redatto il “Secondo rapporto sugli effetti per l'ecosistema marino della tecnica dell'airgun”, mettendo in allarme sulle potenziali conseguenze del suo utilizzo (alterazioni comportamentali di mammiferi marini, mortalità per popolamenti planctonici ecc.).
Inoltre, nel rapporto del Ministero viene anche sottolineato che studi mirati evidenziano come l’incremento dell’acidità dei mari comporti la riduzione dell’assorbimento del suono e l’aumento dell’inquinamento acustico sottomarino e che intorno ad una sorgente sonora dove viene utilizzata la tecnica dell'airgun si osserva una diminuzione del pescato fino al cinquanta per cento.


 
23/06/2022 - 248° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA GdF - Nella sala della...
20/06/2022 - Cuofini&Maccaturi 2022 -
06/06/2022 - Giornata Mondiale degli Oceani -
06/06/2022 - Il rock dei Red Room suona sull’asse Bari - Foggia -
18/05/2022 - ‘Buongiorno Ceramica 2022’ -
04/05/2022 - FONDO INVESTIMENTI INNOVATIVI PER PICCOLE IMPRESE - 4 maggio –...
04/04/2022 - Presentato il Rally Costa del Gargano -
15/03/2022 - FINANZIAMENTI PNRR SU FERROVIE LOCALI -
11/03/2022 - ACCESSO AL FONDO DI GARANZIA PMI - L’accesso diretto al Fondo di...
03/03/2022 - Puglia e Lombardia scelte per la Telemedicina -
23/02/2022 - Caro gasolio per il settore autotrasporti, -
22/02/2022 - Economia circolare e startup innovative in Puglia -
14/02/2022 - AGRICOLTURA, GARANTIRE I RISTORI AGLI AGRITURISMI - 25.000 strutture...
10/02/2022 - AGRICOLTURA: SU PDL BIOLOGICO -
08/02/2022 - Casa Sollievo nelle reti europee di rifermento ERN -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by