Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

NO al Pomodoro cinese!
PEDICINI M%S: Ma tutela alle produzioni italiane dell'oro rosso nostrano


di Gerardo Leone

Roma, 16 settembre 2017.

Continuano le iniziative dell'eurodeputato del M5S Piernicola Pedicini per difendere le eccellenze dell'agricoltura italiana.
Nella seduta plenaria del Parlamento europeo, che si ¨¨ svolta a Strasburgo marted¨¬ scorso, Pedicini ha fatto un intervento in aula per chiedere che l'Unione europea si attivi per regolamentare le importazioni in Italia della passata di pomodoro cinese.
"Il pomodoro X¨©h¨®ngsh¨¬ cinese - ha detto il pentastellato - ¨¨ un prodotto scadente, di bassa qualit¨¤, e soprattutto ¨¨ nocivo perch¨¦ ¨¨ pieno di pesticidi. Il pomodoro che viene dall'Italia del Sud, ma anche dalla Grecia, dalla Spagna e da tutti quei Paesi che hanno tanto sole, ¨¨ invece un prodotto sano e genuino che matura in modo naturale.
Ci chiediamo - ha aggiunto - come sia possibile che non esista ancora una etichettatura precisa e chiara che dia la possibilit¨¤ di distinguere il pomodoro italiano dal pomodoro cinese, e metta i cittadini nella condizione di poter scegliere liberamente e consapevolmente che cosa mangiare. E' urgente - ha sottolineato - intervenire per salvaguardare le nostre produzioni ed evitare che continuino a subire una inaccettabile concorrenza sleale".
Nel corso dell'intervento, durante il quale Pedicini ha mostrato ai colleghi europei in aula un barattolo di passata di pomodoro italiano, l'eurodeputato ha poi spiegato che "il pomodoro ¨¨ un ingrediente fondamentale per alimenti come la pasta, la pizza e le lasagne e nelle regioni italiane del Sud ¨¨ una ricchezza per i propri territori e per le proprie produzioni locali, fino al punto che viene chiamato oro rosso.
Qui di seguito alcuni dati riferiti alla problematica posta da Pedicini.
Con un fatturato export di circa 1,5 miliardi di euro l'anno, l¡¯industria del pomodoro e dei suoi derivati si conferma il punto di forza dell¡¯agroalimentare italiano. Il 60% della produzione ¨¨ destinata ai mercati esteri e il 40% ¨¨ riservata al mercato interno.
Negli ultimi 5 anni, per¨°, sono arrivati anche in Italia le passate e i concentrati di pomodoro cinese, per un valore di ben 154 milioni di euro. Buona parte di questo prodotto viene trattata e poi esportata nei mercati nel Nord Africa e del Medio Oriente. Ma 14 milioni di chilogrammi vanno a finire nei sughi e nelle salse consumati in Italia.
Se non si interviene subito, a subire le peggiori conseguenze saranno gli agricoltori italiani e in particolare quelli delle regioni meridionali, inoltre ci sar¨¤ un ulteriore abbassamento dei prezzi del prodotto che sono gi¨¤ sotto pressione da tempo.
Quindi, per tutelare il settore e i consumatori ¨¨ necessaria, cos¨¬ come ha chiesto Pedicini alla Ue, una norma che obblighi i produttori a prevedere un'etichettatura chiara e completa.

foto di Pedicini mentre parla in aula e mostra un barattolo di pomodoro italiano.


 
23/06/2022 - 248° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA GdF - Nella sala della...
20/06/2022 - Cuofini&Maccaturi 2022 -
06/06/2022 - Giornata Mondiale degli Oceani -
06/06/2022 - Il rock dei Red Room suona sull’asse Bari - Foggia -
18/05/2022 - ‘Buongiorno Ceramica 2022’ -
04/05/2022 - FONDO INVESTIMENTI INNOVATIVI PER PICCOLE IMPRESE - 4 maggio –...
04/04/2022 - Presentato il Rally Costa del Gargano -
15/03/2022 - FINANZIAMENTI PNRR SU FERROVIE LOCALI -
11/03/2022 - ACCESSO AL FONDO DI GARANZIA PMI - L’accesso diretto al Fondo di...
03/03/2022 - Puglia e Lombardia scelte per la Telemedicina -
23/02/2022 - Caro gasolio per il settore autotrasporti, -
22/02/2022 - Economia circolare e startup innovative in Puglia -
14/02/2022 - AGRICOLTURA, GARANTIRE I RISTORI AGLI AGRITURISMI - 25.000 strutture...
10/02/2022 - AGRICOLTURA: SU PDL BIOLOGICO -
08/02/2022 - Casa Sollievo nelle reti europee di rifermento ERN -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by