Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Il Gargano salta in Cattedra
Altro che trivellazioni. 30 dottorandi studierannoe proporranno progetti per lo sviluppo


di M.P.

Monte S. Angelo, 6 settembre 2012.

“I miei più sentiti complimenti per l’iniziativa che servirà a raccordare il mondo universitario, della conoscenza, a quello reale del nostro territorio. In tal modo la progettazione di qualsiasi intervento, ambientale, infrastrutturale, turistico, agro-silvo-pastorale potrà contare sulle capacità e sulla conoscenza delle opportunità offerta dal territorio non dimenticando le criticità che sino ad oggi ne hanno ostacolato uno sviluppo armonico ed in linea con le naturali caratteristiche. Il Gargano ha bisogno di know how innovativo e competente per amalgamare cultura, informazione, scienza e conoscenza, e per questo come Parco non posso che auspicare collaborazioni sempre più intense e produttive con l’Università degli Studi di Foggia.”


Queste le prime dichiarazioni del Presidente del Parco Nazionale del Gargano, Avv. Stefano Pecorella, intervenuto questa mattina alla conferenza stampa di presentazione della Summer School ‘Territorio, Ambiente e Reti’, tenutasi presso il Comune di Vieste, alla quale hanno preso parte anche Gaetano Zaffarano (Comune di Vieste), Angelo De Vita (Consigliere provinciale) ed i docenti dell’Università di Foggia Luigi Longo e Vincenzo Vecchione.
La Summer School, organizzata dall’Università di Foggia, dal Politecnico di Bari e dall’Università IUAV di Venezia e sostenuta anche dal Parco Naz. del Gargano, si svolgerà dal 10 al 20 settembre nel territorio del Parco e consisterà in una serie di seminari, workshop ed escursioni nelle aree naturalistiche del Gargano, per rispondere alla diffusa e sentita esigenza di una base pratica sulla quale innestare i dati di conoscenza scolastica ed universitaria multidisciplinare.


I seminari e i workshop della Summer School si concentreranno sulle seguenti tematiche: sviluppo, turismo, mobilità e reti intertematiche; ambiente identità e innovazioni tecnologiche; governo del territorio e attori locali.
Alla Summer School prenderanno parte 30 dottorandi e laureandi (da tutt’Europa) nel campo della pianificazione territoriale e ricerche ambientali, paesaggistiche ed agrarie. I partecipanti saranno organizzati in diversi gruppi di lavoro e prepareranno idee progetto che saranno messe a disposizione di qualsiasi soggetto pubblico e privato. In sostanza la Summer School è indirizzata alla creazione di Laboratori tematici territoriali permanenti che si rivolge anche all’Europa per accendere interessi internazionali sul Gargano.


“L’Ente Parco ha deciso sin da subito di recitare un ruolo attivo nell’organizzazione di questa iniziativa perché sono fermamente convinto che il tempo dell’improvvisazione e del tirare avanti a campare è finito e, quindi, il territorio ha bisogno del sapere delle intelligenze che crescono nelle Università – ha dichiarato Pecorella-. Questa qualificata Summer School, che investe seriamente sui giovani e sul loro futuro, è uno strumento di suggerimenti per migliorare la programmazione del governo del territorio e dire basta ad investimenti assurdi ed inutili (industrializzazione, abusivismo edilizio, discariche abusive, incendi). Le nostre risorse naturalistiche, paesaggistiche, storico-culturali ed enogastronomiche hanno un potenziale economico superiore a qualsiasi altro; altro che trivelle e petrolio!”.  
 
SCHEDA SUMMER SCHOOL
I seminari e i workshop della Summer School si concentreranno sulle seguenti tematiche legate al territorio e si struttureranno in funzione dei seguenti indirizzi programmatici:
1.    Sviluppo, turismo, mobilità e reti intertematiche: Innervare uno sviluppo centrato sulle risorse vocazionali del territorio, coniugandolo con la difesa e la tutela dell’ambiente. Colmare l’assenza di itinerari turistici più articolati e complessi, che tengano maggiormente in conto la molteplice e variegata offerta del territorio, promuovendo un turismo più attento alla tradizione culturale locale e al paesaggio. Ripensare la relazione tra città e campagna, tra paesaggi storici e paesaggi presenti, tra territorio e agenti del cambiamento. Riqualificare e tutelare i centri storici, ridurre il consumo del suolo e sviluppare le strategie per la razionalizzazione dei sistemi di mobilità, in particolare quelli pubblici, per migliorare fisicamente la qualità degli ambienti urbani e la loro interconnessione.


 
24/01/2023 - A Massafra nasce il “Giardino dei Giusti” - Il 27 gennaio, nella...
28/11/2022 - “La poetessa dei navigli”: - l’attrice pugliese Sofia D’Elia è la...
26/10/2022 - Arpa Puglia e Arpa Calabria - raggiunti gli obiettivi della...
12/10/2022 - Giornata Nazionale delle Famiglie al MAT -
23/09/2022 - Docenti abilitati all’estero esclusi le supplenze -
08/09/2022 - “Equa ripartizione del Pnrr” - Il SUD sfida il Governo affinché il...
07/09/2022 - MANGIARE E CAMMINARE SUL SENTIERO ITALIA CAI -
05/09/2022 - Oggi attivo sportello unico digitale ZES Adriatica -
29/08/2022 - Energia: Italia Olivicola -
23/06/2022 - 248° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA GdF - Nella sala della...
20/06/2022 - Cuofini&Maccaturi 2022 -
06/06/2022 - Giornata Mondiale degli Oceani -
06/06/2022 - Il rock dei Red Room suona sull’asse Bari - Foggia -
18/05/2022 - ‘Buongiorno Ceramica 2022’ -
04/05/2022 - FONDO INVESTIMENTI INNOVATIVI PER PICCOLE IMPRESE - 4 maggio –...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by